In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Rassegna stampa sul processo in Francia
 
Collezione di articoli tratti dalla stampa mondiale. Traduzione a cura di Martini.
 
Per maggiori informazioni vedi qui.
 
 
 
 
 
 
Il processo a Scientology si apre in Francia
 
BBC, 20 Settembre 1999.
 
 
In Francia sette membri della Chiesa di Scientology sono sotto processo con accuse di truffa.
 
Il processo, nella città meridionale di Marsiglia, in Francia, che ufficialmente considera il gruppo come setta pericolosa piuttosto che come religione, ha portato a nuove richieste per bandire Scientology.
 
Le accuse contro i sette imputati - che sembra abbiano ottenuto grandi quantità di denaro con mezzi fraudolenti dai compagni membri della setta - risalgono alla fine degli anni '80.
 
Il caso si è aperto tra le controversie per la scomparsa, dall'ufficio del pubblico ministero di Marsiglia, di 50 incartamenti di prove. Il Ministro della Giustizia Elisabeth Guigou - che ha sostenuto che la Francia dovrebbe considerare l'idea di bandire la setta - ha dichiarato che la perdita dei fascicoli è stata un semplice errore. La chiesa sostiene che sono stati deliberatamente distrutti.
 
Ma è la terza volta in un anno che prove contro gli Scientologisti francesi scompaiono. La corte ha rifiutato la richiesta della difesa di posporre il processo perché la perdita dei fascicoli "renderebbe impossibile un processo equo".
 
 
Un "Circo Romano".
 
La chiesa stessa, che sostiene di avere circa 40.000 seguaci in Francia - ha accusato il governo francese di "cercare di trasformare il sistema giudiziario in un "Circo Romano". "Per 10 anni questi imputati sono stati oggetto di incredibili molestie - prigione, media isterici nel corso dell'ultimo mese, e poi i fascicoli che avrebbero provato la loro innocenza sono stati distrutti", ha dichiarato Heber Jentzsch, Presidente della Church of Scientology International.
 
Il gruppo - che figura su un elenco del governo di 173 gruppi da seguire e scoraggiare dal praticare attività settarie - sostiene che i suoi membri sono soggetti a calunnie e persecuzione.  [1] 
 
 
Famosa tra le star di Hollywood.
 
Scientology, fondata nel 1954 dallo scrittore di fantascienza L. Ron Hubbard, insegna che la "tecnologia" [elaborata dal fondatore] può espandere la mente ed aiutare a risolvere i problemi umani.
 
La setta ha molti seguaci di alto profilo a Hollywood, compresi John Travolta, Tom Cruise e Nicole Kidman. Negli Stati Uniti la Chiesa di Scientology è considerata una religione. Tuttavia, un rapporto generale sulla libertà religiosa emesso dal Dipartimento di Stato ha evidenziato che il gruppo ha continuato a compilare relazioni su discriminazione e molestie in alcuni paesi Europei, compresa la Germania dove viene considerata organizzazione criminale.
 
 
 
Scientology cerca di ritardare il processo francese
 
Reuters, 20 Settembre 1999. Di Thierry Cayol.
 
 
Marsiglia - Francia, 20 Settembre (Reuters). Sette funzionari della Chiesa di Scientology sono stati mandati a processo lunedì in questa città portuale della Francia meridionale, accusati di truffa in relazione agli onorari addebitati ai membri del gruppo per la "purificazione spirituale".
 
Due uomini e cinque donne si trovano a rischiare una condanna fino a cinque anni di carcere per truffa, violenza e abuso della professione medica. Una donna, che ha inviato un certificato medico dalla sua abitazione di Los Angeles, è stata processata in contumacia.
 
I legali della difesa hanno chiesto di posporre l'udienza dopo che il tribunale ha rigettato la loro argomentazione che la scomparsa di prove legali del caso ha reso impossibile un processo equo.
 
