In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Scientology: la Sea Org italiana

Un ex scientologist di lungo corso racconta la sua pluridecennale esperienza nella Sea Org italiana. Per la prima volta si parla di questa realtà a livello nazionale. L'estensore mi chiede di restare anonimo. Maggio 2009.

 

Sono un ex scientologist della Sea Org Italiana, a cui ho aderito per circa 20 anni, e vi voglio raccontare che cos'è e come si vive; questo scritto è basato sulla mia esperienza personale.

La Sea Org è un'organizzazione complessa e non facile da capire, specialmente per chi conosce poco Scientology; perciò cercherò di essere il più semplice possibile senza troppe sigle.

Molte volte a chi frequenta una organizzazione di Scientology (org) capita di vedere, o si vede recapitare a casa, la pubblicità della Sea Org che mostra membri in divisa stile Marina con tanto di gradi, o in posa di parata con spade, sormontati dalla scritta "We come back". È pubblicità che promuove il reclutamento. Oppure in org capita semplicemente di vedere persone in divisa blu e cappello bianco che con tono autoritario impartiscono ordini allo staff.

Se avete frequentato o frequentate Scientology come public vi sarà capitato di essere intervistati a fini di reclutamento: vi sarà stato detto che la Sea Org è il corpo di élite di Scientology, che vi saranno forniti vitto e alloggio gratis, che l'addestramento e l'auditing sono gratuiti, che vivrete una vita meravigliosa al servizio di LRH ( Lafayette Ron Hubbard, il fondatore di Scientology), che sarete gli artefici dell'espansione di Scientology nel mondo, che se, ipoteticamente, un Sea Org Member si presentasse in una qualunque azienda privata gli stenderanno davanti un tappeto rosso (questo perché gli scientologist ritengono che i SOM siano molto efficienti) e così via.

Per entrare a far parte di questa élite occorre avere delle speciali qualifiche che sono:

  • firmare un contratto della durata di un miliardo di anni (proprio un miliardo di anni, non avete letto male);
  • Non avere assunto droghe pesanti per un periodo prolungato;
  • Non avere mai assunto LSD (nemmeno per una sola volta);
  • Non avere un genitore (o familiare) attivamente contrario a Scientology;
  • Non avere un familiare che sia un esponete della Polizia di Stato, del corpo dei Carabinieri o della Guardia di Finanza, un giornalista, ecc.;
  • Non essere mai stato dipendente dello Stato in una sezione di massima sicurezza;
  • Non avere debiti personali (poiché, come vedrete, non potrete pagarli dato che non guadagnerete soldi);
  • Non avere un/a partner stabile non-scientologist (perché è assolutamente vietato fare petting pesante). Per aggirare l'ostacolo, potete reclutare anche lui/lei nella Sea Org;
  • Non avere figli di età inferiore ai 10 anni;
  • Non aver mai tentato il suicidio;
  • Non avere malattie croniche non guaribili (diabete, epilessia, cancro, ecc.).

Per le fonti di reclutamento sono in assoluto preferibili persone che siano già staff delle Org di Scientology, oppure che siano seguaci da un certo tempo, oppure che siano figli di scientologist; non sono quasi mai accettate persone nuove (che non abbiano mai fatto nulla in Scientology) poiché si allontanerebbero quasi subito date le condizioni di lavoro che incontreranno (più avanti capirete il perché).


La vita dell'EPFer (così viene chiamata la nuova recluta della Sea Org)

Una volta firmato il contratto si fa la conoscenza della Sea Org; dopo le formalità (es. essere presentati ad alcuni staff), vi faranno visitare tutto l'edificio in cui lavorerete.

Quando io iniziai l'EPF eravamo una decina di nuove reclute. Ci consegnarono subito una tuta blu, ci divisero in squadre di due/tre persone e cominciammo a fare lavori di pulizia della cucina e del refettorio. Il capo dell'EPF viene definito "Bosun"; è anch'egli un EPFer ma con un po' più di esperienza. Sopra di lui c'è l'EPF I/C (l'EPF capo) che ci fece subito capire che dovevamo lavorare duro, essere veloci e non perdere tempo.

Sull'EPF la giornata si divide in due parti: una di studio ed una di lavoro. Lo studio consiste nel fare corsi di Scientology, il primo dei quali consisteva, alla mia epoca, in cinque nastri da ascoltare. Ricordo che uno di essi era intitolato "Benvenuto alla Sea Org": uno dei brani faceva capire che si era su una spiaggia, che si dovevano salutare parenti e amici perché ci si stava imbarcando verso un'avventura tesa a salvare il mondo, perciò non si sarebbe avuto più il tempo per coltivare amicizie o per essere "attaccato" alla famiglia o ai vecchi amici. La cosa era molto eccitante.

Un altro corso importante era quello di etica (Introduzione all'Etica di Scientology), etica che veniva applicata molto assiduamente agli staff della Sea Org (SOM).

Il lavoro consisteva nell'imbiancare locali, fare traslochi, pulire la cucina, ramazzare, ecc. Per controllare il lavoro svolto si usavano le statistiche: per esempio, se il nostro gruppo doveva imbiancare una parete, l'EPF I/C ci diceva che il lavoro doveva essere svolto in tre ore e valeva 10 punti; alla fine si mettevano sul grafico i dieci punti. Al termine della giornata si sommavano i punti per controllare la nostra efficienza; naturalmente dovevamo fare più punti del giorno precedente, altrimenti era un "flunk!" (errore), detto quasi gridando.

Il cibo era scarso: di solito al mattino c'erano un po' di latte e pane, a mezzogiorno un secondo (il più delle volte formaggio, un po' di verdura ed un frutto) e la sera pastasciutta ed un frutto. Una volta la settimana si mangiava carne.

Noi EPFer mangiavamo separati dagli altri staff e, quando si sparecchiava, ci capitava spesso di mangiare gli avanzi che raccattavamo sulla tavola dei SOM, data la fame che avevamo. I nostri orari andavano dalle 8.30 alle 13.30, mezz'ora per mangiare e poi cinque ore di studio, inframmezzate da una mezz'ora per la cena. Poi ci si riuniva per verificare il lavoro svolto, raccontare che esperienza ne avevamo tratto e stabilire il lavoro da fare il giorno successivo.

La sera verso le 23 andavamo a dormire e, dopo l'impatto negativo del cibo, veniva l'impatto degli "appartamenti" - come venivano pomposamente chiamati. L'edificio che ospita gli uffici della Sea Org (dove si lavora), era chiamato "Base". Non era grande a sufficienza per ricavare anche gli alloggi, perciò venivano affittati degli appartamenti in case civili. Gli appartamenti erano sovraffollati: in una camera dormivano fino a sei persone (tre letti a castello), l'odore era forte e acre, alcuni dormivano su un materasso steso a terra (io stesso ho dormito in questo modo). Una zona di uno degli appartamenti era adibita a nursery e la pulizia lasciava a desiderare: c'erano 5/6 bambini guardati da una ragazza incompetente. Erano i figli di staff della Sea Org (allora si potevano avere bambini ma in seguito una Direttiva Esecutiva vietò ai SOM di avere figli).

Gli appartamenti distavano un 4/5 km dalla sede della Sea Org e, il più delle volte, si doveva andare a piedi; si sfruttavano le poche auto ancora di proprietà per portarci a dormire (la benzina non era quasi mai rimborsata). Era quasi normale che la sera alle 23.00 si vedessero gli EPFers che, stanchi dopo una giornata faticosa, si incamminavano verso i propri alloggi, visto che non esisteva un servizio di trasporto per gli appartamenti; la stessa cosa si faceva al mattino.

Se qualcuno reclamava con l'EPF I/C per la situazione, la risposta era «Maneggia!!!» (che significa arrangiati) e «Non mi devi creare problemi!». Anche dopo lo spostamento della sede Sea Org a Cernusco sul Naviglio, gli "appartamenti" restarono a Carugate (paese distante 6/7 km da Cernusco) ed anche qui, il più delle volte, gli EPFers dovevano andare a piedi. A Carugate si dormiva in una villetta di due piani: al primo c'erano gli EPFers e al secondo i SOM (solo quando si termina l'EPF si diventa SOM) e la situazione dei locali era sempre la stessa: sovraffollamento, odore acre, pulizia che lasciava a desiderare.

A volte veniva tagliata la luce perché la Sea Org non pagava le bollette, quindi si dormiva al buio, al freddo e non si poteva fare la doccia; alle volte mi pareva di essere piombato nel terzo mondo.

Gli executive della Sea Org giustificavano quelle pessime condizioni di vita con frasi del tipo: «Dobbiamo imparare a stare di fronte a qualsiasi problema ... Se lavoriamo duro faremo più soldi e questa situazione sarà risolta ... è la conseguenza di alcuni che non fanno il lavoro che gli è stato assegnato... » ecc. Ci volevano far credere che la responsabilità era solo nostra perché non seguivamo alla lettera gli scritti di LRH (questo per farci capire che solo seguendo le sue indicazioni si può avere prosperità).

L'EPF finisce quando si completano i corsi, perciò la recluta che ha già un sostanzioso passato di studi Scientology può finirlo in 10-15 gg, mentre ad altri possono occorrere anche mesi. In quel periodo non si percepisce nessun compenso; la paga è zero! Una volta completato l'EPF si diventa Sea Org Member (SOM) a tutti gli effetti, e viene assegnato un posto in un ufficio.


La Sea Org

Si sente molto parlare della Sea Org e dei suoi membri, ma a che cosa servono? Gli scopi fondamentali sono due:

  1. dirigere le organizzazioni (org) di Scientology per espanderle (in Italia le org sono 11: Brescia, Catania, Milano, Monza, Novara, Nuoro, Padova, Pordenone, Roma, Torino, Verona. Il loro personale non è composto da SOM, ma da staff reclutati tra il pubblico);
  2. consegnare i servizi confidenziali (gli OT Level - livelli OT, dove OT sta per "Thetan Operante").

