In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
L'intelligence tedesco indaga su Scientology
 
Breve rassegna Stampa, Novembre 1999.
 
Traduzione a cura di Martini.
 
 
Spiare Scientology porta in prigione
 
The Associated Press, 30 Novembre 1999.
 
 
Basilea, Svizzera (AP). Martedì un tribunale svizzero ha condannato un funzionario tedesco a 30 giorni con la condizionale per aver tentato di spiare la Chiesa di Scientology per conto dell'intelligence tedesco.
 
L'agente, che operava sotto lo pseudonimo di Peter Goller, era stato arrestato lo scorso Aprile a Basilea dopo essersi incontrato con due donne svizzere che sospettavano stesse cercando di ottenere informazioni sulla chiesa.
 
Il tribunale penale di Basilea ha ritenuto il quarantunenne responsabile di conduzione di "traffici illegali per conto di uno stato straniero". Il processo della durata di un giorno si è svolto sotto forte sorveglianza, ed è stato preceduto da una minaccia dinamitarda.
 
La Germania ha tenuto Scientology sotto sorveglianza interna, e le nega lo status di religione. Sostiene che Scientology, la quale ha uffici sia a Balisea che a Friburgo, è impegnata in attività coercitive e inganna i suoi affiliati.  [1] 
 
L'agente, un ex impiegato dell'ufficio dell'intelligence addetto alla sorveglianza dello stato federale del Baden-Wuerttemberg - l'Ufficio per la Protezione della Costituzione - ha fatto rientro al suo regolare servizio di polizia a Friburgo, Germania.
 
Una delle donne che ha incontrato, Odette Jaccard, è stata condannata a dieci giorni con la condizionale per aver raccolto i nomi dei membri di Scientology in Svizzera e averli passati ai servizi segreti tedeschi.
 
 
La Germania si scusa con la Svizzera per l'incidente.
 
La terza persona presente all'incontro - il legislatore locale Susanne Heller, che ha dichiarato di aver fatto la soffiata alle autorità - è intervenuta in qualità di testimone. L'agente tedesco era sospettato di aver richiesto con insistenza il suo aiuto per raccogliere informazioni sulla chiesa.
 
Il Governo degli Stati Uniti, che dal 1993 ha concesso a Scientology lo status di esenzione fiscale come religione  [2]  ha criticato il trattamento che la Germania riserva agli Scientologisti.
 
L'organizzazione, che sostiene di avere 8 milioni di membri nel mondo  [3]  ha inaugurato una campagna pubblicitaria dove denuncia il trattamento del governo tedesco verso i suoi 30.000 devoti, ad esempio averli banditi da incarichi pubblici.  [4] 
 
 
 
Condannato in un processo in Svizzera un agente del governo tedesco che spiava gli scientologisti
 
Internet Wire, 30 Novembre 1999.
 
 
Rispondendo alla condanna detentiva comminata oggi ad un agente del servizio segreto tedesco accusato di spionaggio, il Presidente della Church of Scientology International, il Reverendo Heber Jentzsch, si è congratulato con il tribunale svizzero per aver fatto rispettare la legge ed essersi assicurato che l'agente pagasse per averla infranta.  [5] 
 
L'agente tedesco Peter Goebels è stato condannato a 30 giorni di carcere, a due anni con la condizionale e al pagamento delle spese per aver spiato e falsificato documenti. La sua complice svizzera, Odette Jaccard, è stata condannata a 10 giorni con la condizionale, e al pagamento delle spese. Il tribunale ha stabilito che il reato di Goebels è stato rilevante, e aveva generato disturbo tra la Germania e la Svizzera.
 
"La storia dell'Ufficio per la Protezione della Costituzione (OPC) è ricca di scandali che mostrano come non abbia rispetto per la legge e per i diritti umani fondamentali", ha affermato il Rev. Jentzsch. "Tutto ciò è cominciato con il suo primo presidente, Otto John, che ha tradito il suo paese ed è andato avanti fino ai giorni nostri, quando apprendiamo che un altro suo ex presidente, Holger Pfahls, è latitante per evasione fiscale. [6] Durante il processo odierno l'avvocato dell'agente dell'OPC ha cercato di nuovo, nella pura tradizione dell'OPC, di addossare la colpa dei reati dell'agente a qualcun altro".
 
"È una organizzazione marcia. Negli ultimi due anni e mezzo gli agenti del servizio segreto tedesco hanno molestato gli scientologisti. Si sono impegnati in tutti i possibili trucchetti sporchi contro i nostri membri e le nostre chiese - compreso cercare di corromperli per portare falsa testimonianza contro i loro compagni parrocchiani, cercando di infiltrarsi nelle nostre chiese e intimidendo con minacce i nostri membri", ha aggiunto.  [7] 
 
La Chiesa di Scientology ha espresso forte preoccupazione per il fatto che, prima del suo arresto, la Jaccard ha consegnato i nomi di 1.600 cittadini svizzeri e tedeschi all'Ufficio per la Protezione della Costituzione del Baden-Wuerttemberg  [8]  rendendoli a suo dire obiettivo di spionaggio e molestie. Membri della chiesa cercheranno, per questo abuso, riparazione presso i tribunali.
 
In Germania e altrove in Europa la chiesa di Scientology si definisce una religione importante. Proprio lo scorso fine settimana la chiesa di Amburgo si è trasferita in locali più grandi e nuovi nel cuore della città.
 
