In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Etica di Scientology: manipolazione e intrappolamento (Prima parte)

Il modo in cui viene usata all'interno per piegare la volontà individuale.

Di Samba-riò (ex staff italiano) con la collaborazione di Simonetta Po, ottobre 2003.
(Si veda anche Viaggio nel mondo dell'Etica di Scientology).

 



Introduzione

La Chiesa di Scientology viene da più parti accusata di indottrinare i propri membri al punto da alienarli dal mondo esterno e rendere loro molto difficile l'uscita dal gruppo.

Naturalmente il livello di indottrinamento non è uguale per tutti ed aumenta con l'aumentare del tempo di permanenza, della quantità di corsi e procedimenti a cui ci si è sottoposti, dall'essere o meno "staff" della chiesa, dal mantenimento di contatti con non scientologist e da un insieme di altri fattori, non ultima la predisposizione personale.

Fin dall'inizio il membro della chiesa viene progressivamente indottrinato alla fobia (ad esempio: il mondo esterno è popolato da "umanoidi che non ci stanno nemmeno provando"; psichiatria e psicologia sono responsabili dei mali del mondo e quindi da eliminare; chiunque sollevi critiche al movimento - per quanto fondate e legittime possano essere - viene percepito come nemico da combattere e da cui allontanarsi; ecc.), all'accettazione acritica del dogma (ad es. l'unico motivo per cui non si è d'accordo con quanto Hubbard dice è che si è "oltrepassata una parola malcompresa", per cui i disaccordi vengono "cancellati" dalla ricerca e "chiarimento" di parole di cui si pensa di non aver compreso appieno il significato in tutte le sue diverse accezioni; all'interno del movimento è espressamente vietato discutere gli insegnamenti del fondatore; ogni dubbio proviene da parole "malcomprese" o da "atti contro sopravvivenza" e così via). Inoltre la pervasività di influenza e indottrinamento è tale che oltrepassato un certo livello di affiliazione diventa estremamente difficile lasciare il gruppo (es. chi se ne va è un "essere degradato" poiché ha conosciuto la verità e l'ha rifiutata, quindi è destinato all'oblio spirituale; chi se ne va perderà il rispetto di amici e familiari ancora nel gruppo, o verrà addirittura tagliato fuori con la pratica della "disconnessione" ecc.).

Per subire l'indottrinamento di Scientology e rimanere intrappolati al suo interno è necessario conoscerne gli assiomi di base [1]. Una semplice conoscenza non è comunque sufficiente. Si deve credere in essi e considerare tutto ciò che Hubbard ha scritto come vero, già sperimentato e funzionale. Per questo motivo la parola "assioma" andrebbe meglio sostituita con la parola "dogma":

È già da un pezzo che abbiamo superato il traguardo di una tecnologia che funzioni in modo uniforme.
Ora si tratta soltanto di farla mettere in pratica.
Se la tecnologia non viene applicata, non verrà dato ciò che si promette. così, semplicemente. Se fai applicare la tecnologia allora puoi dare ciò che si promette.
(L. Ron Hubbard - HCO PL 7 febbraio 1965, Mantenere Scientology in funzione)
Se lo scientologist ha compreso e accettato i dogmi su cui è basata Scientology (percorso che per lui non ha alternative se non quella di andarsene) la manipolazione potrà avvenire senza l'intervento massiccio di azioni coercitive. I fondamenti stessi di Scientology hanno una natura ricattatoria estremizzata a livello tale da "non lasciare vie d'uscita" - se il seguace accetta ogni insegnamento in modo totalmente acritico, come troppo spesso avviene, finirà per rimanerne intrappolato.

La pressione coercitiva, fisica e mentale, aumenta man mano che si avanza sulla scala gerarchica: è minore verso chi riceve i servizi (Pubblico) e cresce notevolmente verso chi lavora a tempo pieno per la Chiesa di Scientology, vale a dire gli Staff delle Organizzazioni (Org) e i Membri della Sea Org (il vertice paramilitare di Scientology).


Ragnatela

La filosofia di L. Ron Hubbard è composta da un numero notevole di dogmi strettamente legati tra loro da passaggi apparentemente logici. Questi passaggi creano un percorso molto ampio, una specie di copertura a 360 di ogni aspetto dell'esistenza. Così lo scientologist non solo deve capire i singoli dogmi, ma anche i passaggi logici che li tengono uniti. Quando sarà giunto a questa "illuminazione" la ragnatela avrà circondato ogni area della sua vita. Ovviamente il sistema veglierà su di lui per impedire ogni deviazione dalla filosofia hubbardiana.

La funzionalità di questo metodo basato sulla rete invisibile della manipolazione sta innanzitutto nella finezza delle maglie della rete stessa. Non ci sono possibilità di fuga e non passa quasi nulla.


Logiche conseguenze

I dogmi di Scientology hanno due caratteristiche peculiari: la prima è che sono assoluti e non danno possibilità di scelta:

Nel momento in cui qualcuno si iscrive, consideralo come qualcuno che si è unito a noi per la durata dell'universo: non permettere mai un approccio "a mente aperta". Se vuole andarsene, che lo faccia, e in fretta. Se si sono iscritti, sono a bordo, e se sono a bordo, sono qui alle stesse condizioni del resto di noi: vincere o morire nel tentativo. Non permetter loro mai di essere incerti sull'essere o no degli Scientologi.
(L. Ron Hubbard - HCO PL 7 febbraio 1965, Mantenere Scientology in funzione)
La seconda caratteristica è che accoppiati tra loro e in combinazioni che possono essere infinite, tali dogmi inducono sempre alla manipolazione del pensiero e del comportamento. Funzionano come dei sillogismi [2] in cui le premesse possono essere più di due.