In questo scritto mi soffermerò principalmente sul primo scopo, cioè che cosa viene fatto per dirigere le org di Scientology al fine di farle espandere (in Italia non esiste ancora un'organizzazione che consegna i livelli OT). Prima però occorre capire come sono strutturate le org di Scientology. Al loro interno esse sono strutturate in Divisioni e cioè:

Div. 1- HCO, si interessa di reclutamento e etica;
Div. 2 - Disseminazione, fa promozione e fa iscrizioni ai servizi;
Div. 3 - Tesoreria, mette i soldi in banca, paga le spese, i salari (pay) e sborsa i soldi per gli acquisti (vitto, alloggio, ecc.);
Div. 4 - Servizi, consegna i servizi maggiori (auditing e training);
Div. 5 - Qualificazione, verifica che la tecnologia sia consegnata esattamente come il fondatore (LRH) l'ha scritta, e fa corsi di correzione (cramming).
Div. 6 - Divisione del Pubblico, fa arrivare all'org pubblico nuovo e consegna servizi di base.
Div. 7 - La dirigenza dell'org.

Si tratta di una descrizione a grandi linee; per saperne di più vedere ad esempio qui.

Anche la Sea Org è strutturata in settori, e ognuno di essi lavora per ampliare la sua parte corrispondente nelle org inferiori; mi spiego meglio illustrando il modo in cui la Sea Org è divisa (non in ordine di importanza):

  • OSA, Organizzazione Affari Speciali. Il suo scopo dichiarato è fare accettare Scientology alla pubblica opinione (ed intendo alle istituzioni, sia locali che nazionali); lo si fa mandando ordini ai DSA (Direttore Affari Speciali) delle diverse org (Div. 7); OSA si occupa anche di dirigere i processi intentati contro Scientology e di "maneggiare" i critici (ad esempio il gestore di questo sito) .

  • UFFICIO DELLE FINANZE. Si occupa di far fare soldi alle org tramite gli FBO (Ufficiali bancari di Flag), cioè staff posti anch'essi nelle Div. 7.

  • FOLO (Ufficio di collegamento di Flag). Il suo personale si occupa di far produrre le org mandando ordini (via telex) agli executive di riferimento delle org inferiori, ognuno dei quali manda ordini ai capi delle Div. 2, 3, 4, 5, 6, 7. Per esempio il Dissem Aide (Aiutante della Disseminazione) manda ordini al Dissem Sec (segretario di disseminazione della Div. 2); il Treasury Aide manda ordini al Treasury Sec (Segretario della Tesoreria Div. 3) e così via.

  • UFFICIO DI WISE. Si occupa di "ottenere" che piccole o grandi aziende si iscrivano ed applichino sul lavoro la tecnologia di L. Ron Hubbard; lo scopo è mandare titolari e dipendenti sui corsi di Scientology. Se non erro, ogni azienda iscritta deve versare a WISE il 10% delle sue entrate.

  • UFFICIO DI SMI. Si occupa di "ottenere" che le Missioni di Scientology (cioè i piccoli centri Scientology che consegnano servizi di base) si espandano facendo così confluire alle organizzazioni superiori (le org) i loro reclutati. Per policy, ogni org deve appoggiarsi a 10 Missioni.

  • UFFICIO DI ABLE. Si occupa di aprire e gestire scuole che usano i programmi di studio di Scientology; di aprire e gestire i Narconon, centri per la disintossicazione da droghe che utilizzano i programmi di Scientology; di entrare nelle carceri con il programma Criminon e far studiare a gruppi di carcerati i corsi di base di Scientology; di distribuire l'opuscolo "La via della Felicità" (il cui autore è L. Ron Hubbard) specialmente nelle zone disastrate o in guerra. Tutte queste attività hanno lo scopo di portare pubblico nelle org di Scientology affinché acquisti servizi (training ed auditing).

  • UFFICIO DI I HELP. Si occupa di gestire gli "auditor del campo" cioè quei public che abbiano studiato i corsi di Scientology e siano diventati auditor, e che poi scelgono tale professione, in privato, per consegnare auditing. L'attività è abbastanza redditizia visto che un pacchetto di 12 ore e mezza di auditing costa sui 1.000 euro, di cui il 10% va versato all'ufficio di I Help. Anche in questo caso lo scopo è far sì che le persone audite dagli "auditor del campo" si rechino poi nelle org per continuare il percorso di studio e auditing.

  • SNR HCO. Si occupa di far reclutare pubblico nelle org e di applicare l'etica, sia agli staff che al pubblico. Lo fa tramite gli staff delle Div. 1 delle diverse org. All'interno di questo ufficio c'è la SNR QUAL, che, tramite gli staff delle Div. 5, si occupa di correggere il pubblico che non riesce ad assimilare la tecnologia.

  • CMO (Organizzazione dei Messaggeri del Commodoro). Si occupa di far conoscere ai dirigenti superiori di Scientology ciò che viene fatto dai CLO, cioè i "Continental Liaison Office" - Uffici di Collegamento Continentale, dove per "Continente" si intende un'area di controllo; per esempio in Italia il CLO controlla tutte le organizzazioni in Italia, il CLO EU tutte le organizzazioni d'Europa ecc.

  • CTO (Continental Training Org). È la classe dove studiano sia i SOM che gli staff delle org che necessitano di correzione (cramming).

Ma c'è molto di più, che emergerà durante il racconto.


La vita all'interno della Sea Org

Appena finito l'EPF bisogna procurarsi una divisa. Io pensavo che mi avrebbero portato in un magazzino e mi avrebbero consegnato il tutto come a militare, invece l'incaricato mi accompagnò in uno stanzone con dei bauli impilati, li aprì, cercò qualcosa della mia taglia. Prese una camicia (sporca), un paio di pantaloni (usati) e una giacca più o meno della mia misura e me li consegnò. «E le scarpe?» chiesi. Mi rispose che non ce n'erano e che me le dovevo comprare, visto che quando si lavora in Sea Org bisogna sempre indossare la divisa. Questo vale anche per la cravatta, le calze, le camicie di ricambio, il golf, ecc. Bisogna fare attenzione ad acquistare indumenti che siano il più possibile uguali a quelli raffigurati su un opuscolo delle divise standard, altrimenti non li puoi indossare.

L'alternativa è acquistare di tasca propria le divise della Sea Org che arrivano dall'America, ai miei tempi il set completo costava circa 300.000 lire. In caso di protesta («Ma la divisa non dovrebbe consegnarcela la Sea Org, visto che è obbligatoria?») la risposta è che non ci sono i soldi quindi occorre "maneggiare", cioè "arrangiarsi e far andar bene le cose" ("maneggiare", in senso letterale, significa completare un'azione sino a che non se ne senta più parlare; ma questo termine viene abusato di continuo per dire a chi ha un problema di arrangiarsi e di non seccare gli altri membri dell'equipaggio).

Mi ritrovai così sul mio posto di lavoro, con una scrivania e un senior. Una delle prime cose che occorre imparare è che non si devono MAI discutere gli ordini impartiti; bisogna eseguirli e basta, pena andare subito in etica. La seconda cosa da imparare è che bisogna sempre, sempre, sempre, essere impegnati in qualcosa, non ci sono minuti liberi visto che «Per espandere Scientology il lavoro da fare è molto...». Non sono ammesse "distrazioni" come giornali, TV, cinema, Internet, uscite con gli amici, visite alla famiglia (se non in alcuni casi).

Le giornate si susseguivano incessantemente con questi orari:

Dal lunedì al venerdì:
- ore 8.30 sveglia
- ore 9.00 colazione
- ore 9.30 roll-call (appello)
- ore 10.00 -12.30, studiare
- ore 12.30 -13.00, pranzo
- ore 13.00-13.30, "production meeting" (riunione di produzione dove il senior chiede i prodotti conseguiti sino a quel momento e si stabiliscono i prodotti da fare nelle successive 24 ore. Se non hai portato prodotti vieni letteralmente sgridato dal senior davanti a tutti. Indipendentemente che tu abbia 15 o 60 anni, vieni sgridato e basta, perché il concetto di base è che con il tuo non-prodotto hai evitato l'espansione di Scientology.
- ore 14.00 -19.00, produzione (più avanti spiegherò meglio)
- ore 19.00 -19.30, cena
- ore 19.30 - 23.00, produzione
- ore 23.30, a letto

Il sabato:
dalle 9.30 alle 12.30 "hygiene time" (tempo di igiene) che consiste nel pulire il tuo posto letto, mettere in ordine i vestiti, lavare e stirare i tuoi indumenti, pulire i pavimenti e spolverare la stanza. La Sea Org non ti fornisce né asse né ferro da stiro e ti devi arrangiare comprandoli con i tuoi soldi. Le lavatrici sono poche e private, cioè di proprietà della singola persona quindi ogni volta devi chiedere di poterla utilizzare e se la risposta è negativa (quasi sempre) devi lavare a mano.
Poi solito orario.

La domenica:
dalle 9.30 alle 12.30 si fanno lavori di abbellimento degli spazi, cioè ci si riunisce in gruppi per imbiancare una stanza, costruire una parete divisoria, riparare qualcosa di rotto, riunire la spazzatura, ecc. La produzione termina alle 20.00 e dopo, qualche volta (se la produzione di un settore è andata bene rispetto alle settimane precedenti), si può vedere un film preso a nolo. Ma la maggior parte delle volte si produce sino alle 22.30 - 23.00.

Si può godere della liberty (cioè del giorno libero) una volta ogni 15 giorni ma solo se la propria produzione è in affluence (cioè se il proprio grafico dimostra che si è prodotto di più); per ottenerla si deve scrivere un rapporto al senior spiegando anche in che modo - causa l'assenza - si "maneggerà" la produzione, che la settimana successiva non potrà calare altrimenti sono guai (si va in etica).

Questo in linea teorica, perché nella pratica si riesce ad avere una liberty ogni due o tre mesi- quando va bene. Sono parecchi gli staff che non ne godono da oltre un anno e il buffo è che se ne vantano, lasciando a intendere che loro sono veramente dedicati a servire LRH (lavorare sempre). Comunque sia, la liberty è prerogativa di ben pochi staff. Anche quando le proprie statistiche vanno bene (affluence) c'è sempre il senior che ti dice «Ma se lavori un giorno di meno (la liberty) come fai a far salire ancora le statistiche?». Come dicevo, sono stato nella Sea Org un paio di decenni e ho goduto forse di una decina di liberty, non di più; lo stesso vale per tutti gli altri SOM che ho conosciuto.