"Continueremo a fornire assistenza ministeriale al crescente numero di nostri parrocchiani  [9]  e ci schiereremo al fianco dei funzionari governativi per trattare problemi seri come abuso di droga, analfabetismo e disoccupazione. La corrente sta cambiando. La scorsa settimana le autorità fiscali svedesi hanno stabilito che la chiesa è un'associazione no-profit  [10] con scopi puramente religiosi e di conseguenza esente dalle tasse", ha aggiunto il Rev. Heber Jentzsch.
 
 
 
Note
 
[1] In merito alle posizioni della Germania sulla multinazionale di L. Ron Hubbard, vedi lo spazio I Governi.
 
[2] Sulla vicenda dell'esenzione fiscale negli Stati Uniti, vedi in particolare qui e qui ("New York Times" del 9 Marzo 1997 e aggiornamento del 1 Marzo 1998 a cura del "Salt Lake Tribune").
 
[3] «Scientology afferma di avere 8 milioni di seguaci, di cui 100 mila nel nostro paese. Un dato da prendere con le molle, visto che Pierluigi Zoccatelli, ricercatore del Cesnur, parla invece appena di un milione di fedeli, di cui soltanto 5 mila in Italia.» ("Allarme Scientology", Espresso N. 5 - ANNO XLIII - 6 Febbraio 1997). A proposito di cifre gonfiate, così spiega il Rapporto 1998 del Governo Italiano sui Nuovi Movimenti Religiosi: «Paradigmatico, a riguardo, è il caso di Scientology, che dichiara oltre 27000 adepti [in Italia], numero decisamente abnorme e verosimilmente raggiunto calcolando tutti coloro che, almeno una volta, si sono sottoposti al famoso "test di misurazione della personalità" gratuitamente offerto, anche per corrispondenza, al fine d'incentivare l'ingresso nell'organizzazione.» Per quanto concerne il nostro paese, nel medesimo documento vengono attribuiti alla multinazionale circa 7000 affiliati.
 
[4] Nel 1997 la Germania ha risposto alla propaganda di Scientology con un comunicato ufficiale diffuso dall'Ambasciata Tedesca a Washington, Stati Uniti.
 
[5] A proposito del Reverendo Heber Jentzsch e del suo rapporto con i tribunali, ci sentiamo di riprendere un estratto dall'El Pais del 6 Febbraio 1999 (vedi qui per l'articolo completo):
 
«Per la prima volta in Spagna, La Chiesa di Scientology sarà sottoposta a un maxiprocesso. Dal primo Giugno, e fino a Settembre, la Audiencia di Madrid processerà per 12 reati 18 dirigenti e adepti dell'organizzazione, tra i quali il suo leader mondiale, lo statunitense Heber Jentzsch, che rischia una condanna fino a 30 anni per reati vari. [...] I 18 accusati [...] dovranno rispondere [...] di un totale di 12 reati: associazione illegale contraria a libertà e sicurezza sul lavoro, contraria alla salute pubblica, evasione fiscale, minacce, esercizio abusivo della professione, usurpazione di funzioni, sequestro di persona, lesioni, falsa denuncia, coazione e simulazione di reato.»
 
[6] Curiosa puntualizzazione, considerato che nel 1978 un tribunale parigino ha condannato in contumacia il fondatore di Scientology L. Ron Hubbard e tre Scientologisti a quattro mesi di reclusione per truffa e ad una multa di 35.000 franchi.
 
[7] Su infiltrazioni e molestie, non ci resta che rimandare il lettore alle sezioni Le Molestie ai Critici e Spionaggio.
 
[8] Rammentiamo che Scientology ha inaugurato su Internet uno spazio promozionale denominato "Incontra gli Scientologist On-Line", dove vengono archiviati i nominativi, lo Stato di appartenenza e informazioni di natura personale su circa 13.000 Scientologist sparsi per il mondo. Per ulteriori informazioni, vedi la sezione Internet.
 
[9] Dietro pagamento, s'intende; per informazioni vedi la sezione La Dottrina, alla voce "Alcune cifre". L'affermazione ci ha riportato alla mente il contenuto di una delle HCO Policy Letter di L. Ron Hubbard, datata 27 Settembre 1970 e parte delle "sacre scritture" della multinazionale. Il documento si intitola "PREZZI RIDOTTI" e comincia con le seguenti parole (maiuscole nell'originale):
 
«L'HCO PL del 27 Apr AD 15 [1965] "Engram sui Prezzi Organizzativi" è pienamente valida e va seguita. Spiega i motivi per cui le riduzioni dei prezzi danneggiano le Org [le chiese di Scientology]. Le riduzioni dei prezzi [dei servizi offerti], sotto qualsiasi forma, sono vietate. 1. UN'ORG NON DEVE MAI DARE PROCESSING [terapia] GRATUITO. [...] 2. UN'ORG O UN'ORG CHE SI OCCUPA DELLE PUBBLICAZIONI (PUBS ORG) NON DEVE MAI REGALARE I LIBRI.»
 
[10] Per una discussione introduttiva sulle problematiche connesse all'esenzione fiscale, si può cominciare a vedere questa sentenza (sfavorevole a Scientology) emessa dalla Commissione Tributaria Regionale per l'Emilia Romagna nel Settembre 1998. In quanto alle dichiarazioni del presidente della multinazionale, ci sentiamo di rispondere che non ci pare che "la corrente" stia "cambiando", considerato che appena due settimane prima dell'intervista, gli Scientologisti sotto processo in Francia per truffa sono stati riconosciuti colpevoli e condannati a pene detentive. Per approfondire, vedi la nostra rassegna stampa sul Processo di Marsiglia.
 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it