In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Lo Scandalo Scientology: Capitolo 2, i confessionali

© Di Paulette Cooper. Il libro del 1972 che ha fatto storia per la gravità delle ritorsioni e delle molestie contro l'autrice da parte della chiesa di L. Ron Hubbard.

© Traduzione a cura di Simonetta Po, primavera 1998.

 
 
«Quando si presentano questioni di sesso e perversione... e succede di frequente,  vengono esaminate, sondate e scavate a volte per ore. Il modo in cui viene discussa la corruzione morale e la depravazione riportata nei fascicoli... in alcuni casi è indescrivibile» 
 
(dall'Inchiesta australiana)
 
 
La "Chiesa di Scientology", come si definisce oggi, non sostiene più di curare la gente dai suoi  problemi emotivi e fisici. Adesso dichiara che quello che le sta a cuore è il benessere spirituale. 
 
I metodi usati sono fondamentalmente gli stessi, e ricordano una combinazione di psicoterapia e Confessione Cattolica, alla quale gli Scientologist si dicono affini. 
 
Lo Scientologist che sta compiendo i primi passi è chiamato "preclear", qualcuno che non è ancora libero da problemi e difficoltà come lo è invece lo Scientologist "clear" ["chiaro", "pulito"]. Il "preclear" rivela dettagli intimi del suo passato e discute i suoi problemi attuali con un "auditor", una persona che ricorda un prete, e che nella Chiesa di Scientology viene spesso chiamato Ministro o Reverendo. 
 
Nel corso di questa "Confessione", che viene chiamata "auditing" o talvolta "procedimento", il preclear tiene in mano due lattine vuote, di solito da zuppa o da succo V-8, che sono collegate a un grezzo galvanometro che gli Scientologist chiamano "E-Meter". Il preclear crede che l'E-Meter funzioni in qualche modo come un rilevatore di bugie. Gli viene comunque detto che è una "macchina della verità", e la persona che viene collegata al meter è tenuta a rivelare all'auditor dettagli sempre più intimi della sua vita personale. 
 
Vi sono notevoli differenze tra le confessioni Cattoliche o Episcopali e una confessione Scientology. 
 
Innanzitutto, prima di cominciare l'auditing, gli Scientologist fanno firmare al confessante una liberatoria in cui giura che non farà mai causa. 
 
Secondo, gli Scientologist fanno pagare per questa possibilità di liberarsi, e addebitano per il privilegio enormi somme di denaro. 
 
Terzo, si ha scarsissima possibilità di scelta intorno a ciò che viene "confessato", perché le domande vengono ripetute più volte, e sono del tipo "Hai mai fatto qualcosa di cui tua madre si vergognerebbe, se la scoprisse?". Non ci si può limitare a rispondere alle domande, ma si deve rispondere con accuratezza e in maniera sincera, altrimenti il "rilevatore di bugie" se ne accorgerà. 
 
Quarto, le informazioni intime rivelate all'auditor non vengono tenute strettamente confidenziali. Questi fascicoli possono essere esaminati anche da dieci persone diverse, dato che i racconti fatti dal preclear sono disponibili a tutti i suoi auditor (che spesso ammontano a cinque o sei) più al Direttore dei Procedimenti, e occasionalmente all'Ufficiale di Etica, una specie di ufficiale di polizia interna dell'organizzazione di Scientology. Inoltre lo stesso Hubbard ha accesso alle confessioni. Porzioni di questi fascicoli vengono inviate al quartier generale di Scientology a Saint Hill [Inghilterra - NDT], in modo tale che Hubbard possa revisionarle per le sue ricerche. Ci sono stati casi (che sono tuttavia da considerarsi un'eccezione e non la regola) in cui degli auditor non hanno mantenuto una relazione professionale appropriata con i loro preclear. Una delle ragioni potrebbe essere la grande intimità fisica che si viene a creare tra auditor e preclear
 
In almeno un esercizio che è parte dell'auditing di Scientology, l'auditor e il preclear siedono in sedie senza braccioli, molto vicini e con le ginocchia intrecciate [questo esercizio non si fa più - NDT]. Nel corso di altre attività di addestramento gli auditor possono toccare o portare in giro il preclear, o prendergli le mani nelle loro per parecchie ore muovendole lentamente in cerchi (un'azione che potrebbe diventare senza dubbio parecchio sensuale, dopo un certo periodo di tempo). Possono così insorgere un bel po' di problemi di etica, perché molti di questi auditor sono ancora adolescenti o poco più. 
 