Alcuni importanti dogmi di Scientology che possono essere usati come esempio sono:

  1. L'essere spirituale (Thetan) è immortale e con poteri che lo rendono simile agli dèi. Il Thetan può ottenere ciò che vuole se solo lo desidera:
    Thetan: La personalità e l'essere che l'individuo è realmente e che è consapevole di essere consapevole ed è normalmente ed ordinariamente la "persona" e chi l'individuo pensa di essere. Il thetan è immortale e dotato di capacità ben superiori a quelle sinora previste per l'uomo.
    (L. Ron Hubbard - Scientology 8-8008).
  2. Il Thetan è intrappolato nell'universo fisico e ha perduto i suoi poteri:
    L'uomo è prigioniero di un labirinto immenso e intricato. Per uscirne, deve seguire il cammino accuratamente tracciato di Scientology.
    Scientology lo porterà fuori dal labirinto. Ma soltanto se seguirà le esatte indicazioni nei tunnel.
    (L. Ron Hubbard - HCO PL 14 febbraio 1965, Salvaguardare la tecnologia).
  3. Solo la Tecnologia di Scientology può liberare il thetan e ripristinare i suoi poteri originali. La Tecnologia porta quindi alla libertà totale per l'essere individuale e per l'intera umanità.

  4. C'è poco tempo per ottenere la libertà totale. L'alternativa è un'orribile eternità di oblio spirituale:
    In questo momento in questo luogo, forse solo per un fuggevole istante, abbiamo questa possibilità. Diventare liberi e farcela [] Vi consiglio vivamente di darvi da fare; non gettate al vento questa breve tregua nell'eternità.
    (L. Ron Hubbard, Da Clear all'Eternità)
  5. La tecnologia di Scientology funziona nel 100% dei casi, non dev'essere modificata e non può essere migliorata.

  6. Qualsiasi parte della tech ha un valore elevatissimo. Quindi qualsiasi applicazione della tech è migliore di nessuna applicazione:
    Qualunque auditing è sempre meglio che nessun auditing.
    (L. Ron Hubbard - HCO B 8 febbraio 1962, Withhold mancati)
  7. Il Bank [3] è la fonte unica di ogni cosa che influenza negativamente il Thetan e che ne inibisce le potenzialità.
Questi elencati rappresentano bene i dogmi principali, ma ne esistono così tanti che descriverli tutti sarebbe un compito arduo. Spesso non si tratta di dogmi enunciati in poche parole, ma di veri e propri concetti allargati e trattati da L. Ron Hubbard in decine e a volte in centinaia di pagine o di ore di conferenza.

Comunque vediamo cosa succede se a uno scientologist in difficoltà finanziarie viene proposto l'acquisto di servizi che non può permettersi. Alle sue obiezioni il venditore (Registrar o Reg) risponderà:

«Sei un thetan quindi se vuoi puoi farcela. In questo momento è il bank che parla al posto tuo. L'auditing lo devi iniziare subito perché altrimenti ti troverai in grossi guai.» (Combinazione di A + G + D).
Se lo scientologist dice che deve lavorare 12 ore al giorno per pagare i debiti, che ha poco tempo ed è sempre molto stanco per cui l'auditing risulterebbe scadente, il Reg ribatterà:
«La cosa migliore da fare è ricevere auditing SUBITO. Dopo che l'avrai fatto i tuoi affari esploderanno perché grazie alla tech sarai più abile e riuscirai anche ad avere più tempo a disposizione. Inoltre i soldi che ci dai servono all'espansione immediata di Scientology quindi rappresentano un contributo alla salvezza del pianeta.» (Abile combinazione di F + C + A + D).
L'azione di vendita ha buone probabilità di successo poiché registrar e scientologist sono d'accordo sugli stessi principi. Quando ciò avviene i soldi non sono un problema: prima o poi verranno trovati.

Il saggio che segue vuole analizzare l'Etica di Scientology, sistema in cui il metodo di coercizione e manipolazione ideologica descritto in precedenza viene ampiamente usato.

 
 


Overt e Withhold

Overt e Withhold costituiscono l'ossatura di molte pratiche controverse. Gli atti Overt sono definiti come:

Atti di omissione o commissione che fanno il minor bene per il minor numero di dinamiche o il maggior danno al maggior numero di dinamiche. Sono quelle cose che una persona fa e che non vorrebbe che succedessero a lei.
(L. Ron Hubbard, Introduzione all'Etica di Scientology, New Era Publications, ed. 1989)
Mentre col termine Withhold si intende:
Trasgressioni non rivelate contro un codice morale al quale la persona era vincolata, cose che la persona ha fatto e di cui non parla. Un withhold è una manifestazione che viene sempre dopo un overt. Qualunque withhold viene dopo un overt.
(L. Ron Hubbard, Introduzione all'Etica di Scientology)
Le dinamiche sono quelle spinte verso la sopravvivenza nei confronti di tutti gli aspetti della vita: se stessi, il sesso e la famiglia, i gruppi, l'umanità, la flora e la fauna, l'universo fisico, lo spirito e l'essere supremo.

Un Overt può danneggiare una certo numero di dinamiche oppure provocare il minor bene su più dinamiche. Esempio: se compio una strage provoco dei danni a me stesso, la mia famiglia, il gruppo a cui appartengo e l'umanità. Se invece colpisco un criminale che sta danneggiando un gruppo costruttivo non solo faccio del bene a quel gruppo, ma anche a tutte le persone e aree che da esso traggono beneficio. Le dinamiche sono quindi strettamente intrecciate tra loro.

