In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Disputa in Germania sulla natura religiosa di Scientology
 
Breve rassegna Stampa, Novembre 1999.
 
Traduzione a cura di Martini. Ringraziamo Joe Cisar per gli articoli.
 
 
 
 
 
 
La disputa di Scientology - processo a Dianetics, Inc.
 
Stuttgarter Nachrichten. Stoccarda, Germania. 18 Novembre 1999.
 
 
L'ufficio di Dianetics Stuttgart, Inc. di Scientology ha discusso ieri, mercoledì, la revoca del suo status legale dinanzi al Tribunale Amministrativo di Stoccarda. Nel dibattimento, la corte ha ricordato che lo status di associazione non può essere legalmente revocato. Il presidio amministrativo di Stoccarda nel 1993 aveva revocato lo status associativo alla setta perché riteneva la condotta di Dianetics una "operazione commerciale". Secondo il suo punto di vista, gli scientologisti, nella sola Stoccarda, fatturavano milioni [di marchi] ogni anno, principalmente con i cosiddetti corsi di auditing - a cui i critici della setta fanno riferimento come a "lavaggio del cervello". "C'è solo questa idea, in concreto: fare soldi, e poi ancora più soldi"  [1]  ha dichiarato un membro dello staff del presidio amministrativo.
 
Nella discussione, le opinioni delle autorità si sono scontrate con quelle dei legali della setta. Il consiglio legale di Stoccarda di Dianetics ha accusato il presidio amministrativo di condurre un processo politico contro Scientology. Il legale di Scientology ha dichiarato che se si desidera bandire l'organizzazione di Scientology a causa delle sue attività commerciali, allora si dovrebbero anche bandire le associazioni calcistiche professionali, le associazioni dei professionisti e l'ADAC. La sentenza sulla disputa è attesa per la settimana entrante.
 
 
 
Lo stato agisce contro gli Scientologisti
 
Stuttgarter Zeitung. Stoccarda, Germania. 18 Novembre 1999.
 
 
Il presidio amministrativo (RP) sta di nuovo portando gli Scientologisti difronte al Tribunale Amministrativo. Obiettivo: far perdere i diritti riservati alle associazioni alla Dianetics Stuttgart Inc.
 
Secondo il rappresentante del presidio amministrativo, Scientology "pensa solo a fare soldi". Qualsiasi aspetto spirituale, religioso o altro è solo una finzione, ha dichiarato. L'associazione considera le vendite come una qualsiasi impresa commerciale, pertanto non può più godere dei privilegi concessi alle associazioni. Ha aggiunto che alla chiesa di Scientology dovrebbe essere negato lo status di esenzione fiscale.
 
La parte opponente, nella sua discussione, ha fatto riferimento alle grandi associazioni sportive o alle organizzazioni come il Tuev o l'ADAC. Anche per loro si afferma che agiscano come imprese commerciali, ma nessuno contesta con cognizione di causa i loro diritti associativi. E l'accusa che la spiritualità è solo una finzione è insostenibile. Un esterno potrebbe giungere alla medesima conclusione anche per la chiesa cattolica e protestante, ha aggiunto l'avvocato di Scientology.
 
Clonsiderato che la Corte Amministrativa Federale si è già espressa su questi argomenti in favore degli Scientologisti, le possibilità di successo del RP sono piuttosto scarse. Il tribunale amministrativo annuncerà la sua decisione nei prossimi giorni.
 
 
 
Lo status di associazione è legittimo
 
Stuttgarter Nachrichten. Stoccarda, Germania. 19 Novembre 1999.
 
La revoca dello status associativo programmato dal presidio amministrativo nei confronti dell'ufficio Dianetics di Scientology non è in accordo con la legge.
 
 
Stoccarda. L'organizzazione di Scientology ha ottenuto una vittoria nella disputa con il presidio amministrativo di Stoccarda. Secondo la sentenza appena rilasciata dal tribunale amministrativo di Stoccarda, l'ufficio della setta di Dianetics Stuttgart può mantenere il suo status di associazione. Il presidio amministrativo aveva revocato al gruppo lo status di associazione nell'Agosto del 1994.
 
Il presidente dell'Amministrazione Udo Andriof si è detto dispiaciuto della decisione. "Per quanto ci riguarda, questa organizzazione e tutti i suoi uffici satelliti sono ancora pericolosi". L'agenzia non deciderà di appellare la sentenza fintanto che non avrà visionato le motivazioni.
 
Dal punto di vista del presidio amministrativo, il gruppo di Dianetics sta conducendo una impresa commerciale sotto la copertura protettiva di associazione registrata. Perciò i privilegi concessi alle associazioni devono cadere perché Dianetics Stuttgart realizza vantaggi economici dai suoi cosiddetti auditing, e dalla formazione di auditor. Un portavoce del presidio amministrativo ha stimato, per la sola Dianetics Stuttgart, un reddito annuale di 2,5-3 milioni di marchi.
 