Sulla carta ogni staff ha diritto a 20 giorni di ferie all'anno, ma anche le ferie non si fanno mai; in tutti gli anni che sono stato SOM non ho mai visto nessuno fare 20 gg di ferie. Qualcuno fa una/due settimane al massimo, ma solo se ha situazioni urgenti di famiglia, oppure per malattia.

Per ottenere le ferie occorre redigere un C.S.W. (Complete Staff Work) su cui va specificato chi ti sostituirà sul posto di lavoro, e in cui ci si impegna a rientrare subito se il sostituto non svolgerà le tue mansioni in modo adeguato. Il vincolo del sostituto è solo uno stratagemma per scoraggiarti a fare le ferie, anche perché se tutti gli staff devono rispettare l'orario di cui sopra, come sarebbe materialmente possibile accollarsi anche il lavoro di un altro? È virtualmente impossibile. E dal momento che si è a conoscenza del fatto che si potrebbe essere richiamati in qualsiasi momento, semplicemente non si va in ferie. Le ferie non sono previste nemmeno se ti sposi (sono ammessi solo matrimoni fra Sea Org Member): viene detto infatti che salvare il pianeta è ben più importante di qualche giorno di ferie. Ho visto diversi neosposi che, al massimo, hanno fatto una settimana di ferie.

Il 16 di agosto è il giorno della Sea Org e tutti i suoi membri hanno un giorno di liberty per commemorare la ricorrenza della sua fondazione da parte di LRH. Beh, penserete voi, è pur sempre un giorno di vacanza. Invece no, perché quel giorno si va, tutti assieme, al lago o in montagna, si fanno attività comuni (pallone, basket, giochi vari), pranzo al sacco e cena in un ristorante; e, naturalmente, si ricorda LRH con un discorso tratto dai suoi scritti. Ultimamente si andava in un Acqua Park alle porte di Milano e si rimaneva lì tutto il giorno.

E la vita privata, direte voi? Beh, quella non esiste! Un SOM è solo un SOM e basta, e tutto quello che fa lo fa solamente per la causa di Scientology, solo questo è importante. Come detto sopra giornali, matrimonio, cinema, teatro, vacanze, giochi, genitori, familiari, ecc. sono solamente distrazioni che distolgono l'attenzione alla produzione.


La produzione

Si basa su quanta espansione sta generando l'area di tua responsabilità nelle org; il discorso è un po' complicato e ricorrerò a un esempio.

Poniamo che tu sia il Treas Aide (aiutante della Tesoreria, aiutante nel senso che aiuti LRH a svolgere il suo lavoro) e quindi la tua area di responsabilità sono tutte le Treasury delle org italiane che tu devi espandere (avere più soldi in banca e reclutare staff per avere più staff, sempre nell'area della Treasury). Per farlo ti viene assegnato un programma, scritto dal Management Internazionale, con dei target da raggiungere. Si copiano i primi target sul computer e si manda un telex al Segretario della Tesoreria di tutte le org italiane per farglielo eseguire (in pratica sono degli ordini). Se il Segretario dell'org inferiore non raggiunge il target, o non rispetta la scadenza imposta dal SOM, iniziano i guai di etica.

La produzione del SOM consiste in quanti target i suoi sottoposti nelle diverse org inferiori hanno completato; se la produzione va bene il SOM avrà delle agevolazioni (tipo vedere qualche film in TV o potere andare ogni tanto al cinema) per cui non si farà scrupolo a minacciare letteralmente il sottoposto affinché raggiunga i suoi target.

L'azione minacciata consiste principalmente nel convocare il sottoposto alla base della Sea Org e "maneggiarlo di etica", vale a dire fargli scrivere overt e withhold, fargli "risalire le condizioni", cioè "confessare" che cosa ha fatto invece che dedicarsi alla produzione, e poi far firmare il documento a tutti i SOM che, a quel punto, saranno a conoscenza dei suoi "peccati": per esempio che il tizio ha falsificato le sue statistiche per poter andare in liberty; che ha tradito il/la coniuge; che nel lontano passato ha rubato qualcosa o altro.

Ho letteralmente letto e firmato centinaia di queste "condizioni" e io stesso le ho scritte a mia volta (quando era il mio turno di andare in etica), per poi passare da ogni SOM per farle leggere e firmare.

Spesso capita che il SOM si apparti in uno stanzino con il suo sottoposto e gli gridi in faccia (a tutta forza) che è fuori etica, che fa azioni deplorevoli, che è uno scansafatiche, sino a farlo piangere. Una volta arrivati a quel punto il SOM è soddisfatto (ha avuto modo di sottolineare la sua autorità) poi, per rincuorare il malcapitato, gli dice che non è lui che ha sbagliato, ma sono le sue azioni...

Sono stato presente a centinaia di questi "maneggiamenti" ed io stesso ne ho subiti a bizzeffe. L'usanza era (è) talmente radicata che quando lo staff di un'org non alza le statistiche il senior gli dice a mo' di minaccia «Guarda che ti mando alla Sea Org ...». La stessa paura prendeva noi SOM quando eravamo convocati per un "maneggiamento di etica" da un'org superiore (Copenhagen o Los Angeles), ed ho visto un senior exec piangere a dirotto quando il CMO gli ordinò di recarsi a Copenhagen.

Le stesure di overt e condizioni vengono raccolte in una "cartella di etica" e tenute a disposizione per il futuro; se la produzione di quel determinato staff tornerà bassa (il che prima o dopo è normale) verranno riprese in mano, ampliate o rifatte.

Per risalire completamente le condizioni lo staff dovrà anche adoperarsi in compiti che "ripaghino il danno provocato" (gli viene fatto pesare che la sua poca produzione ha costretto un SOM a perdere del tempo per maneggiarlo, distogliendolo dalla sua propria produzione), compiti che consistono nel lavorare (naturalmente gratis) per diverse ore o giorni alla base della Sea Org (pulizie, imbiancare le pareti, lavare piatti, ecc.) Ho visto un sacco di staff delle org inferiori lavare piatti e servire in tavola i membri della Sea Org, sparecchiare, ramazzare, pulire i bagni, ecc. In genere questi compiti vengono portati a termine con un senso di orgoglio, convinti che in quel modo si ottemperi al volere di LRH, e che è l'unico modo per redimersi dei propri peccati.

Esistono altri modi per spingere lo staff a produrre (raggiungere i target dei programmi); per esempio il SOM manda un telex all'Ufficiale di Etica dell'org dicendogli che il tal staff non produce e deve essere "maneggiato", altrimenti sarà messo in etica lui stesso (minaccia); oppure il SOM si reca personalmente all'org per verificare perché non produce; oppure all'org viene inviata una "Missione Sea Org" (di questo parlerò più avanti).

In pratica, la maggioranza dei SOM si occupa di quanto sopra, mentre altri lavorano all'interno della "base" (cucina, acquisti, raccolta di denaro, far uscire le Missioni, ecc.)

Per far sì che noi staff della Sea Org facessimo produrre gli staff delle org inferiori, ci veniva inculcato che eravamo l'élite di Scientology, che eravamo superiori e quindi gli staff delle org inferiori ci dovevano rispetto, che eravamo obbligati a "maneggiarli" di etica perché non producevano abbastanza (l'alternativa era essere "maneggiati" a nostra volta di etica pesante), che dovevamo seguire solo i dettami di LRH per migliorarci e migliorare gli altri, che non dovevamo mai discutere gli ordini impartiti altrimenti erano guai di etica. In altre parole, dovevamo essere cattivi e irragionevoli con i nostri junior, vale a dire non accettare nessuna scusa per la mancata produzione dei sottoposti; se non producevano dovevano per forza avere overt (peccati). Oltre ai peccati "classici" (di natura sessuale, rovinare macchinari, sparlare dei superiori, ecc.), si intendeva anche qualsiasi azione che non fosse stata scritta da LRH. Una frase viene ribadita incessantemente: «Se non l'ha scritto LRH non è vero». Alla fine ci si abitua a prestare molta attenzione a ciò che si dice in quanto se non riesci a dimostrare che è stato scritto da LRH sono guai di etica.

Durante il roll-call (l'appello di tutti gli staff che si tiene tre volte al giorno) non era raro che qualche staff parlasse davanti a tutti noi dicendo con molta enfasi «Ieri ho fatto venire alla Base lo staff Caio, l'ho maneggiato pesantemente perché non produceva, l'ho fatto piangere alla grande e alla fine mi ha detto che il motivo per cui non produceva era ...», e tutti ad applaudire per quel "successo". Peccato che, il più delle volte, quello stesso staff ritornava per la sua bassa produzione.

Oppure il Comandante della Base (CO CLO) o un suo sottoposto dicevano «Fate produrre di più questi staff, guardate e indagate su cosa fanno fuori dagli orari di produzione, quali overt commettono... molti di loro sono dei fannulloni, vi stanno prendendo in giro dicendovi che ce la mettono tutta ma non è vero», e cose del genere.

A poco a poco mi resi conto che la giornata standard era: alzarsi, colazione, roll-call, in classe a studiare (non sempre dato che la priorità è produrre), pranzo, roll-call, production meeting (riunione di produzione), produzione (principalmente si sta al computer per mandare ordini), cena, produzione; alle 23 si smette, pulizie e a letto.

Qualsiasi azione svolta DEVE essere in relazione agli scritti di LRH, non ci sono eccezioni; che tu stia scrivendo una lettera, stia dando ordini scritti e verbali, lavando i tuoi indumenti, facendo le pulizie o qualsiasi altra cosa, «Se non l'ha scritto LRH non è vero!». Fare il contrario significa anche doversi studiare gli scritti di LRH e correggersi, altrimenti si va in etica (vale a dire: stesure di O/W, condizioni, lavoro extra - cioè accorciare le pause pranzo e cena e lavorare oltre le 23.00 o in molti casi per tutta la notte, far firmare la condizione a tutti gli staff del tuo gruppo): è una punizione troppo pesante per cercare di sgarrare.