La ragnatela ideologica (vedi Introduzione) afferma in modo imperativo che Scientology è la cosa di maggior valore nell'universo:

L'intero futuro agonizzante di questo pianeta, ogni singolo Uomo, Donna e Bambino su di esso, e il tuo destino stesso, per i prossimi infiniti trilioni di anni dipendono da ciò che fai ora e qui, con e in Scientology.
Questa è un'attività mortalmente seria. E se non ce la faremo ad uscire dalla trappola ora, forse non avremo mai più un'altra occasione.
(L. Ron Hubbard, HCO PL 7 febbraio 1965, Mantenere Scientology in funzione)
Quindi tutto ciò che la contrasta è un Overt. Allo stesso modo, se non si è bravi scientologist si causa il minor bene su tutte le dinamiche.

Dato che l'Overt può essere di commissione (fare qualcosa) o di omissione (non fare qualcosa che andava fatto) si ha l'impressione che questi due concetti siano equivalenti e che il non fare sia messo allo stesso livello di gravità del fare.

A quanto detto sopra sono associati molti fenomeni importanti:

Sparizione (In gergo Blow): se ci si allontana da qualcosa (persona, area o gruppo) senza un motivo valido ciò avviene perché si sono accumulati molti Overt e Withhold nei suoi confronti. Secondo Hubbard il meccanismo è alimentato a livello inconscio:

Anni fa ho scoperto e dimostrato che l'Uomo è fondamentalmente buono. Questo significa che la personalità fondamentale e le intenzioni di base dell'individuo, verso se stesso e verso gli altri, sono buone.

[...]

Quando una persona fa qualcosa che è fuori etica (danneggia la propria e altrui sopravvivenza) cerca di riparare questo danno. Di solito finisce per avere un crollo (un crollo mentale e/o fisico di un'intensità tale che l'individuo non è più in grado di operare in modo causativo.)
(L. Ron Hubbard, Introduzione all'Etica di Scientology)

Due dogmi su cui è messa una grande enfasi affermano che l'uomo è fondamentalmente buono e che ha un senso innato dell'etica. A questo si aggiunge il concetto relativo al Bank (o mente reattiva) considerato la causa unica di tutte le aberrazioni. È il Bank che induce l'uomo a commettere Overt che poi vengono trattenuti e si trasformano in Withhold. Pur essendo buono egli non riesce a fermarsi e ha un crollo. Allo scopo di ripristinare la sua etica si allontana dal gruppo per non danneggiarlo più.

Visto che Scientology è l'unica via di salvezza per l'umanità, se ne deduce che non esiste un motivo valido per allontanarsi da essa. Quindi tutti i Blow da Scientology sono causati da O/W (Overt e Withhold). Così funzionano i sillogismi generati dalla ragnatela ideologica.

Criticismo (in gergo Natter): anche le critiche eccessive e non motivate nascondono O/W nei confronti del soggetto criticato. L'azione è puramente aberrata: ha lo scopo di sminuire il bersaglio degli atti distruttivi per giustificarli e renderli meno gravi. Dato che secondo Hubbard Scientology ha una tecnologia valida al 100%, come corollario si può dire che qualsiasi critica a essa rivolta è immotivata e causata unicamente da crimini nascosti.

Mostrami qualunque persona che sia critica verso di noi e ti mostrerò crimini e crimini che ha intenzione di commettere, che farebbero rizzare i capelli a un magistrato.
(L. Ron Hubbard, HCO B del 4 aprile AD15, Rotture di ARC e Withhold mancati)

Declino dell'Essere:

Quando una persona scopre che sta commettendo troppi atti dannosi contro le dinamiche, diventa il proprio carnefice. Ciò fornisce la prova che l'Uomo è fondamentalmente buono. Quando scopre che sta commettendo troppi atti malvagi allora, in modo causativo, inconscio o involontario, l'Uomo si riporta in etica autodistruggendosi e si rovina da solo senza l'aiuto di nessun altro.
(L. Ron Hubbard, Introduzione all'Etica di Scientology).
Secondo Hubbard siamo esseri spirituali immortali (Thetan) dalle abilità infinite. I Thetan vivono in corpi di carne e hanno dimenticato le loro capacità. Sono giunti a questo livello estremo di degradazione solo perché hanno iniziato a commettere atti Overt. Pare che ciò faccia perdere all'essere la sua potenza e lo renda succube dell'universo fisico. Quindi non si tratta solo del tempo presente e degli ambienti che si frequentano. Il concetto ha un valore totalizzante e universale. Coincide con l'inizio del tempo.

Withhold Mancati: un Withhold mancato è un Overt che è stato quasi scoperto e perciò restimolato. Esempio: il marito torna a casa dopo aver tradito la moglie che gli dice di sentire uno strano profumo. Così lui si chiede se lei si sia accorta o meno dell'infedeltà.

Secondo LRH gli scoppi di rabbia o i disaccordi (in gergo "Rotture di ARC") dipendono esclusivamente da Withhold mancati. O meglio: si presume che l'arrabbiarsi all'interno di Scientology derivi sempre da questo motivo nascosto. Perché ci si dovrebbe alterare nell'ambiente mentalmente più sano del pianeta?

Motivatori:

Motivatori: considerazioni e drammatizzazioni di essere stato danneggiato dalle azioni di un altro o di un gruppo, e che sono caratterizzate da lamentele continue, senza intraprendere nessuna vera azione per risolvere la situazione.
(L. Ron Hubbard, Introduzione all'Etica di Scientology)
Si presume che il motivatore nasconda un Overt simile compiuto verso la persona o gruppo oggetto della lamentela. Il concetto sembra uguale a quello del criticismo o del Withhold Mancato che genera Rotture di ARC: ti lamenti o non sei contento perché hai fatto tu qualcosa di brutto.

In realtà si tratta di variazioni minime che rendono l'Etica di Scientology in grado di avere una contromisura per ogni situazione, così come i singoli fili di una ragnatela, intrecciandosi tra loro, la rendono compatta e avvolgente.