Nel mese di Giugno un ufficio di Scientology aveva perso una disputa legale simile presso il Tribunale Amministrativo di Monaco. All'epoca i giudici avevano stabilito che l'amministrazione della provincia di Monaco aveva legalmente ritirato l'"e.V." [status di associazione registrata] all'organizzazione, perché stava operando in senso commerciale (Az.: M 7 K 96.5439).
 
 
 
L'ufficio Pianificazione tiene gli occhi puntati su Scientology
 
Sueddeutsche Zeitung. Monaco, Germania. Di Ekkehard Mueller-Jentsch, 24 Novembre 1999.
 
 
Scientology è una religione o una mera operazione commerciale? Un procedimento legale in corso tra la Chiesa di Scientology Germany Inc. e l'Ufficio Pianificazione Municipale è stato ridotto in questi termini dal Tribunale Amministrativo di Monaco. In primo piano sono le informazioni in base alle quali l'Ufficio Pianificazione ha negato all'auto-proclamata chiesa e ai suoi membri il permesso speciale per condurre "opera missionaria" su Leopold Strasse. Ciò che di fatto sta dietro la disputa legale, tuttavia, è una faida in corso da anni tra il Ministero degli Interni bavarese e gli Scientologisti.
 
In ogni caso il Ministero degli Interni non considera Scientology una religione: la sua posizione è che gli Scientologisti si stanno semplicemente nascondendo dietro una facciata pseudo-religiosa allo scopo di creare un campo arbitrario in cui svolgere le loro attività avverse alla Costituzione che spaziano dallo sporco al criminale. Il mondo per cui Scientology si batte, secondo le sue direttive, non ha nulla in comune con la democrazia. Afferma che Scientology sta cercando di diffondere il suo sistema avverso alla Costituzione conquistando nuovi clienti, e facendo funzionare le cose in relazione a quel sistema.  [2] 
 
Scientology ribadisce che la "chiesa" non costituisce alcun pericolo. Sostiene che tutte le accuse sono solo frasi fatte di opponenti apologetici come i commissari sulle sette delle chiese maggiori - ivi compreso il Ministro dell'Interno bavarese. Afferma che la sorveglianza su Scientology da parte dell'ufficio per la Sicurezza della Costituzione costituisce una perversione senza precedenti del significato del compito dello Stato. La missione dello Stato dovrebbe essere quella di proteggere i piccoli gruppi religiosi. La sua travolgente rivalità è riuscita, tuttavia, a manipolare il Ministero dell'Interno a intraprendere una crociata contro le piccole comunità religiose - tra cui Scientology - allo scopo di distruggerle.  [3] 
 
Accuse simili si ripetono negli spessi fascicoli processuali e in innumerevoli comunicazioni al tribunale con cui entrambe le parti si stanno bombardando da anni. La Seconda Camera ascolterà ora diversi testimoni nel tentativo di chiarire la questione se gli Scientologisti possano avvalersi della libertà di fare libero uso delle strade pubbliche in modo che i loro "body routers" possano "svolgere l'opera missionaria", o se al contrario stiano svolgendo attività commerciale, il che richiede permessi speciali. Le autorità cittadine e il Ministero dell'Interno credono che la distribuzione del cosiddetto "test della personalità"  [4] sia inteso unicamente a vendere merci e servizi e che, in nessun caso, la gente venga reclutata in una "comunità religiosa". La parte opponente contesta energicamente e la chiama propaganda senza rilievo condotta persino nelle corti di giustizia. Il processo è atteso per oggi.
 
 
 
Note
 
[1] L'affermazione del funzionario pare riecheggiare una nota direttiva scritta di L. Ron Hubbard (HCOPL del 9 Marzo 1972), parte delle "sacre scritture" dell'organizzazione: «Fate soldi. Fate più soldi. Fate in modo che gli altri facciano più soldi».
 
[2] Per un'ampia discussione sulle posizioni della Germania nei confronti della multinazionale di Hubbard, vedi la sezione I Governi.
 
[3] Affermazioni come queste appaiono ricalcare le linee strategiche generali adottate dal management dell'organizzazione, il quale invoca la protezione delle garanzie accordate alla religione per ciascuna attività nella quale è coinvolta. Scientology presenta regolarmente se stessa come una "minoranza religiosa perseguitata" esclusivamente per le sue credenze di natura religiosa, e non al contrario soggetta a riserve e maggiori controlli a seguito di condanne subite in tribunale per l'accertata commissione di attività illegali in campi che esulano dalla sfera religiosa. Per una nota esaustiva sull'argomento, vedi qui.
 
[4] In merito al "Test della Personalità" impiegato da Scientology come strumento di reclutamento, per un ampio approfondimento vedi la sezione La Dottrina al capitolo "Reclutamento".
 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it