C'è uno slogan che appare anche nelle tende gialle dei "Ministri Volontari" issate in certe occasioni nelle diverse città (il cui scopo principale è attirare gente in Scientology): «Pensa con la tua testa». Bene, dentro Scientology non si pensa con la propria testa ma solo con quella di LRH.

Per darvi un esempio vi riporto ciò che LRH dice riguardo a cosa devono fare gli staff della Sea Org:

Lo scopo principale di un CLO è tradurre la pianificazione di Flag in realtà nelle Org nelle missioni, e quindi tra i vari tipi di pubblico. (Serie dell'Admin Know-How n. 25r)
In breve, la Pianificazione di Flag (sede internazionale di Scientology), che ha lo scopo di espandere le org, viene fatta solo ed esclusivamente in base agli scritti di LRH.

Parte di CLO è costituito da CMO, il cui scopo è sia di segnalare al Management Superiore il lavoro svolto dallo stesso CLO, sia di fargli svolgere i programmi. Il CMO è l'organo superiore di tutto il CLO e nessuno può discutere ciò che i suoi staff dicono o fanno.

CMO significa Commodore Messanger Organization, cioè Organizzazione dei Messaggeri del Commodoro (LRH); i suoi staff sono equiparati a LRH e quindi, quando parlano, è come se fosse lui stesso a parlare. È una organizzazione molto selettiva che assume principalmente i figli ancora adolescenti di scientologist (14-15 anni). È infatti molto importante che i suoi staff non siano ancora stati "contaminati" dalla vita al di fuori da Scientology, così che quando danno ordini non abbiano nessuna remora a darli e a farli eseguire (si chiama "nessuna ragionevolezza"). Per reclutarli, gli staff veterani del CMO contattano gli staff delle org inferiori con figli pre-adolescenti e fanno molta pressione affinché firmino il contratto di un miliardo di anni, anche se sono ancora piccoli (7/8/10 anni ed anche meno). Al termine della scuola dell'obbligo lo staff di CMO si presenta al genitore con il contratto firmato anni prima, affinché l'adolescente prenda servizio nella Sea Org. Se il genitore si fa prendere dai dubbi («Ma non è ancora pronto... è piccolo... non ha intenzione di fare quella carriera...» e così via) allora verrà convocato al CLO e maneggiato subito di etica con argomentazioni quali: «Non è tuo figlio che non vuole ma sei stato TU - detto con enfasi - che non sei riuscito a maneggiarlo». Questo "trattamento" prosegue per giorni, mesi o anche anni, sino a che il genitore capitola e autorizza il figlio ad arruolarsi in Sea Org; ho visto decine e decine di questi maneggiamenti e praticamente l'80% dello staff di CMO è costituito da figli di scientologist.

Il risultato è che una volta entrati in CMO viene loro inculcato che ogni ordine impartito deve essere eseguito da tutti senza "se" e senza "ma", visto che quando parlano è come se parlasse LRH in persona. Se qualcuno si permette di obiettare dicono la fatidica frase «Se ci fosse qui LRH e ti ordinasse questo, tu lo faresti? O diresti di no?», al che ovviamente si risponde «Sì, lo farei». Quindi «fallo e basta». Alle volte questi staff venivano ai roll-call per dare consigli o per leggere qualche brano di LRH e noi dovevamo tutti accondiscendere ed applaudire.

Non è raro vedere staff del CMO di 14 o15 anni alzare letteralmente di peso, con grida e strepiti e picchiando manate sulla scrivania, un altro staff che magari ha alle spalle 20 o più anni di attività in Sea Org dicendogli che è un fannullone, che è un buono a nulla, che lo manderà sull'RPF se continua a non rispettare i tempi che lui (staff del CMO) gli ha dato per svolgere un certo lavoro. Tutto questo davanti agli altri staff, e ci si comporta così proprio per far capire agli altri che cosa succede se non si rispettano gli ordini. C'erano punizioni come assegnamenti di condizioni, mangiare riso e fagioli per un periodo di tempo stabilito dallo staff (questo significa s-o-l-o riso e fagioli mattina, mezzogiorno e sera e nient'altro). Per farvi capire sino a che punto arrivava l'arroganza di questi staff, una volta una coppia sposata di staff del CLO dovette lasciare la sua camera matrimoniale e andare in due posti singoli (letti a castello) perché degli staff del CMO dovevano dormire nella matrimoniale; ricordo che la moglie scoppiò a piangere, ma non poteva dire nulla perché «È LRH che parla e non si può andargli contro...».

Tornando al CLO c'è stato un periodo in cui, dopo ripetuti non pagamenti dell'affitto del suo edificio di Sesto S. Giovanni, la proprietà ci diede lo sfratto e quindi una notte, come dei ladri, ci trasferimmo in un altro edificio a Cernusco sul Naviglio (cittadina vicino a Milano). Per far sì che non si saltassero più i pagamenti il CO CMO (Commanding Officer - l'ufficiale Comandante del CMO) si mise direttamente su questa azione instaurando un vero clima di terrore fra tutti gli staff, che durò un paio di anni. Tutti i giorni alle 14.00 riuniva gli executive dei vari gruppi chiedendo loro di scrivere il "Piano di Battaglia" giornaliero (cioè quali azioni dovevano essere svolte entro le 14.00 del giorno dopo), e ordinava di ripresentarsi il giorno successivo con tutti i lavori fatti. Il CO CMO leggeva poi ogni punto del BP di ogni staff (ne aveva una sua copia) e se qualcuno, per esempio, diceva «Ho raccolto 100 euro invece di 120» gli veniva detto «FLUNK!!!» (errore, sbaglio), gridando e sbattendo il pugno sul tavolo. Gli faceva poi notare che non era allineato alla causa di "far andar bene le cose" ma che stava invece remando contro, e partivano condizioni di etica per non aver eseguito un ordine. Naturalmente tutti gli altri executive stavano zitti in attesa del proprio turno. Ricordo la paura che tutti avevamo di quelle riunioni, e in tutto il CLO non si sentiva una mosca volare. Se qualcuno si azzardava a sorridere o a scherzare, nel passare nei vari uffici si sentiva dire: «Come va la tua produzione? Ma che hai da essere allegro, devi produrre e basta!!!!»

Una volta in mensa trovammo soltanto una scodella di brodo. Niente pane, né tantomeno carne, verdura... insomma niente; tutti in silenzio a bere quel brodo vegetale per tornare poi di corsa al lavoro. Subito dopo, al roll-call, si presentò il CO CMO e ci disse: «Avete visto cosa avete mangiato oggi? È il frutto del vostro lavoro. Del resto non state producendo...» e ce lo disse con enfasi. Lo stava dicendo a un gruppo che lavorava dalle 9 del mattino a mezzanotte (allungamento dell'orario per suo ordine), alcuni lavoravano anche di notte. Da notare che noi staff seguivamo le policy di LRH, ma lui sosteneva che non lo facevamo affatto per cui dovevamo scrivere overt e fare condizioni, cosa che comportava sempre lavoro aggiuntivo.

Non gli passava nemmeno per la testa che, forse, c'era qualcosa di sbagliato nella gestione e che non bastava dare ordini, molte volte assurdi, per farci lavorare.

Nessuno reclamava dal momento che quando parla il CO CMO "parla LRH". Si può contraddire LRH? Certo che no. Assurdo. Si rischiano punizioni a non finire.

Dopo circa due anni il nostro CO CMO venne rimosso dai suoi superiori (che sono a Los Angeles) e mandato sull'RPF. Nel frattempo, e per due lunghi anni, noi staff del CLO avevamo subìto le sue angherie e manie di grandezza. E questo vi fa capire sino a che punto si arriva in un posto (Scientology) che viene presentato come l'unico posto felice esistente sulla Terra e oltre. E, per inciso, nonostante quel clima di terrore fu necessario continuare a fare i salti mortali per pagare l'affitto e alla fine ci trasferimmo in un altro spazio a Vimodrone (sempre di notte, «Così non si perde tempo per la produzione» ).


Entrate e paga dello staff

Le entrate di un CLO provengono principalmente dal 10% (circa) delle entrate che l'org ad esso più vicina fa ogni settimana; nel nostro caso era Milano Org. Quando c'erano le vecchie lire, dalla vendita di servizi Milano Org circa 100/130 milioni ogni settimana, con punte, a volte, di 200 milioni. Detratte le entrate per la vendita di libri (destinate unicamente al riassortimento dei volumi); le percentuali varie da inviare al Management Internazionale e il 10/15% per il pagamento dei debiti, restavano circa 80/100 milioni di cui 8/10 da destinare al CLO. Esistono in realtà anche altre entrate ma si tratta di cifre irrisorie, come il pagamento dei freeloader di chi esce dallo staff e le somme che pagano gli staff di altre org in addestramento all'OTL. Anche con l'avvento dell'euro le entrate si sono mantenute proporzione, vengono fatti circa 3/6.000 euro (con punte di 10.000).

In linea teorica ogni SOM dovrebbe percepire 25 dollari la settimana, come scritto su una policy di LRH, ma in pratica ci si mettevano in tasca 2/3000 lire (quando andava bene si arrivava a 5.000 lire, ma il più delle volte la paga era a zero). Il motivo di questa situazione è che il CLO era indebitato sin sopra i capelli, con arretrati nei pagamenti dell'affitto degli appartamenti in cui dormivamo. Non veniva pagato nemmeno l'affitto dell'edificio del CLO e anzi, ogni tanto si dava qualche soldo ai proprietari per cercare di tenerli buoni, ma questi minacciavano denunce su denunce.