Soppressivi e PTS: un soppressivo (SP) è una persona i cui scopi sono distruttivi. Il PTS (Sorgente Potenziale di Guai) è la vittima succube dell'SP. Per diventare così malvagio un SP deve aver accumulato dei grossi Overt negli infiniti trilioni di anni delle sue vite precedenti. Egli continua a drammatizzare nel presente gli orribili Overt del passato. Ma anche un PTS, per diventare tale, deve aver accumulato Overt e Withhold nei confronti del soppressivo. Ciò gli fa avere un crollo. il meccanismo che provoca un calo di causatività verso l'oggetto contro cui si commettono atti Overt.


Applicazioni

Il quadro che ne esce è preoccupante: pare che Overt e Withhold abbiano un enorme potere aberrante e che siano la causa principale del nostro declino spirituale. Sembra proprio che il liberarci dal loro peso sia fondamentale per la nostra rinascita e per riuscire a condurre una vita felice.

Secondo Hubbard esistono due modi per eliminarli:

    1) raccontandoli a un auditor,
    2) scrivendoli.

Qui entra in gioco un vecchio dogma relativo all'auditing: se si è in grado di vedere qualcosa esattamente per ciò che è, quella cosa si cancella:

As-Is: vedere una cosa qualsiasi esattamente com'è, senza alcuna distorsione o bugia, in quel momento essa svanirà e cesserà di esistere.
(L. Ron Hubbard, Dizionario Tecnico di Dianetics e Scientology)
Stiamo parlando della cancellazione di episodi o di pensieri che hanno un potere aberrante sulla persona e gli O/W vengono presentati come "la madre di tutti i guai". Quindi raccontare all'auditor l'Overt commesso, oppure scriverlo, è il modo migliore per cancellarlo. Di conseguenza anche un episodio di perversione sessuale dev'essere descritto nei dettagli. Lo scopo principale è quello di togliere la carica aberrante. Ma a ciò sono anche connessi risvolti ricattatori e la sottomissione dello scientologist tramite la violazione brutale della sua privacy: infatti il "vedere esattamente una cosa per quello che è" comporta ad esempio il racconto minuzioso delle proprie esperienze sessuali.

Scrivere Overt e Withhold è una delle pratiche più bizzarre e controverse di Scientology. Si fa in diverse circostanze ma sempre all'inizio di un'azione di etica, quando c'è qualcosa che non va nella disciplina, in modo che lo scientologist ripristini l'atteggiamento che ci si aspetta da lui.

Lo scopo dello scrivere O/W è di eliminare il peso aberrante delle azioni malvagie per ottenere un aumento del senso di responsabilità. In Scientology senza responsabilità non può esserci progresso.

La differenza tra scrivere ed essere auditi sta tutta nel tipo di contabilità. Nel primo caso gli O/W sono messi giù nei dettagli e di proprio pugno, nel secondo caso è l'auditor che ne fa un resoconto. Per ovvi motivi, creano più imbarazzo all'autore quelli scritti di persona.


La Moltiplicazione

Nel corso della sua militanza lo scientologist rivela all'auditor (o scrive) centinaia e forse migliaia di Overt e Withhold. Nelle circostanze in cui è richiesto che si debbano tirare fuori, ne emergeranno sempre una certa quantità.

Si può obiettare che le affermazioni di Hubbard dovrebbero scontrarsi con la pratica. Un critico o chi se ne vuole andare, se messo a scrivere o a rivelare O/W, ne troverà pochi o nessuno. Questo perché Scientology non è ciò che dichiara di essere, e lasciarla o criticarla non è un crimine. Ma la realtà è che chiunque passi attraverso questa pratica finisce per trovarne sempre una grande quantità. Ciò non deve far sospettare che la "tecnologia di etica" funzioni. Sono proprio i fondamenti di Scientology a garantire una sorta di moltiplicazione infinita dei "crimini" commessi.

Rivediamo alcuni dogmi già descritti nell'introduzione e analizziamo il loro rapporto con O/W:

Thetan: L'essere spirituale (Thetan) è immortale e con poteri che lo rendono simile agli dèi. Il Thetan può ottenere ciò che vuole se solo lo desidera.
Poiché un Overt è un atto di commissione (fare) o di omissione (non fare), i due concetti sommati creano artificiosamente una grande quantità di Overt (e relativi Withhold). Il trucco sta nel paragonare un comune mortale a un semidio e poi dirgli che lui stesso è la causa di ciò che non è riuscito a ottenere. Il comune mortale, per colpa dei suoi umanissimi limiti, trascina con sé molte cose non fatte ed errori. nell'ordine naturale delle cose non essere perfetti. Ma nell'Etica di Scientology ogni minima imperfezione può essere trasformata in Overt.
Chiarire il Pianeta: solo la Tecnologia di Scientology può liberare il Thetan e ripristinare i suoi poteri originali. La Tecnologia porta alla libertà totale per l'essere e per l'intera umanità.

C'è poco tempo per ottenere la libertà totale. L'alternativa è un'orribile eternità di oblio spirituale.

La salvezza non è individuale ma collettiva: dobbiamo farcela tutti.

Trovandosi a bordo e partecipe della missione di salvezza del pianeta lo scientologist è bombardato da una serie infinita di doveri (disseminare Scientology, pagare corsi sempre più costosi, contribuire alle tante corporazioni della Chiesa di Scientology, studiare, addestrarsi e applicare i dati studiati, ecc ecc). I doveri sono sempre in eccesso rispetto a ciò che è possibile fare. Hubbard ha detto che il pianeta dev'essere salvato da un destino di aberrazione senza fine e che l'unica possibilità di salvezza passa attraverso Scientology. Inoltre il tempo per compiere questa missione è limitato.