Il giudice che presiede il processo, Marie-Annick Varlamoff, deciderà martedì se le obiezioni tecniche sollevate dagli imputati giustificano una posposizione. Il Pubblico Ministero Danielle Doux-Ayral e i legali delle due parti lese hanno dichiarato che il processo dovrebbe andare avanti.
 
È la terza volta in un anno che si riporta la sparizione di prove in casi che coinvolgono la Chiesa di Scientology. Il Ministro della Giustizia Elisabeth Guigou ha dichiarato che i documenti mancanti a Marsiglia sono stati eliminati per errore da impiegati del tribunale che credevano fossero relativi a una indagine che è stata conclusa.
 
La chiesa, che sostiene che i suoi membri francesi sono molestati e perseguitati, ha accusato i suoi oppositori di aver mosso una campagna diffamatoria, e di aver fatto pressioni sui giudici cercando di incolparli per un errore amministrativo.
 
Lo scorso Ottobre i legali dell'accusa parlarono di crimine dopo che importanti fascicoli relativi a un lunghissimo procedimento per truffa contro Scientology svanirono.
 
In un altro caso recente, sono scomparsi documenti quando i fascicoli sono stati trasferiti da un tribunale ad un altro. Ma un pubblico ministero ha affermato che erano stati ritirati a seguito di un ordine della corte, perché ottenuti in circostanze irregolari.
 
Il Presidente di Scientology Heber C. Jentzsch, in una dichiarazione inviata via fax da Los Angeles, ha affermato che si rivolgerà alla Commissione delle Nazioni Unite sui Diritti Umani perché "L'intolleranza religiosa del governo in Francia è arrivata al punto da minacciare il diritto ad un processo equo dei membri di minoranze religiose".  [2] 
 
Le autorità francesi, preoccupate dall'influenza di Scientology, stanno tenendo il gruppo sotto stretta sorveglianza. Alain Vivien, che dirige un comitato ministeriale che indaga sulle sette, l'ha definito movimento totalitario, e ha sollevato la possibilità di bandirlo.
 
"Il Sig. Vivien dovrebbe essere licenziato e il suo ufficio 'anti-sette' smantellato", ha risposto Jentzsch.
 
La scorsa settimana il Ministro dell'Interno Jean-Pierre Chevenement ha dichiarato che il gruppo dovrebbe essere tenuto sotto controllo, e una messa al bando andrebbe contro la libertà di pensiero sancita dalla Costituzione francese.
 
Negli Stati Uniti, dove è stata fondata nel 1954 dal defunto scrittore di fantascienza L. Ron Hubbard, Scientology è riconosciuta come religione. Sostiene di avere oltre otto milioni di seguaci nel mondo.  [3] 
 
Lo Stato francese non riconosce alcuna religione, ma concede agevolazioni fiscali e vantaggi legali alle maggiori fedi del paese - Cristiani cattolici e protestanti, Ebrei, Musulmani e Buddisti.
 
 
 
Richieste di posposizione rifiutate nel processo francese a Scientology
 
Reuters, 21 Settembre 1999.
 
 
Marsiglia - Francia, 21 Settembre (Reuters). Martedì un tribunale francese ha rigettato i tentativi di posporre il processo per truffa a sette funzionari della Chiesa di Scientology, a seguito della scomparsa di prove legali.
 
Il giudice che presiede il caso, Marie-Annick Varlamoff, ha respinto le obiezioni tecniche sollevate dai legali degli imputati lunedì scorso, ed ha ordinato il prosieguo dell'udienza.
 
I due uomini e le cinque donne sono accusate di atti illeciti in relazione ai corsi di purificazione spirituale organizzati dai membri della chiesa. Si trovano ad affrontare la prospettiva di una condanna fino a cinque anni per accuse di truffa, violenza e abuso della professione medica.
 
 
La chiesa di Scientology nega le accuse.
 