Le conseguenze della cronica mancanza di soldi erano:

  1. ogni tanto qualche proprietario di appartamenti veniva direttamente al CLO a battere cassa gridando.
  2. Ci furono casi in cui gli staff che alle 23.00 o oltre arrivavano a casa si trovavano il proprietario ad attenderli che gridava con loro per il mancato pagamento.
  3. Per ovviare a questo, quando scadeva il contratto si affittavano altri appartamenti, ma il ciclo dei non pagamenti continuava. Personalmente ho dormito a Sesto S. Giovanni, Carugate, Lissone, Pobbiano, Lavanderie ed all'interno del CLO; ma c'erano altri appartamenti nella stessa Vimodrone e in un paio di alberghetti a una stella, a Vignate e a Pioltello.
  4. Lo staff non riusciva a comprarsi i generi di prima necessità (sapone, dentifricio, vestiario, frutta, dolci o generi di cultura come libri, ecc.). Chi aveva risorse proprie e poteva permettersi un pacchetto di sigarette veniva preso d'assalto, un vero e proprio accattonaggio.
  5. Il riscaldamento era molto scarso o, il più delle volte, spento. In inverno si battevano letteralmente i denti, lavoravamo a computer con cappotto e guanti, si andava a dormire al gelo, non ci si faceva la doccia per settimane.
  6. Ogni tanto l'Enel ci tagliava la corrente per morosità. Ricordo che a Carugate si stette senza luce per un mese; la sera si andava a letto senza lavarsi ed al mattino ci si alzava con un freddo micidiale, per muoversi all'interno della palazzina si accendevano le candele.
  7. Ci venne tagliato anche il telefono e molte volte i nostri parenti provavano a telefonare per ore e ore senza risultato.
  8. Il cibo era scarso: al mattino un po' di latte e pane, a mezzogiorno una pastasciutta e un frutto, la sera ancora pastasciutta e un frutto; ogni tanto un po' di verdura. Una volta la settimana (domenica) si mangiava carne.

Lo staff era visibilmente scontento, ai roll-call i senior ci dicevano che poi le cose si sarebbero sistemate, avremmo avuto cibo e tutto il resto in quantità, bastava solo seguire la policy di LRH. Il motivo per cui non facevamo soldi era perché non la seguivamo e quindi avevamo degli overt. Perciò ripartiva il solito ciclo di obbligarci a scrivere O/W, scrivere le condizioni e risalirle (e questo significava lavorare ancora di più).

Noi eravamo a conoscenza della marea di debiti (anche se si cercava di tenerlo nascosto) e i senior ci dicevano che i proprietari degli immobili che reclamavano i loro soldi erano degli SP (persone soppressive - contrarie a Scientology) e che noi, in fondo, stavamo lavorando a loro insaputa anche per la loro salvezza... Questo per far capire che noi (scientologist) eravamo i buoni e loro (i proprietari) i cattivi.

Spesso per pagare l'affitto del CLO (comunemente chiamato "Base") si chiedevano soldi alle varie org (Milano, Brescia, Torino, ecc.) e, se opponevano resistenza, gli si ordinava di farlo immediatamente, poiché è CLO che dirige le org e quindi si è obbligati a sostenerlo. Se ancora opponevano resistenza, gli ED (Direttori Esecutivi - i capi delle singole Org) venivano convocati al CLO e si maneggiavano di etica sino a che pagavano.

Si chiedevano soldi anche agli stessi SOM senza problemi finanziari, ne ho visti alcuni "maneggiati" sino a dover prestare soldi a CLO per l'affitto. Gli staff erano ben contenti di «Avere salvato la Base della Sea Org...». Il punto che continuava a sfuggire, però, era che poi quei soldi prestati non venivano più restituiti (o lo erano solo in parte), perché chiedere soldi ai SOM, e ancora di più richiedere indietro soldi spesi per il CLO, è out policy (vietato dalle policy di LRH) .

A quel punto, per aggirare l'ostacolo, si convinceva (maneggiava) chi aveva prestato soldi al CLO affinché venissero girati definitivamente come "offerta", facendogli firmare un documento di donazione. Il "convincimento" è abbastanza semplice, gli si dice che lo fa per il bene di LRH, del resto «Vuoi veramente che la Base sia in pericolo?», gli si dice che gli verrà scritta una Commendation (un ringraziamento scritto) valevole come bonus per la successiva condizione che prima o poi dovrà risalire e così via. Lo staff non può in nessun modo denunciare il CLO: in primo luogo sarebbe immediatamente espulso e dichiarato SP (questo anche se solo lo accenna o minaccia), poi non ha nessun pezzo di carta che attesti il prestito, perché CLO si guarda bene dal rilasciarglielo.

Per aumentare le entrate, durante i production meeting venivano citati alcuni staff delle org con stats basse e li si convocavano (obbligavano) al CLO per una correzione. In questo caso è l'org di provenienza che deve pagare vitto e alloggio, ma siccome molte volte le org ritardavano i pagamenti allora si obbligavano gli staff a portare i soldi per almeno una settimana di correzione, e di solito per altri tre/sei giorni. Di staff in correzione ce n'erano di continuo, è impensabile che i 500/600 staff delle org italiane andassero tutti bene e su questo c'era una forte pressione.


Cure mediche

Non esistono cure mediche vere e proprie perché si pensa che se un SOM si ammala è PTS (Sorgente Potenziale di Guai), e perciò aberrato; la prima azione è chiedergli una stesura di overt e di condizioni; poi vengono somministrati degli assist, uno dei quali è "assistenza tramite tocco" che consiste nel toccare con un dito un punto del corpo, chiedendo «senti il mio dito?». «Sì»... avanti così sino a quando lo staff ammalato dice «Ora mi sento meglio». Questa assistenza può durare mezz'ora o più e la si fa per qualsiasi cosa, dal mal di pancia al mal di denti, da un polso slogato a una botta (a parte il mal di testa), con la presunzione che sia il toccasana. Per le malattie più importanti, (dal diabete al mal di reni, asma, aids, ecc.) lo staff deve fare auditing, ma Scientology non dà auditing gratuito agli staff quindi o lo si paga di tasca propria (circa 1.000 euro per 12 ore e mezza) o si viene rimandati a casa per farsi curare a spese della famiglia.

La stessa cosa vale per le cure dentistiche, infatti non sono pochi gli staff con problemi ai denti, del resto non hanno i soldi per curarseli. Molti staff soffrono anche per la dieta povera (molti carboidrati e quasi mai proteine) e la soluzione è assumere vitamine, che però non venivano comprate per mancanza di fondi. Ogni tanto venivano date forti dosaggi di vitamina C.

Quando un SOM si trova in una situazione PTS, un'altra azione è trovare il "soppressivo", cioè chi gli sta causando guai (può essere un familiare che gli rimprovera di fare Scientology, oppure un amico che lo schernisce, o un parente che gli dice che Scientology è una fesseria, ecc.) Ovviamente, quello è il motivo per cui si è ammalato o non fa bene il suo lavoro. Il SOM deve dire il nome di chi lo sopprime, poi viene steso un maneggiamento per ottenere che quella persona non lo disturbi più, o accetti Scientology. In questo caso si fanno esercitazioni in cui uno staff (allenatore) recita la parte dell'antagonista e il SOM PTS deve contrastarlo a parole sino a che l'allenatore non è soddisfatto. Lo staff dovrà poi mettere in atto l'esercitazione con " la fonte PTS", e scrivere ogni giorno cosa ha detto e fatto in modo che l'allenatore (o un altro staff di HCO) possa controllare.

Quando un SOM è costretto a letto da una malattia si ritrova praticamente da solo. A volte i colleghi della sua Divisione si dimenticano anche di portargli da mangiare, e difficilmente lo si va a trovare perché «È una perdita di tempo, che deve invece essere usato per produrre». In caso di ricovero lo si va a trovare raramente e non gli viene portato nemmeno il cambio di biancheria... viene praticamente abbandonato perché si è trasformato in un peso per il gruppo... non produce... e non fa produrre gli altri.

D'altronde il SOM (come qualsiasi altro scientologist) è convinto (anzi, sicuro) che Scientology guarisce qualsiasi male tramite assist o auditing, come si può leggere in Dianetics: la forza del pensiero sul corpo, che dice espressamente che Dianetics guarisce praticamente tutte le malattie psicosomatiche (dal raffreddore al cancro). La stessa cosa si legge su La storia dell'uomo. Staff e pubblico credono ciecamente in questo e, se si ammalano, evitano il più possibile i farmaci.

Purtroppo ho visto alcuni staff e public morire di tumore, di aids ... scientologist con il diabete, malattie ai reni, ecc. Per fare alcuni esempi, uno staff di Nuoro trascurò il suo diabete fino a rimanere cieco, due SOM di OSA sono morte per AIDS, un SOM è uscito dalla Sea org perché aveva il diabete.

Quando serpeggiavano dubbi sul non riuscire a guarire con le tecniche di Scientology, la pronta motivazione fornita era: «Non hanno fatto tutto il percorso di Scientology ... magari il loro caso si poteva risolvere a OT VIII o OT XV (non ancora consegnato)... che ne sai, sicuramente se andavano avanti sul Ponte la loro malattia si risolveva».

Ai vari roll-call ho sentito parlare di centinaia di guarigioni miracolose del tizio che dopo una seduta di auditing aveva risolto il malanno che l'affliggeva da anni; del caio che con poche sedute di assist aveva sconfitto l'artrite; della vecchietta che non riusciva più a camminare e si era rimessa in piedi dopo soli pochi assist, o frasi del tipo «chi lo sa, magari molti di noi che siamo in Scientology ci siamo salvati dal cancro senza saperlo!» Ho sentito dire tante cose, ma mai nessuno, nemmeno una singola persona, che mostrando le sue cartelle cliniche ci si sia presentata dicendo: «Questa è la diagnosi dell'ospedale. Dopo gli assist (o l'auditing) ho rifatto gli esami ed ecco qui i risultati, malattia sparita». Mai nessuno, mai. E sì che sarebbe una pubblicità enorme.


Famiglia e figli

La famiglia, i figli, l'amore, sono visti come una distrazione dalla produzione; in Sea Org non c'è posto per questi sentimenti.