La massa enorme di cose da fare, e il fatto che il non farle condanni l'umanità a un futuro di disperazione, aumenta notevolmente la quantità potenziale di Overt e Withhold. Un esempio - e ce ne sarebbero tanti - è quello del proselitismo (in gergo Disseminazione). Più persone si tirano dentro la Chiesa meglio è. Tutte volte in cui si poteva parlare a qualcuno di Scientology e non lo si è fatto possono diventare altrettanti Overt.

La moltiplicazione è infinita. Per esempio esistono gli Assist che sono delle tecniche per alleviare dolori, traumi e ferite. Se uno scientologist vede un incidente dovrebbe fermarsi, prendere il controllo della situazione e praticare un assist alle vittime. Come è facile immaginare, raramente un adepto può avere la presenza di spirito e il fegato per fare un'azione del genere. Ma gli assist, nel loro insieme, costituiscono solo una piccola parte delle tecniche che devono essere applicate a tutti i costi.

L'ossessione per l'unica via di salvezza si accoppia con quella di una tecnologia infallibile.

La tecnologia di Scientology funziona nel 100% dei casi, non dev'essere modificata e non può essere migliorata.
Poiché Hubbard ha scritto tutto e il contrario di tutto e distribuito consigli a destra e a manca, ogni singola cosa deve essere applicata così come è scritta mentre la sua applicazione è resa spasmodica dalla catastrofe imminente.

Quindi altri Overt possono essere tutti i momenti in cui, nella vita, non si sono applicati i consigli di Hubbard. La vita quotidiana può diventare una fonte inesauribile di atti distruttivi.

Giustificazione: quando si audisce un Overt, la procedura contempla la domanda: «In che modo l'hai giustificato?» Se non c'è l'ago libero (F/N) si chiederà «in che altro modo l'hai giustificato?» fino a F/N.

Il concetto è molto importante. Si parla sempre di giustificazione come di una scusa usata per sminuire l'Overt. Togliere certe azioni dal contesto che le ha generate le fa ricadere nella categoria degli Overt, anche se in realtà non lo sono.

Esempio: se scrivo il presunto Overt «Ho lasciato il posto di lavoro per andare a trovare il mio migliore amico che era in fin di vita in ospedale », il funzionario di etica (Ufficiale di Etica, in gergo E/O) me lo farà riscrivere togliendo «Per andare a trovare il mio migliore amico che era in fin di vita all'ospedale», perché si tratta di una giustificazione. «Ho lasciato il mio posto di lavoro» e basta. Quello è l'Overt.

Codici: Scientology impone molti codici dallo standard elevato tra cui il Codice dell'Auditor, il Codice dello Scientologo, i 10 punti di Mantenere Scientology in Funzione. Inoltre ci sono i codici della società comune che l'aderente a Scientology è comunque tenuto a rispettare.

La nostra società ci mette di fronte a una lunga serie di leggi, regole, obblighi e doveri che, uniti, formano una forte pressione sociale. A questa si aggiunge la pressione interna di Scientology. Evitare di trasgredire a tutte queste norme, non cadendo sia nell'omissione che nella commissione, è impossibile. Sul fronte Scientology la massa di regole è debordante e contraddittoria. La contraddittorietà serve ad alimentare l'enorme fabbisogno di Overt e Withhold con cui la Chiesa di Scientology indebolisce i propri adepti. Se un'azione non appare distruttiva secondo la chiave di lettura basata su uno scritto di LRH, la diventerà usando un altro scritto.

Ad esempio tra gli "alti crimini" elencati e puniti dall'Etica di Scientology troviamo: «Qualsiasi reato maggiore (come ad esempio omicidio volontario, incendio doloso) a danno di persone o proprietà», e l'opuscolo "La via della Felicità" raccomanda di «non fare niente di illegale» dove per atti illegali si intendono azioni «proibite da regolamenti ufficiali o dalla legge».

Viceversa Hubbard informa che «La nostra occupazione non è fare i bravi ragazzi. La nostra occupazione è diventare liberi e far sì che l'organizzazione abbia una produzione strepitosa. Quindi a Etica non interessa nient'altro se non (a) far sì che la tecnologia sia "in", che sia in uso e che sia in uso correttamente, e (b) fare aumentare la produzione e far andare avanti l'organizzazione strepitosamente. Quindi se un membro dello staff fa aumentare la produzione mostrando una statistica personale eccellente, Etica di sicuro non è interessata» [4]. Se ne deduce che il membro dello staff può commettere azioni illegali - anche se la cosa è vietata - purché abbia una produzione elevata. Paradossalmente potrebbe diventare un Overt non aver fatto azioni illegali. A riprova il fatto che Hubbard, nell'illustrare e commentare la storia di Simn Bolvar e Manuela Senz, giudica riprovevole il fatto che Manuela non avesse mai consegnato «alle truppe di colore la figlia di qualche famiglia che le inveiva contro, dicendo poi: "Qual è la prossima famiglia che parla troppo?"» [5].


L'ostacolo verso la Libertà Totale

Ma il fattore più importante di moltiplicazione degli O/W è quello relativo alla natura stessa dell'Etica di Scientology. Secondo Hubbard se l'etica non è "in" (in = qualcosa che c'è dove dovrebbe esserci) la tecnologia non può funzionare. Poiché la tecnologia è essenziale per l'espansione di Scientology e per la salvezza dell'umanità, non appena l'individuo ha problemi di etica deve risolverli prima di poter proseguire, altrimenti non avrà alcun beneficio dalla tecnologia e il progresso in Scientology gli verrà negato.