Gli avvocati della difesa hanno cercato di far posporre l'udienza, discutendo sul fatto che prove legali cruciali erano svanite, e che la controversia sulla sparizione rendeva impossibile un processo equo.
 
È la terza volta in un anno che documenti scompaiono in casi che coinvolgono membri di Scientology.
 
I detrattori della chiesa di Scientology hanno affermato di sospettare che il gruppo abbia manomesso i fascicoli.
 
Il Ministro della Giustizia Elisabeth Guigou ha dichiarato che i documenti mancanti a Marsiglia sono stati gettati via per errore da impiegati del tribunale che credevano si riferissero a un'indagine che era già stata chiusa.
 
 
 
Scientologisti a processo per truffa, violenza e ciarlataneria
 
Daily Telegraph, 21 Settembre 1999. Di Julian Nundy.
 
 
PARIGI. Sette funzionari della Chiesa di Scientology accusati di aver ottenuto con la truffa denaro da convertiti, e di abuso della professione medica ieri a processo a Marsiglia.
 
Alcune delle prove documentarie sono scampate alla distruzione.
 
Gli imputati, fra cui cinque donne, sono accusati di "malversazione, abuso della professione medica e violenza premeditata", reati compiuti tra il 1987 e il 1990. Si sostiene che sia in relazione a servizi come Dianetics, descritta come una "scienza mentale" tesa a "sopprimere le malattie e le sensazioni indesiderate".
 
La pubblica accusa afferma che hanno fatto pagare circa 120 sterline all'ora, con alcuni corsi di trattamento per "casi estremi" del prezzo di 1.500 sterline. Si tratta del secondo processo a funzionari di Scientology in Francia. Il primo, a Lione tre anni fa, ha visto sei imputati condannati con la condizionale per accuse simili, e uno condannato per omicidio non premeditato a seguito del suicidio di un seguace.
 
Il processo di Marsiglia è stato avvolto nello scandalo, dopo che questo mese è venuta alla luce l'inspiegabile distruzione di documenti della corte relativi al caso. Il processo segue una denuncia presentata 10 anni fa dal un dottore, Robert Polguer, che sostiene di aver pagato 137.000 sterline. Ieri i tre giudici si sono ritirati per quattro ore per riflettere sulla richiesta della difesa per una posposizione, a causa di quanto uno degli avvocati ha definito "un'atmosfera di linciaggio carica d'odio da parte dei media". La richiesta è stata rigettata. Gli imputati rischiano fino a cinque anni di prigione, e multe fino a 250.000 sterline.
 
L'8 Settembre il Ministro della Giustizia, Elisabeth Guigou, ha ordinato un'inchiesta sulla distruzione di oltre tre tonnellate di documenti della corte, alcuni dei quali erano prove raccolte per il caso di Scientology. I documenti facevano parte di una consegna distrutta alla fine dello scorso anno, per far posto ai nuovi fascicoli del tribunale principale di Marsiglia. È la seconda volta che in Francia scompaiono documenti legali relativi a Scientology.
 
L'anno scorso incartamenti riguardanti la Chiesa di Scientology - in Francia considerata ufficialmente una setta - scomparvero dal Palazzo di Giustizia di Parigi. Quel caso, ha detto la ministra Guigou, era differente. Allora "non si trattò di distruzione, ma di una scomparsa che fu ancora più inquietante. All'epoca non ci furono questioni di errore".
 
Il pubblico ministero ha dichiarato che il processo continuerà come previsto, ma ha sottolineato che dipenderà dai tre giudici decidere sull'importanza dei documenti mancanti, una volta che la corte sarà riunita. Quando il processo si è aperto, il pubblico ministero ha affermato che i documenti distrutti erano "sussidiari", e nel suo caso rimanevano prove sufficienti.
 
 
 
Il mistero dei "truffatori" della setta, e le prove della corte fatte a brandelli
 
The Express, 21 Settembre 1999. Di Jack Gee.
 