Per cominciare, un SOM può sposare solo un SOM, non sono ammesse deroghe. Se si desidera sposare un non-SOM si deve redigere un CSW (lavoro completo da staff) dettagliando i motivi della scelta. Il CSW non verrà comunque accettato (in 20 anni non ho mai visto nessuno sposare un non-SOM). Il motivo è molto semplice: un SOM è completamente dedicato alla causa ("salvare il pianeta") quindi deve solo eseguire gli ordini, e basta. Questi ordini possono contemplare l'invio in "missione" in una org lontana dalla base (nel caso italiano, Catania o Nuoro), ma non può farsi accompagnare dal coniuge, impegnato in un altro lavoro. Oppure gli si può ordinare di andare a studiare in America per 4 o 5 anni, ed è inimmaginabile che il coniuge non scientologist possa accettare una separazione di quel tipo. Al CLO italiano esistono casi in cui uno dei due è a Milano e l'altro a Copenhagen o a Los Angeles. C'è stato un caso in cui la moglie venne promossa per andare a Los Angeles, ma il marito non aveva le qualifiche per seguirla e fu maneggiato (convinto) a staccarsi dalla moglie «per il maggior bene di Scientology». Accettò: del resto non poteva fare altrimenti perché continuavano a dirgli che «stava fermando l'intenzione del Management», cosa che alla fine gli si sarebbe ritorta contro. La donna andò a Los Angeles e lui chiese la separazione; in seguito si unì a un'altra donna e poi lasciò la Sea Org.

Fino al 1990, in Sea Org, si potevano avere figli. Poi il Management Internazione si rese conto che rubavano tempo alla produzione (figli ammalati, problematiche scolastiche, dover comprare vestiario senza averne i mezzi, o semplicemente per stare con loro) e decise (ordinò) che chi avesse avuto figli sarebbe stato mandato lontano dalla propria base di appartenenza in un'org con statistiche basse (per aiutarla a espandersi). Ho visto famiglie mandate a Nuoro Org e a Novara, dove l'organico non comprendeva più di dieci staff e la pay era di poche migliaia di lire la settimana, e almeno una volta la settimana a zero. Poiché non riuscivano a sopravvivere, l'unica soluzione era trovare un lavoro esterno a Scientology, ma non si può fare in quanto «un SOM non può lavorare al di fuori di Scientology». Questa gente viene spinta a guadagnarsi da vivere con la vendita di libri e servizi di Scientology, ma anche in quel caso o fai il venditore a tempo pieno o non campi. Il che non era compatibile con l'essere staff full time.

Considerando però i continui fallimenti e, non ultimo, la cattiva pubblicità che quei SOM facevano a Scientology, una nuova decisione del Management Internazionale stabilì che chi avesse avuto figli sarebbe stato espulso dalla Sea Org e obbligato a pagare tutti i servizi di cui aveva usufruito (tecnicamente si chiama freeloader, che significa scroccone). Ciò significa che se due coniugi avevano trascorso, poniamo, una decina di anni in Sea Org, avrebbero dovuto pagare almeno un centinaio di milioni delle vecchie lire per i servizi usufruiti. Se non avessero pagato non sarebbero più stati ammessi "sulle linee" di Scientology, e per un SOM si tratta di una punizione molto dura. Ho visto decine di coppie lasciare la Sea Org, la maggior parte non hanno più fatto servizi in Scientology perché non potevano pagarsi il freeloader.

Alcuni esempi di cui sono stato testimone in merito alla "seconda dinamica" (così Scientology definisce la famiglia):

  • Matrimonio e una settimana di "viaggio di nozze", poi lui venne mandato in America a studiare, almeno 4 anni lontano senza poter ritornare in Italia. Dopo pochi mesi lei si invaghì di un altro (anche lui sposato) e la nuova coppia così formatasi lasciò la Sea Org.

  • Dopo pochi mesi dal matrimonio, due SOM si accorsero di aspettare un bambino. Vennero considerati traditori del gruppo ed espulsi dalla Sea Org. Fino a quel momento erano state persone degne di rispetto, ma dopo venne vietato a tutti di rivolgergli la parola. Li vidi portar via dalla Base i loro mobili, nessuno che li aiutasse o salutasse: li si trattava peggio degli animali.

  • Il caso di un'altra coppia appena sposata: lui veniva inviato spesso in missione (parlerò più avanti di cosa sono le missioni) in diverse org italiane. Alla fine lasciarono la Sea Org perché era chiaro che non avrebbero potuto avere una vita insieme.

  • Altra coppia: lui fu assegnato al RPF, che lo impegnò per diversi anni. Alla fine si separarono e divorziarono. Entrambi, ora, sono fuori dalla Sea Org.

Chi rimane sposato accetta la regola di "servire LRH", che implica tra l'altro dormire separati perché non ci sono stanze matrimoniali; uno dei due va a studiare in America o in Danimarca per anni; uno è in Italia e l'altro in Inghilterra (a CLO ITL ci fu un caso del genere, alla fine hanno divorziato). Se poi uno è il senior dell'altro, il senior si lascia andare a scenate per motivi di produzione e l'altro deve stare zitto davanti ai colleghi. La giustificazione è che «un conto è la produzione e un conto è la vita famigliare».

I figli nati prima della direttiva di divieto frequentavano una scuola statale poi, rientrati alla Base, venivano indirizzati a fare produzione. I genitori si occupavano poco di loro perché stavano spesso in missione per settimane o mesi, oppure erano alla Base ma lavoravano sino a mezzanotte e i bambini si addormentavano sui divani in attesa di essere accompagnati a letto.

Una volta cresciuti, quei ragazzi erano obbligati ad entrare in Sea Org altrimenti i genitori avrebbero passato guai, sarebbero stati accusati di non averli saputi "maneggiare" il che è un segnale di overt, e andavano in etica. Tra quelli che ho conosciuto, tutti hanno firmato il contratto da un miliardo di anni per la Sea Org e tutti, al compimento del 14 anno, hanno smesso la scuola per entrare staff. Essere diplomati o laureati è considerato una perdita di tempo e non serve a nulla: la cosa più importante (vitale) è fare Scientology; c'è un film sui TRs in cui si deride un public laureato perché non sapeva la definizione di una semplice parola.

Quando veniva reclutata una coppia già sposata, nel caso possedessero l'alloggio venivano spinti a venderlo per acquistare servizi di Scientology, i loro mobili portati in un magazzino e lasciati lì a marcire (nel box della palazzina di Carugate c'erano decine di mobili abbandonati). Dormivano poi separati perché non c'erano stanze per famiglie (spreco di spazio: nel posto occupato da una coppia potevano essere messi tre letti a castello: sei persone).

I genitori dei SOM non vedono quasi mai i figli, impegnati giorno e notte in produzione. Se un familiare muore li si autorizza a partecipare al funerale ma non un giorno di assenza in più. Se lo staff piange o si mostra turbato, si sente dire «ma dai, nella tua vita di thetan hai avuto migliaia di madri e padri quindi qual è il problema?».


Le missioni

Quando un'org (per es. Milano o Roma, o Catania,ecc.) ha dei problemi (poco pubblico, poche entrate, un'area si sta restringendo) allora la Sea Org manda una Missione per renderla di nuovo attiva.

Le Missioni sono il dovere principale della Sea Org: in genere sono composte da due persone, a volta da una soltanto o da tre. I principale tipi di Missione sono tre: osservazione, produzione, etica.

All'ingresso in Sea Org uno dei corsi principali è proprio quello di Missione (Mission School), che è obbligatorio.

Il percorso per far uscire una missione:

  • Il giovedì si analizzano le statistiche di tutte le org di competenza del CLO e si vedono le org o le aree che o non si stanno espandendo da tempo o, peggio, che si stanno contraendo.

  • Al meeting di produzione si decide di mandare una Missione nella tal area, poi si attiva il Msn Ops (Operatore di Missione) che nomina due Missionari.

  • Il Mission Ops va in a controllare il DATA FILE, che raccoglie tutti i dati di ogni singola org (quanti e quali staff ci sono, la storia Scientology di ogni staff, dati personali dello staff del tipo se si è separato, quali crimini ha commesso in vita sua - rubato, andato con altri uomini/donne, evaso le tasse ecc.) e poi scrive un Ordine di Missione. I missionari lo studiano, fanno delle demo in plastilina di cosa è necessario fare in quell'org, poi il Msn Ops dà gli ultimi consigli e lo "start".

L'arrivo in org di una missione Sea Org crea molto scompiglio: gli staff sperano che non riguardi la propria area, cosa che significherebbe lavorare allo sfinimento.

I missionari si recano dall'ED (Direttore Esecutivo) e lo informano, a grandi linee, del loro incarico. Fanno lo stesso con gli exec e poi con lo staff. Tenete presente che in Scientology la Sea Org è l'organo superiore quindi il suo staff è superiorea quello delle org, perciò ogni loro ordine DEVE essere obbedito, pena maneggiamenti di etica.

Appena giunti all'org i missionari convocano una riunione: che siano le 10 di mattina o le 11 di sera, tutto lo staff viene trattenuto e non importa se hanno figli da mandare a dormire, coniugi che li aspettano, qualche impegno personale, ecc. Tutto viene cancellato. Ho visto (e anche ordinato) riunioni che iniziavano a mezzanotte e che duravano ore, non di rado fino all'alba. Nessun riguardo per chi non avrebbe più trovato mezzi pubblici per tornare a casa, a nessuno importava e se qualcuno lo faceva presente la risposta classica era «maneggia!» e «non disturbarmi con queste sciocchezze... siamo qui per salvare un pianeta e tu me la stai menando per andare a casa.»

L'azione successiva è far produrre l'area, quindi i missionari controllano ogni singolo BP (piano di battaglia giornaliero) scritto dallo staff e lo fanno eseguire, come si dice, "al sangue": vale a dire che gli chiedono continuamente a che punto è, che azioni ha fatto e che risultati ha ottenuto. I missionari stanno letteralmente addosso allo staff e controllano cosa fa, come parla al telefono, ecc.; se sbaglia lo correggono facendogli studiare le policy di LRH e poi continuano a seguirlo passo passo.

Quando in org arriva una missione vengono sospesi tutti i permessi e le assenze, se si arriva in ritardo scattano azioni di etica.

La sera vengono controllati i BP degli staff che, se non hanno completato tutte le azioni riportate, non possono andarsene; non di rado lo staff si vede costretto a telefonare a qualche public anche a mezzanotte per fargli acquistare servizi o per fare più ore di studio.

Ho visto staff piangere nel totale disinteresse del missionario che continuava a chiedere prodotti con frasi del tipo: «È il tuo bank che ti dice di piangere per schivare le tue responsabilità... sei un buono a nulla... quali crimini hai commesso»; non è raro che lo staff si inventi qualcosa del tipo «È vero, non ho mai detto prima che ho tradito il mio coniuge... ho dato una sberla a mio figlio..... non ho rispettato l'ordine del mio senior» e così via per allentare la tensione e dare al missionario un "motivo" per cui non si è prodotto, e cominciare un maneggiamento.