Per chi fa parte del Pubblico (scientologist non staff) l'intoppo è proprio quello di dover arrestare il cammino verso la tanto desiderata libertà totale. Per chi lavora nello staff il problema è ancora più drammatico poiché si attirerà l'ostracismo del gruppo e gli verrà tagliata o tolta del tutto la già misera paga. L'emarginazione dal gruppo porterà a essere distolti dallo scopo elevato (che nel suo ordine di valori è il più importante di tutti), scopo per il quale sta facendo tanti sacrifici.

L'azione disciplinare (da semplice ciclo di etica o qualcosa di più pesante come l'RPF [6]) diventa il passaggio obbligato per poter riprendere il proprio progresso in Scientology.

Poiché all'inizio di ogni azione di etica si scrivono Overt e Withhold, superare questa "prova nella prova" è di vitale importanza per il futuro dello scientologist.


Serve davvero?

Nella sua smania di proclamare concetti dogmatici Hubbard ha dato alle sue procedure un valore universale: tutti, indistintamente, le devono applicare nell'esatta sequenza da lui stabilita a priori. Per esempio l'auditing del Rundown delle Droghe viene imposto a tutti, anche a chi non ha mai assunto droghe, alcool o psicofarmaci. L'auditing del Livello 0, che dovrebbe migliorare il livello di comunicazione, viene fatto fare anche a chi è completamente estroverso e non ha problemi di comunicazione.

Generalmente le procedure di etica e le tecniche relative a O/W danno risultati su persone che hanno gravi problemi dovuti a compulsioni distruttive - come nel caso di chi si droga - oppure che vivono una vita sprofondata nel caos. La forte disciplina che l'Etica di Scientology impone può effettivamente aiutare queste persone a migliorare. Non a caso diversi staff della Chiesa di Scientology sono ex tossicodipendenti che arrivano dal programma Narconon, basato sulle tecniche hubbardiane. Ciò che aiuta molto queste persone è il passare da una vita priva di valori e di certezze ad una in cui esistono solo certezze assolute, accompagnate dalla presenza forte di chi le fa rispettare.

Scrivere O/W e fare un ciclo di etica può dare benefici anche a chi ha problemi meno gravi. Tenendo però presente che:

  1. spesso l'etica diventa una forma di indottrinamento o di repressione di ogni tipo di dissidenza, grazie alla quale l'individuo viene reso conforme al pensiero di Hubbard.

  2. A volte l'etica viene applicata arbitrariamente, per trovare un capro espiatorio, per vendetta personale o per capriccio. Esempi illuminanti si possono leggere in alcuni resoconti critici come quello di Monica Pignotti [7].

  3. Come già descritto in precedenza, l'atteggiamento dogmatico della Chiesa di Scientology impone una quantità di pratiche spesso non necessarie o necessarie solo in minima parte.
Il più delle volte, insomma, l'azione di etica (sempre preceduta dalla scrittura di O/W) è inopportuna e poco o per niente utile all'individuo.


Partita a Scacchi

La situazione per chi inizia un ciclo di etica è la seguente:

  1. si devono scrivere O/W;

  2. si deve completare il ciclo di etica;

  3. si può proseguire il cammino verso la libertà totale.

Se il soggetto si impantana sul punto 1. gli sarà precluso il punto 3., cioè la meta tanto desiderata. Per superare il punto 1. occorre avere l'approvazione dell'Ufficiale di Etica. Qui ha inizio una strana "partita a scacchi" tra i due personaggi.

Hubbard ha detto che bisogna scrivere O/W finché non si ottiene un ritorno di responsabilità. un concetto che lascia spazio a qualsiasi tipo di interpretazione. Questo in spregio all'enunciazione di una tecnologia sicura al 100%. Il ritorno di responsabilità è individuale e soggettivo, ma la decisione finale spetta arbitrariamente al funzionario di etica.

Una consuetudine non scritta ma usata rigidamente è che si deve comunque scrivere un bel mucchietto di fogli pieni di Overt e Withhold prima di superare la prova. Eppure Scientology ammette la possibilità che una realizzazione (in questo caso "sono diventato più responsabile") possa avvenire anche dopo un periodo breve. Non è possibile diventare più responsabili dopo aver scritto un solo Overt? Cosa lo impedisce?

Qui entra in gioco il carattere punitivo di Scientology: scrivere O/W è anche, tra le altre cose, una sorta di umiliazione simile a quella dello studente che per punizione deve scrivere la stessa frase 100 volte.

L'insieme dà all'E/O un potere enorme: è il guardiano che può aprire la porta della libertà totale e può anche decidere quando aprirla. Un altro punto cardine del suo potere è che decide non solo il "quando" ma anche il "come". Infatti egli deve valutare se O/W sono scritti nel modo corretto, paragonandoli allo schema deciso da Hubbard che è, come al solito, alquanto vago.

Come scrivere Overt e Withhold

Lo schema deciso da Hubbard è: scrivere l'overt, ciò che è stato fatto poi, nel dettaglio, mettere giù tempo, luogo, forma e avvenimento.

Esempio:

Overt: sono arrivato tardi sul lavoro.
Tempo: ieri mattina.
Luogo: l'ufficio in via Cavour.
Forma: (su questo punto occorre sorvolare per un attimo)
Avvenimento: sono uscito da casa, ho incontrato un amico, mi sono fermato a parlare con lui. Non lo vedevo da tempo. Dopo 15 minuti l'ho salutato e sono arrivato in ufficio in ritardo.

Secondo il dizionario il termine "forma" ha a che vedere con l'aspetto di qualcosa percepibile sia a livello fisico che di struttura, o figurato. Ma un atto può avere una forma? Il concetto stesso risulta astruso. Nei primi anni '90, ai tempi in cui frequentavo Scientology, la parola creava non pochi problemi: ogni E/O la interpretava a modo suo. A un certo punto fu fatta passare un'interpretazione non basata sui testi di Hubbard (già di per sé non molto chiari). Probabilmente si trattò di una soluzione tirata per i capelli, cioè far passare come forma l'analisi della struttura dell'Overt. Nel caso del ritardo sarebbe dovuta essere esposta così:

Forma: atto di omissione che ha danneggiato la mia integrità personale e messo in pericolo il lavoro dell'ufficio.