 
PARIGI. Sette leader della controversa setta Chiesa di Scientology sono andati ieri a processo, accusati di aver truffato i membri per migliaia di sterline.
 
Gli imputati, tutti francesi - fra cui cinque donne - si sostiene abbiano spinto nuovi membri ingenui a pagare fino a 550 sterline per "consulenze di salute", e 15.000 sterline per iniezioni di finte vitamine. Rischiano fino a dieci anni di carcere.
 
Il processo di Marsiglia si è aperto con l'accusa che la Chiesa di Scientology avrebbe collocato "talpe" fra il personale del tribunale e fra gli alti ranghi del sistema giudiziario francese.
 
Dieci giorni fa, il pubblico ministero ha scoperto che oltre tre tonnellate di prove contro gli imputati erano state fatte a striscioline. Il Ministro della Giustizia francese Elisabeth Guigou ha stabilito che a distruggere accidentalmente documenti vitali, cassette audio e video sono stati funzionari del tribunale, e ha ordinato il prosieguo delle udienze.
 
Il giudice ha respinto l'affermazione di Xavier Delamare, che dirige Scientology nella Francia meridionale, che potrebbe esserci un processo iniquo a causa del sospetto sulle prove mancanti.
 
Da lungo tempo la setta è sotto tiro per abuso della professione medica. Il costo di una "consulenza" con uno scientologista spazia tra le 50 e le 550 sterline. Le sedute di sauna per "espellere droghe e tossine" - una frase amata dalla setta - con iniezioni di vitamine costano fino a 15.000 sterline. Delamare insiste: "La Chiesa di Scientology non truffa nessuno. Tutti i suoi membri sono liberi di andare e venire come desiderano. È falso che siano soggetti a pressione psicologica".
 
Ma due ex membri, Jean-Jacques Greneron e Raymond Scapilleto, diranno alla corte di essere stati vittime di pratiche fraudolente per la vendita di cure e terapie. La setta, fondata dallo scrittore di fantascienza Ron Hubbard nel 1954, afferma di avere otto milioni di seguaci su cui impone disciplina di ferro e a cui richiede lealtà acritica.
 
Un rapporto parlamentare francese l'ha accusata di "destabilizzare la mente dei membri", e di fare loro "richieste finanziarie esorbitanti", ma il gruppo è ancora legale in Francia.
 
I suoi membri famosi comprendono Tom Cruise, la moglie Nicole Kidman e John Travolta, che ha affermato che la "chiesa" è bersaglio di persecuzioni.
 
Il presidente di Scientology, Heber C. Jentzsch, da Los Angeles ha dichiarato che denuncerà alla Commisisione delle Nazioni Unite sui Diritti Umani il fatto che l'intolleranza religiosa del governo francese minaccia il diritto ad un processo equo ai membri delle minoranze religiose.
 
La setta accusa gli oppositori di campagne diffamatorie, ma questa è la terza volta in cui documenti vitali in casi che coinvolgono Scientology spariscono. La Francia, con 45.000 [presunti] membri di Scientology, provvede a un decimo del bilancio di 60 milioni di sterline annue della setta.
 
 
 
Gli scientologisti "sono penetrati nello stato francese"
 
Independant, 21 settembre 1999
 
 
Si prevede che le pratiche mangia-soldi della Chiesa di Scientology saranno messe a nudo al processo aperto ieri a Marsiglia, in un'atmosfera prossima alla paranoia per la penetrazione di Scientology nello stato e nel sistema giudiziario francese.
 
Sette dirigenti della setta della Francia meridionale sono accusati di aver truffato ex adepti per cifre fino a 15.000 sterline, vendendo corsi di "purificazione" pseudo-scientifici che hanno lasciato le vittime più psicologicamente disturbate di quando avevano cominciato.
 