All'arrivo di una Missione, gli staff dell'area eventualmente in ferie vengono richiamati immediatamente anche se sono via con i figli, perché la cosa più importante è «dare Scientology al pubblico». In caso di rifiuto, viene detto chiaramente che al ritorno «Sarai maneggiato a riguardo» e questo significa pesanti azioni di etica. Durante le missioni della Sea Org le pause pranzo sono accorciate a mezz'ora (rispetto alla normale ora e mezza - la pausa cena è già di una sola mezz'ora).

Poiché - da policy - il motivo principale di un'area che non si espande sono i crimini (overt) commessi dai singoli staff (evasione fiscale, non seguire la policy, ritardi sul lavoro, falsificazione delle statistiche per andare in liberty, ecc.) i missionari fanno scrivere overt a tutti gli staff di quell'area, poi li leggono uno a uno e fanno risalire le condizioni (il che significa lavoro extra di notte). Poi i missionari controllano le cartelle di etica di ogni staff (contenenti le precedenti stesure di O/W) e verificano l'esistenza di cose "interessanti" che possano giustificare la "bassa produzione"; vanno poi a controllare i folder di auditing (contenenti tutte le cose personali che lo staff ha detto in seduta) e così facendo si viene a conoscenza nel dettaglio della vita privata e intima della maggior parte degli staff (e anche del pubblico). In quanto missionario potevo sapere chi si era macchiato di furto, chi aveva evaso le tasse, picchiato un familiare, praticamente tutta la sua vita; e come me lo potevano sapere quasi tutti gli staff del CLO poiché questi dati vengono trasmessi al CLO e su per le linee, fino al Management Internazionale (a Los Angeles).

Un altro motivo per cui le statistiche di un'org non si espandono è perché nei dintorni o dentro l'org è presente un SP (persona soppressiva); i missionari verificano allora tutti i dati del pubblico per cercare chi sia connesso e un "soppressivo", per esempio a un giornalista, un poliziotto, un carabiniere o a un forte antagonista di Scientology, ecc. Quel public verrà convocato in HCO e interrogato su che cosa dice a casa riguardo Scientology, quali sono le reazioni dei familiari e, se sono negative, che cosa dice per maneggiarli. Gli viene quindi steso un programmino su cosa dovrà dire a casa (o alla "fonte antagonista") e lo si fa esercitare; dovrà tornare tutti i giorni in org per scrivere esattamente ciò che ha detto e fatto, e ciò che ha risposto l'antagonista.

Nel caso il public non riuscisse a maneggiare, o se l'antagonista è una minaccia per Scientology (un poliziotto, un carabiniere di alto livello, un sindacalista, giornalista o finanziere) allora verrà espulso da Scientology.

La convocazione per partire in missione veniva accolta con favore, perché era un'occasione per poter finalmente avere pasti decenti e completi e, spesso, per dormire in albergo; tutto a spese dell'org che riceveva la missione. Viceversa, l'ED e gli executive dell'org non erano per nulla contenti di doverci pagare vitto e alloggio.

Molte volte si andava in missione per futili motivi del tipo:

  • missione per ottenere un event con più pubblico; si ordinava agli staff dell'org di telefonare al pubblico a tutte le ore, per fissare più appuntamenti. Ogni sera si mandavano poi i dati al CLO via telex;

  • missione per allestire un banchetto in modo che tutti i frequentatori dell'org potessero scrivere al Management Superiore;

  • missione per trovare uno staff che andasse a studiare in America come auditor o supervisore;

  • missione per reclutare qualche staff dell'org per CLO;

  • missione per raccolta dati in qualche area dell'org, e così via.

Va sottolineato che ogni motivo di missione deve essere moltiplicato per le undici org italiane. C'è stato un periodo in cui i senior exec di CLO mandavano fuori molte missioni in modo da risparmiare le spese di vitto.

Le org raccolgono fondi vendendo servizi al pubblico, e una buona parte di quelle entrate servivano poi a mantenere i missionari del CLO: un vero e proprio spreco.

A un certo punto gli ED delle org, stanchi di avere tutte quelle missioni inutili che sprecavano soldi e basta, trovarono una policy che diceva che le missioni devono essere pagate dal CLO e l'org deve pagare solo se la missione ha successo. Poiché le missioni di successo sono solo quelle di produzione (es. la missione aiuta a far arrivare più pubblico, oppure a vendere e consegnare più servizi) allora, come per incanto, le missioni del CLO si ridussero drasticamente in quanto non potevano più mantenerle.


Studio e auditing

Ogni SOM ha teoricamente diritto a 12 ore e mezza di studio o auditing la settimana; in pratica non avviene quasi perché la priorità assoluta è la produzione.

Una volta completato il Prodotto Zero (i corsi che gli EPFer, - le nuove reclute - fanno), il nuovo SOM va sul suo posto di lavoro e deve studiare alcuni corsi per diventare uno staff competente. Poi deve studiare altri corsi per essere competente sul suo posto di lavoro, es. il "Mini Hat" e il "Full Hat" (HAT: incarico del posto. Per esempio un ferroviere ha "l'hat di ferroviere"), dopo di che ha diritto di accedere all'auditing per diventare Clear ed OT.

Ma ci sono due problemi:

  1. Ben pochi arrivano a completare il "Full Hat" perché la spinta sulla produzione è enorme e se si dicesse al proprio senior «devo andare in classe a studiare» la risposta sarebbe quasi sempre «com'è la tua produzione? Sei in affluence? Ma lo vedi che le tue statistiche fanno schifo, e tu vuoi andare in classe? Se ci vai qual è la soluzione per la tua produzione?». Lo studio viene così scoraggiato e, visto che l'unica soluzione per far salire le statistiche è lavorare, si rinuncia allo studio altrimenti a fine settimana le statistiche saranno basse (condizione di "danger" o "emergenza"), si dovrà scrivere la condizione del posto e fare una stesura di overt e whithhold.

    Non studiare, però, rappresenta un altro problema perché se durante un'ispezione di HCO o peggio, di CMO, si rileva che non è stata applicata la policy di LRH che dice che bisogna studiare per il tempo prestabilito, ci si vedrà assegnata una condizione e una stesura di O/W. Ci si trova quindi tra l'incudine e il martello: «Se non vado a studiare la mia statistica salirà, ma dovrò scrivere la condizione appioppatami da HCO. Se studio, il mio senior mi darà la condizione per statistiche basse». Se si fa presente l'incongruenza, l'unica risposta che ci si sente dare è «Maneggia!!!!». La soluzione per non incorrere in maneggiamenti di etica (condizione, O/W) è far salire le statistiche del posto, poiché LRH ha scritto che il metro in base al quale si misura l'etica di una persona è la sua produzione. Se le tue statistiche sono in salita allora nessuno ti farà nulla, anche se "uccidi qualcuno" (si fa per dire), mentre se le stats sono in discesa sei fregato. Questo è il motivo per cui si studia poco o nulla e a volte si falsificano le statistiche: evitarsi guai di etica. La protezione però durerà sino a quando le stats caleranno, cosa che prima o poi si verificherà perché è impossibile farle salire all'infinito.

    Nella mia carriera di SOM ho visto ben pochi arrivare al "Full Hat", la maggior parte riesce a fare solo i corsi di base e arrivare, quando va bene, alla Mission School; infatti si presenta sempre qualche "emergenza" che sei obbligato a risolvere tralasciando lo studio, dall'aiutare nei lavori di abbellimento del CLO (pitturare e montare/smontare pareti, aiutare nei traslochi, pulizia a fondo dei locali), alle telefonate alle varie org per "ottenere che ottengano" [tipica espressione gergale] più pubblico nei vari events, o le raccolte fondi per evitare lo sfratto per insolvenza delle org (è successo alle org di Monza, Roma, Catania, Novara, Nuoro per due volte) ecc.

  2. Ammettiamo comunque che si riesca a completare il "Full Hat" del proprio posto. A questo punto dovrebbe spettare di diritto l'auditing per diventare Clear e procedere sui livelli OT. Ma ecco l'intoppo: il CLO non ha auditor a sufficienza per cui lo staff full-hat non può essere audito (attualmente, dopo decenni, CLO ha due auditor per 100 staff, certamente insufficienti per audire tutti con regolarità). Il SOM chiede di potersi allora recare alla org più vicina (Milano), ma la richiesta viene respinta in quanto «La tua org è il CLO, se vuoi più auditor devi reclutarli e poi li mandiamo a studiare in America (o in Danimarca) e così avrai il tuo auditing».

Vi fu un periodo in cui alcuni SOM andavano a farsi audire a Milano, ma CMO bloccò poi questa cosa; il motivo addotto era che, durante l'auditing, c'era il rischio che svelassero dati confidenziali che solo i SOM devono conoscere, ma la verità era che si temeva che potessero essere rivelate le condizioni pietose in cui viveva lo staff del CLO in termini di vitto e alloggio, e la cosa avrebbe irrimediabilmente compromesso il potenziale reclutamento in CLO degli staff delle org inferiori. Chi mai avrebbe voluto entrare a far parte dell'élite di Scientology, una volta conosciute le sue condizioni di vita? In realtà, informazioni sulla scarsità di cibo e sulle condizioni pietose degli alloggi uscirono veramente durante l'auditing di alcuni staff del CLO.

Comunque sia, alcuni senior executive di CLO continuarono ad essere auditi fino a Clear a Milano o a Verona (per esempio il CO CMO, CO OSA, ed altri). E sì che loro, più che i semplici staff, erano a conoscenza di dati confidenziali. Nessuno però osava sollevare critiche perché, se lo si fosse fatto, si sarebbe incorsi in azioni di etica (criticare significa avere overt sullo stesso soggetto, come cita LRH... quindi ... tutti zitti). Se si fosse insistito per godere del diritto a essere auditi, un'altra risposta era che «Noi siamo qui per servire il pubblico e LRH e non per ricevere auditing... ma sei venuto qui per questo? Sarà meglio che passi in HCO per farti maneggiare di etica».