Né prima né dopo l'introduzione di questa forzatura riesco a ricordare due E/O che mi abbiano fatto passare lo stesso modo di scrivere la forma di Overt e Withhold, o che abbiano tenuto un minimo di omogeneità con altri scientologist: ognuno continuava a dare una sua interpretazione.

Ma la confusione viene generata dalle contraddizioni esistenti a priori: la "forma di un atto" è praticamente un ossimoro. Equivale a dire "il colore di un'anima" o "il peso di un sospiro". Si può tentare di dargli un'interpretazione ma come concetto mantiene un ironico sottofondo di discordanza con la realtà.

Un altro punto dolente è "scrivi l'Overt, ciò che è stato fatto". Sull'esempio sopracitato (sono arrivato tardi al lavoro) l'E/O può replicare "Sì, ma cos'hai fatto?" Allora si è costretti a riscrivere da capo tentando con "Mi sono fermato a parlare con un mio amico". La risposta sarà ancora una volta "Sì, ma cos'hai fatto esattamente? Qual è l'Overt?".

Qui inizia il tentativo disperato e fine a se stesso di cercare la formula giusta per compiacere l'E/O e andare avanti. Bisogna risolvere il rompicapo per continuare la strada verso la libertà totale. Diventa l'unica cosa che conta. Per quel che riguarda la responsabilità, si è già capito da un pezzo che è stato uno sbaglio trattenersi con un amico mentre era giusto andare a lavorare senza perdere un istante.

Parte della manipolazione sta nel fatto che la soluzione è illogica e che un'entità superiore (la Chiesa di Scientology rappresentata dall'E/O) sta imponendo cose assurde.

La risposta esatta potrebbe essere "ho volontariamente ritardato il mio arrivo sul posto di lavoro perdendo tempo a parlare". Tra l'altro questa soluzione assomiglia tremendamente sia alla forma che all'avvenimento.

Un'altra trappola insidiosa è costituita dall'avvenimento "sono uscito di casa, ho incontrato un amico, mi sono fermato a parlare con lui. Non lo vedevo da tempo. Dopo 15 minuti l'ho salutato e sono arrivato in ufficio in ritardo." In questo esempio la frase "non lo vedevo da tempo" suona come una giustificazione e un E/O in gamba chiederà di toglierla.

Lo scientologist scrive O/W e li sottopone al funzionario di etica che gli dice cosa deve modificare. Li riscrive seguendo le indicazioni e, dopo vari tentativi, supera la "prova". Però in futuro potrà capitargli di incappare in un altro ciclo di etica gestito da un E/O col quale lo standard che ha imparato non funziona più. Ciò farà aumentare la frenesia, fine a se stessa, di completare questa strana pratica. Compiacere il nuovo "aguzzino" diventa una necessità vitale e urgentissima.

Quindi la voglia di uscirne fuori è il fattore ultimo di moltiplicazione di Overt e Withhold. Alcuni racconti di chi è finito sull'RPF dimostrano come gli RPFer inventassero crimini orrendi commessi in vite precedenti; erano già considerati criminali e psicotici quindi dovevano in qualche modo motivare la loro malvagità. L'alternativa era un futuro crudele di lavori forzati e condizioni di vita inumane.

In un normale ciclo di etica la questione è più sottile: l'invenzione di Overt e Withhold esiste ma è legata, innanzitutto, alla descrizione di episodi che non sono realmente degli Overt. Tutti i fattori citati all'inizio di questo saggio vengono usati sotto la spinta dell'E/O e sotto la pressione data dalla smania di uscirne al più presto e proseguire il proprio progresso in Scientology.


Il Withhold

Il concetto di Withhold è un concetto arbitrario. L'Overt potrebbe essere l'equivalente di ciò che è il peccato per la religione cattolica. Ma è strano che il non dire qualcosa sia paragonabile all'atto stesso. I critici attribuiscono un secondo fine a ogni aspetto di Scientology, ad esempio i TRs [Routine di Addestramento] vengono considerati una pratica ipnotica mascherata da esercizio di comunicazione. Forse non è sempre così ma l'uso delle tecniche relative ai Withhold fa sì che gli scientologist non conservino alcun segreto nei confronti della Chiesa di Scientology che, così, diventa padrona assoluta della loro privacy.

Se per ogni Overt deve essere scritto l'equivalente Withhold (ho rubato una mela + non ho detto che ho rubato una mela) si rafforza l'impressione che il tenersi dei segreti sia sbagliato.


I Rudimenti

I rudimenti sono quelle azioni che si fanno prima di una seduta di auditing per togliere tutti i fattori che ne impediscono lo svolgimento. Questi fattori sono 3. Il primo è il Problema del Tempo Presente (PTP: un fastidio che deve essere risolto per poter audire, perché tiene impegnata l'attenzione del prechiaro. Potrebbe essere il bisogno di andare in bagno, i vestiti troppo stretti o qualcosa di simile). Il secondo è la Rottura di ARC (un disaccordo o un'arrabbiatura). Il terzo fattore è il Withhold Mancato.

Se all'inizio della seduta non c'è l'Ago Libero (F/N), l'auditor fa domande relative ai 3 rudimenti. Se una domanda ha una lettura (l'ago dell'e-meter si sposta verso destra perché misura una certa carica mentale connessa alla domanda) si percorre il procedimento finché non si ottiene un F/N.

Sappiamo con certezza che le basi su cui si presume funzioni l'e-meter sono solo pseudoscientifiche e che questo apparecchio non è in grado di misurare la carica contenuta nelle immagini mentali.