Il processo è divenuto celebre due settimane fa, quando è stato reso noto che cinque cartoni di documenti d'accusa sigillati erano misteriosamente scomparsi. È la terza volta che documenti legali di casi contro scientologisti scompaiono in Francia, negli ultimi tre anni. Due inchieste hanno concluso che i documenti sono stati distrutti per sbaglio. Tuttavia, in Francia un'inchiesta sulle sette ha concluso che il governo dovrebbe prendere in considerazione "senza ritardi... se certi servizi dello Stato siano stati infiltrati dalle sette".
 
Ieri i legali che difendono gli scientologisti accusati - cinque donne e due uomini - hanno contestato per l'impossibilità di fare un processo equo nel clima di caccia alle streghe in corso in Francia. La richiesta è stata rigettata. I sette sono accusati di aver imbrogliato 10 persone per somme che vanno dalle 2.400 alle 15.000 sterline, in un periodo che va dal 1987 al 1990. L'accusa sostiene che le vittime sono state indotte o ricattate per pagare 120 sterline all'ora per corsi di "Dianetica" e "scienza mentale" per purificare la mente e rimuovere "sensazioni indesiderate".
 
La Chiesa di Scientology è stata fondata dallo scrittore americano di fantascienza L. Ron Hubbard nel 1954. Afferma di avere 8 milioni di seguaci nel mondo, e 10.000 in Francia, spesso persone danarose e istruite. Nel 1997 sei scientologisti sono stati condannati con la condizionale, a Lione, per truffa.
 
I funzionari della setta presenti ieri a Marsiglia hanno affermato che la chiesa èa attaccata dallo stato francese, che ha abbandonato il suo impegno per la "tolleranza religiosa".
 
Diversi uomini politici hanno richiesto che Scientology venga messa fuori legge. Ieri Le Figaro ha riportato che scientologisti e altre sette hanno fatto tentativi per penetrare il sistema giudiziario francese. Dei 600 giudici istruttori di Parigi, "almeno quattro o cinque" apparterrebbero a "sette considerate pericolose", ha riportato il quotidiano.
 
 
 
Note
 
[1] Le affermazioni della multinazionale appaiono seguire le linee strategiche generali adottate dal management dell'organizzazione, il quale invoca la protezione delle garanzie accordate alla religione per ciascuna attività nella quale è coinvolta. Scientology presenta regolarmente se stessa come una "minoranza religiosa perseguitata" esclusivamente per le sue credenze di natura religiosa, e non al contrario soggetta a riserve e maggiori controlli a seguito di condanne subite in tribunale per l'accertata commissione di attività illegali in campi che esulano dalla sfera religiosa. Per una nota esaustiva sull'argomento, vedi qui.
 
[2] Scientology è sotto processo nel nostro paese da tredici anni (1986-1999). È stata condannata per "associazione per delinquere" da due distinte sezioni giudicanti della Corte d'Appello di Milano, sentenze successivamente annullate dalla Corte di Cassazione per "vizi procedurali" connessi alla natura religiosa dell'associazione, la quale è stata per l'ennesima volta rinviata a nuovo giudizio il 10 Ottobre 1997. Per approfondire, vedi la sezione Tribunali.
 
[3] Fino ad ora il management di Scientology ha dichiarato dagli 8 ai 15 milioni di affiliati nel mondo, mentre i ricercatori ne contano da 100.000 a un milione. Anche secondo il recente Rapporto del Dipartimento di Pubblica Sicurezza (Febbraio 1998), le statistiche sono gonfiate a scopo promozionale:
 
«Paradigmatico, a riguardo, è il caso di Scientology, che dichiara oltre 27000 adepti [in Italia], numero decisamente abnorme e verosimilmente raggiunto calcolando tutti coloro che, almeno una volta, si sono sottoposti al famoso "test di misurazione della personalità" gratuitamente offerto, anche per corrispondenza, al fine d'incentivare l'ingresso nell'organizzazione»
 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it