"I teenager", ha scritto una volta un direttore Scientology, "sono gli auditor più capaci". Nonostante la loro giovane età, questi adolescenti devono rimanere inflessibili, e non farsi coinvolgere mentre ascoltano quelle che l'Inchiesta Australiana ha descritto come "questioni sessuali normali e anormali che sono frequentemente scavate dettagliatamente e in modo erotico." 
 
Durante queste sedute il preclear viene incoraggiato a liberarsi dalle inibizioni, e la sua reticenza o riluttanza a rivelare gli aspetti più intimi della sua vita privata può venire disprezzata. I fascicoli di Scientology contengono affermazioni del tipo "il pc (preclear) sente spesso l'impulso a toccarsi gli organi sessuali. Se lo fa, viene restimolato." Oppure "il pc ha un impulso a mandare segnali sessuali all'auditor", o anche "il pc disturba perché è venuto per l'auditing e adesso vuole avere rapporti sessuali." 
 
Apparentemente non sono solo i preclear a sentirsi stimolati sessualmente da questa atmosfera. Un auditor maschio scrisse nel fascicolo della sua preclear che questa era "sexy da morire". In un altro caso, il Reverendo William J. Fisk (un Reverendo Scientology) stava tenendo la sua lezione di Scientology a Seattle, quando Russel Edward Johnson, 36 anni, muratore e appaltatore, entrò in classe. Secondo il Seattle Times, Fisk urlò: "QUEST'UOMO MI VUOLE SPARARE! CHIAMATE LA POLIZIA! PER FAVORE, CHIAMATE LA POLIZIA!", ma la sua invocazione giunse troppo tardi. Il Reverendo morì con un colpo di pistola al petto sparato da Russel Johnson. 
 
Durante il processo per l'omicidio saltò fuori che il Reverendo Fisk, la vittima, non solo aveva una relazione con la moglie di Johnson, ma glielo aveva addirittura rivelato, vantandosi che la donna era completamente sotto il suo controllo. La moglie aveva raccontato al marito di avere una relazione, e  il giorno stesso dell'omicidio aveva iniziato le pratiche del divorzio. La donna, madre di quattro figli, aveva speso in Scientology circa 1000 dollari e c'era andata in cerca di aiuto per risolvere i suoi problemi matrimoniali (se qualcuno ora si sta chiedendo che cosa ne sia stato di Johnson, si scordi quello che ha letto in Anatomia di un Omicidio. In quel libro un marito uccide l'uomo che ha rapporti con la moglie e invocando "l'irresistibile impulso" viene scarcerato. Johnson invocò la "pazzia temporanea" e fu condannato a quindici anni). 
 
Altre difficoltà etiche possono insorgere perché gli auditor sono profani frettolosamente addestrati. Il loro background non viene controllato o indagato, vengono soltanto poste semplici domande sotto forma di questionario "VERO/FALSO". 
 

Renderti disponibile la traduzione del libro che stai leggendo ha comportato diverse ore di lavoro gratuito. Contribuisci a difendere questo sito e il suo importante ruolo informativo facendo una una

Dalle carte di un caso fiscale occorso negli Stati Uniti, si apprende che a Chicago il Reverendo (di Scientology) Justin accettò di audire una donna per 1000 dollari a condizione di trasferirsi a casa sua, con il marito e le tre figlie. Una volta che il Reverendo si stabilì nella casa,  il marito si accorse che la moglie ne era sconvolta, e chiese all'auditor di andarsene. Lui rifiutò. Alla fine, dopo nove mesi, acconsentì ad andarsene, e i genitori vennero a sapere che il Reverendo aveva segretamente cercato di incontrare e portar via in qualche modo le due figlie più piccole dal campeggio delle Girl Scouts dove stavano. Le autorità del campeggio l'avevano fermato, e informato i genitori. Questi continuarono a non sospettare nulla fino al mese successivo, quando il Reverendo fu trovato che ciondolava intorno alla scuola elementare delle ragazzine, cercandole tutte e tre. Il personale della scuola lo portò nell'ufficio del preside, scoprì quello che stava facendo e telefonò alla madre. Diversi mesi dopo la polizia degli Stati Uniti si presentò a casa dei genitori chiedendo del Reverendo Justin. Spiegò loro che avevano ricevuto una denuncia da un'altra parte per molestie su bambine.

[...]

 
 
 
INDIETRO   INDICE   AVANTI
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it