Così succede che:

    a) la mancanza di un F/N non corrisponde necessariamente alla presenza di PTP, Rotture di ARC o Withhold Mancati. Ma essi verranno cercati;

    b) la lettura alla domanda "Un Withhold è stato mancato?" non corrisponde necessariamente alla presenza di un Withhold Mancato. Ma esso verrà cercato;

    c) il numero di O/W è così grande che la domanda "Un Withhold è stato mancato?" non può che avere un "sì" come risposta.

Ci troviamo di fronte a una rete che pesca costantemente i segreti dello scientologist.

Per una circostanza non casuale i rudimenti si fanno dopo aver dato inizio alla seduta e prima di intraprendere l'azione assegnata al prechiaro. Dato che l'auditing ha un costo elevatissimo misurato in ore, rimanere impantanato per 10/20 minuti sui rudimenti è un autentico contrattempo. Il soggetto è lì per fare auditing, ma prima deve superare quell'ostacolo. Questo è un altro fattore importante che può creare una ricerca spasmodica del withhold da raccontare all'auditor. Uno pur che sia basta che il tassametro delle ore di auditing smetta di girare a vuoto.


Il Confessional

Il Confessional è un procedimento di auditing composto da un elenco di domande già formulate relative a potenziali Overt commessi. Generalmente essi riguardano tutti i crimini e le trasgressioni compiute, specialmente quelle riguardanti Hubbard e Scientology. I Confessional si fanno sul Livello II dei gradi di Scientology, oppure a discrezione del Supervisore del Caso (C/S) o di chi supervede l'etica, o nelle fasi preparatorie che precedono le azioni confidenziali come i Livelli OT. Infatti chi accede a questi livelli viene passato al setaccio dei Confessional in modo da eliminare qualsiasi dubbio sulla tecnologia di Scientology e qualsiasi comportamento non allineato ai voleri della chiesa: per accettare il materiale stranissimo dei Livelli OT, in realtà, occorre essere profondamente indottrinati.

Anche in questo caso vale lo stesso discorso: il Confessional, a parte i casi in cui dà un vero e proprio beneficio, è un ostacolo sgradevole e non voluto da superare per raggiungere ciò che lo scientologist vuole veramente. Se la persona è a Flag per fare OT3 sarà eccitato da morire all'idea di conoscere il segreto del Muro del Fuoco. Ha fatto molti sacrifici per essere lì. Ha acquistato i livelli OT I, II e III e 25 ore di auditing preparatorio (OT Preps). Quella persona non ha fatto sacrifici enormi per dover rispondere per ore a cose del tipo «Hai mai avuto pensieri critici nei confronti di Hubbard? Hai mai tradito il tuo partner? hai mai ferito intenzionalmente qualcuno? Hai mai alterato la tecnologia di Scientology?» e a decine di domande simili. Il suo scopo è quello di fare i Livelli OT, ma per raggiungerli deve passare attraverso i Confessional.


Conclusione

Renderti disponibile questo saggio ha comportato molte ore di lavoro. Contribuisci anche tu a mantenere vivo questo sito con una una

L'uso di Overt e Withhold costituisce uno strumento agile ed efficace di manipolazione. La teoria relativa è abbastanza estesa. Hubbard ha scritto un'infinità di materiale a riguardo. Ogni singolo concetto ha una logica e potrebbe avere una sua applicazione se fosse usato in modo non dogmatico. È proprio l'assolutismo a rendere pesante, punitivo e illogico l'uso degli Overt e Withhold. La loro capacità di scardinare la privacy, di indurre sensi di colpa spropositati e di costituire una minaccia punitiva completa il quadro. Mentre l'apparenza di risultati che ogni tanto riescono a produrre mantiene in piedi il mito della loro fondamentale utilità.


Note:

1. "Esposizioni di leggi naturali dello stesso ordine di quelle delle scienze fisiche" (L. Ron Hubbard, Scientology 0-8, New Era publications, ed. 1990).

2. "Tipo di ragionamento deduttivo formale tale che, date due proposizioni, le premesse, ne segua di necessità una terza, la conclusione" (Il Nuovo Zingarelli - Vocabolario della Lingua Italiana).

3. "Un nome colloquiale per indicare la mente reattiva. Le procedure di Scientology sono tese alla sua eliminazione, poiché essa è solo un peso per l'individuo il quale starebbe meglio senza". (L. Ron Hubbard, Dizionario Tecnico di Dianetics e Scientology, New Era pubs., ed. 1985).

4. L. Ron Hubbard, Introduzione all'Etica di Scientology.

5. Tutta la HCO PL del 12 febbraio 1967, Le Responsabilità dei leader, meriterebbe di essere letta per riflettere su quanto Hubbard consiglia di fare o non fare per raggiungere e mantenere il potere.

6. Rehabilitation Project Force: regime riabilitativo a cui vengono sottoposti i membri della Sea Organization. Gli RPFer possono parlare solo se interpellati e devono sempre rispondere "signorsì, signore"; sono confinati in quartieri speciali e non possono mescolarsi agli altri del gruppo; mangiano dopo che gli altri hanno lasciato la mensa e solo ciò che è rimasto; devono muoversi sempre a passo di corsa; devono fare lavoro fisico duro e umiliante dalle 8 alle 10 ore al giorno e studiare o ricevere procedimenti per almeno 5 ore al giorno; e così via. Il RPF è stato spesso paragonato ad un campo di lavoro in cui l'individualità viene spezzata con l'isolamento, la privazione di privacy e riposo/dieta adeguati, la fatica fisica e l'indottrinamento martellante. Il programma può durare da qualche mese a diversi anni.

7. Si veda Le mie nove vite in Scientology.

Vai alla seconda parte

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it