In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Lo Scandalo Scientology: Capitolo 4, hai vissuto prima di questa vita?

© Di Paulette Cooper. Il libro del 1972 che ha fatto storia per la gravità delle ritorsioni e delle molestie contro l'autrice da parte della chiesa di L. Ron Hubbard.

© Traduzione a cura di Simonetta Po, primavera 1998.

Se a qualcuno le teorie di Dianetics possono sembrare stupefacenti, Scientology ha qualcosa di ancor più radicale da offrire: le vite precedenti. E non come congettura, ma come dato di fatto, come verità. 
 
Oltre al "ricordare" la vita nel grembo materno, gli Scientologist riescono a "ricordare" le vite precedenti dei loro thetan, o spiriti immortali, che si dice abbiano vissuto in molti corpi prima dell'attuale. Hubbard credeva che il thetan esistesse da 74 trilioni di anni, e oggi sostiene che c'è da ancora più tempo. 
 
Ad esempio, uno Scientologist afferma di essere caduto da una nave spaziale 55,000,000,000,000,000,000 di anni fa e di essere diventato un pesce manta dopo essere stato ucciso da uno di loro. Questo thetan, che si dice abbia un diametro che varia da un quarto a due pollici e sia all'inizio cieco o con vista annebbiata, cercherebbe un nuovo corpo dopo ogni morte, talvolta andando dietro a una donna che sembra possa rimanere presto incinta. 
 
Alcuni thetan, comunque, per dotarsi di un nuovo corpo devono recarsi in una "stazione implant", e siccome ci sono più thetan che corpi, alcuni di loro sono costretti a far la fila anche fino a ventidue milioni di anni, in attesa. 
 
Gli Scientologist sono convinti che le vite passate e la morte dei loro corpi precedenti siano la causa di alcuni dei loro problemi attuali. Per esempio, Hubbard riteneva possibile che qualcuno che soffre di psoriasi (una malattia della pelle) possa averla contratta dai resti di fluido digestivo quando la persona (o il suo thetan) era stata mangiata da un animale, in una delle sue vite passate. Se una persona ha poi dei problemi di mandibola, se gli fa male o soffre di mal di denti, potrebbe trattarsi delle vestigia dei giorni in cui il suo thetan si trovava nel corpo di una vongola primordiale, la quale aveva problemi ad aprire e chiudere la conchiglia. Hubbard sosteneva che se il dolore alla mandibola era associato alla paura di cadere, allora la vongola poteva essere stata raccolta da un uccello. 
 
[...] 
 
Nonostante a volte il preclear prenda questo compito con non troppo entusiasmo, Hubbard ne era così entusiasta che progettò di ricavare dal suo libro un seguito che si doveva chiamare 'Dove sei stato sepolto?'. Chiese così aiuto ai suoi auditor, affinché controllassero le morti recenti dei preclear e quindi si recassero nei luoghi di sepoltura per localizzare la tomba, o si facessero dare una copia del certificato di morte da fonti ufficiali. 

Renderti disponibile la traduzione del libro che stai leggendo ha comportato diverse ore di lavoro gratuito. Contribuisci a difendere questo sito e il suo importante ruolo informativo facendo una una

 
Il fatto che questo libro non sia mai stato scritto può dipendere da molti fattori. Forse Hubbard era troppo impegnato con altre pubblicazioni e progetti. O può darsi che gli auditor pensassero che questi esperimenti sul preclear fossero crudeli, o che il preclear si sia rifiutato di "stare di fronte" all'incidente, o non abbia dato il permesso di rivelare questi dati. Oppure perché, alla fin fine, quando le vite passate furono veramente controllate andando sulla tomba o ricorrendo a fonti ufficiali, siano risultate essere fantasie invece che ricordi. 

 
 
 
INDIETRO   INDICE   AVANTI
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it