Dei livelli OT neanche a parlarne, visto che per farli occorre recarsi nelle org di Copenaghen o in America, le quali si fanno pagare la consegna dei livelli, che finiscono per essere a carico di CLO o del singolo staff. E visto che CLO non aveva soldi... attualmente CLO conta tre/quattro staff OT, e tutti hanno pagato i livelli di tasca propria.

L'unico auditing che viene dato a profusione riguarda i sec check (verifiche di sicurezza). Una verifica di sicurezza consiste nel mettere all'E-Meter lo staff o il public mentre l'auditor gli pone domande dirette su eventuali overt, e verifica le letture dello strumento; le domande sono le più disparate, tutte volte a far emergere le manchevolezze del soggetto: «Hai mai detto il falso al tuo senior? Hai mai rubato qualcosa? Hai mai falsificato le statistiche? Hai fatto atti sessuali? Sei mai stato inattivo? Ti sei masturbato?» Ecc.

I sec check sono strumenti di etica e vi si viene sottoposti spesso e nelle situazioni più disparate, ad esempio di ritorno da una missione (è obbligatorio e si chiama "Return Mission Sec Check"); quando le stats sono giù; quando non entrano soldi per il Management e così via. L'auditor trascrive tutti gli overt emersi poi il suo senior (o uno staff di HCO) lo chiama e glieli legge tutti, e per ognuno di essi si deve scrivere la condizione.

Al momento del reclutamento viene detto che studio e auditing sono gratuiti, ma si tratta di uno specchietto per allodole. Infatti, mentre per gli staff delle org inferiori il contratto dura due anni e mezzo o cinque anni, al termine dei quali te ne puoi andare senza pagare nulla, se sei staff della Sea Org il tuo contratto dura un miliardo di anni, vale a dire che non ha scadenza, e per evitare di pagare il freeloader devi uscire dalla Sea Org solo ... morto.

Come dicevo all'inizio, per diventare SOM occorrono certe qualifiche e se una di esse viene meno scattano l'espulsione e il freeloader: si devono pagare tutti i servizi ricevuti, e senza sconti. Se un normale public acquista un pacchetto di servizi gode di sconti fino al 50%, mentre se sei freeloader ti vengono addebitati a prezzo pieno. Non è insolito, perciò, ritrovarsi ad aver servito Scientology per 10 e più anni, con una pay irrisoria o nulla, giornate di lavoro di 16/18 ore, sette giorni la settimana, e nel momento in cui ti ammali seriamente o un tuo familiare diventa finanziere o giornalista vieni espulso. In questo caso, se vuoi continuare a professare quella che è diventata la tua religione devi pagare i servizi ricevuti mentre lavoravi, e al doppio di chi non ha mai lavorato per la chiesa. È una vera e propria punizione.

Attualmente ci sono decine e decine di SOM diventati freeloader che fanno debiti per cercare di rientrare in Scientology.


Dati delle org e dati personali

Come accennato in precedenza, al CLO c'è un'area, chiamata "Data File", in cui sono raccolti TUTTI i dati di tutte le org d'Italia: sono dati che riguardano staff, pubblico e l'org stessa. Per tutti i dati intendo proprio tutti:

  • ORG: dati sulle statistiche e i motivi per cui nella data settimana sono scese o salite; quali cambiamenti si sono verificati in un'area (più o meno staff, spostamento di scrivanie o di incarichi); quanti soldi hanno incamerato le singole aree e da dove provengono, e così via. Quante Missioni SO sono state mandate in quella org e che cosa hanno fatto; quanti staff vengono reclutati ogni settimana (loro nomi e cognomi); quanti libri sono stati venduti, ecc.

  • STAFF: dati anagrafici, data di reclutamento, precedente professione, quali azioni di etica ha subito, quale corsi ha fatto, se si presenta in ordine al posto di lavoro, che scuole ha frequentato (anche il nome e dove era situata) e con che profitto.

    Ci sono poi una serie di dati personali tratti da una scheda, la cui compilazione è obbligatoria, che si chiama Life History. In essa vanno elencati nome e cognome di familiari e parenti (anche di diverse generazioni) e la loro professione; nome e cognome degli amici, quali scuole hanno frequentato, in che rapporti si è con essi e la loro opinione su Scientology. Si devono elencare anche i partner sessuali avuti, se il sesso era completo o no, se il partner era amico/a o fidanzato/a; quali esperienze sessuali si sono avute nell''adolescenza e le eventuali perversioni, tutto nei minimi dettagli. Poiché si dà per scontato che la prima compilazione della "Life History" non è mai completa, ogni tanto lo staff deve rivederla (quanto più a lungo si è stati staff, tanto più si è propensi a scrivere poiché ci si sente parte di un gruppo in cui sono tutti amici, e le difese crollano).

  • PUBBLICO: lo stesso che per gli staff.

Dentro i computer dei "Data File" sono perciò contenuti tutti i dati personali di chi frequenta o ha frequentato Scientology. Quei dati vengono poi inviati automaticamente al Management di Copenhagen (dove sono raccolti tutti i dati dei paesi che vi fanno capo, vale a dire tutti i paesi europei - Gran Bretagna esclusa - dalla Russia al Portogallo, dalla Svezia all'Italia) e a quello di Los Angeles (sede del Management Internazionale), dove sono raccolti tutti i dati di tutta Scientology nel mondo. Se qualcuno a Los Angeles lo volesse, potrebbe sapere ad esempio che Tizio in Nuova Zelanda è divorziato, quali e quante donne ha avuto, quali crimini ha commesso, perché è entrato in Scientology, i nominativi dei suoi familiari, che cosa fanno ecc.

Ma come vengono raccolti questi dati? In parte vengono raccolti dallo staff di HCO, ma molti provengono dagli staff del cosiddetto Network di Scientology. Per esempio in ogni org c'è un Flag Rep (Rappresentante di Flag, obbligatoriamente membro della Sea Org e quindi staff del CLO), un FBO (Ufficiale Bancario di Flag - ultimamente deve anch'esso essere SOM), un LC (o LRH Comm. Comunicatore di LRH), un KOT (tenutario della Tech) ed un DSA (Direttore Affari Speciali). Ogni settimana tutti questi staff inviano rapporti scritti e criptati, spediti via e-mail, al CLO che de-cripta e legge. I Flag Rep (ma anche gli altri staff) vengono definiti "gli occhi e le orecchie del Management", poiché girano per l'org, prendono appunti e inviano i dati raccolti; nessuno può di loro nulla, non può interferire nemmeno l'ED (Direttore Esecutivo) dell'org.


Conclusione

Questa è la vita di uno staff della Sea Org, e alla fine ho deciso di andarmene. Lasciare Scientology è sempre un'esperienza negativa perché è impossibile andarsene in buoni rapporti. Nella vita esterna a Scientology quando si trova un altro posto di lavoro i colleghi ti stringono la mano, ti augurano buona fortuna e spesso ti organizzano una festicciola e ti fanno un regalo. Se si è lavorato per anni in un gruppo di aiuto al prossimo (che ne so, missionario in un paese straniero, volontario per l'assistenza ai poveri o agli ammalati) e si decide di smettere, il tuo gruppo ti ringrazia per ciò che hai fatto e per l'opera svolta, per l'aiuto dato.

In Scientology invece per lasciare lo staff ci sono solo due modi, entrambi negativi:

  • fare blow (letteralmente sparisci). In questo caso vieni dichiarato persona soppressiva (SP), vale a dire che ti si mette l'etichetta di criminale.

  • chiedere di uscire seguendo la procedura standard, cioè il "Routing Form di Uscita", che consiste in una serie di passi che sei obbligato a fare prima di andartene. Ti viene chiesto il motivo per cui te ne vai, vieni interrogato sui corsi che hai fatto ed a ogni risposta sbagliata ti fanno ristudiare il pezzo o il corso (questo perché si ritiene che se non si è capito parte di ciò che si è studiato in Scientology c'è il rischio del "blow"). Viene verificato l'auditing che hai ricevuto e un auditor (quando ha del tempo libero, a volte possono passare settimane) lo corregge. Intanto devi impegnarti full time in lavori pesanti come pulire la cucina, imbiancare pareti, aiutare a preparare gli event, lavare ogni giorno piatti e pentole, ramazzare il cortile, fare traslochi, ecc.

    Infine devi fare una stesura di overt e withhold, e questo porta via giornate intere. Poi scrivi le condizioni specificando perché te ne stai andando, documento che devi far firmare a tutti gli staff (il buffo è che se scrivi che te ne vai, la maggior parte non lo firma). Alla fine, se proprio sei ancora deciso ad andartene, vieni convocato in HCO dove ti viene presentato il conto freeloader, e ti si chiede come intendi pagarlo.

    Da quando inizi il "Routing Form di Uscita" (il cui scopo dichiarato è di salvare la persona, dove per "salvare" si intende restare in Scientology) a quando esci dal portone della Sea Org per andartene possono passare parecchi mesi. Ho visto staff impiegare oltre sei mesi. In quel periodo nessuno ti rivolge più una parola amichevole, i colleghi e gli amici ti evitano e se qualcuno si avvicina parlandoti in modo quasi amichevole (magari era tuo amico da anni), il senior lo richiama immediatamente per dirgli: «Guarda che lui ha tradito questo gruppo e se ne sta andando, e tu gli stai rivolgendo la parola in tono amichevole?».

Nel periodo di appartenenza alla Sea Org puoi avere svolto un lavoro immane per l'espansione di Scientology, puoi avere ricevuto decine e decine di riconoscimenti, "donato" centinaia o migliaia di euro, ma quando te ne vai sei solo un infame e niente più, e tutti ti schivano.

E così ti ritrovi fuori senza un lavoro, senza soldi, e anzi, se decidi di ritornare a Scientology e fare servizi devi prima pagare il freeloader. Non hai più i vecchi amici del pre-Scientology perché nel frattempo ti sei completamente isolato, spesso non hai più contatti da anni con la tua famiglia, hai assorbito quel particolare gergo scientologese da cui è duro liberarsi ed è incomprensibile al mondo esterno, del tipo: «In pt mi sento bene» ("pt" significa "tempo presente", ora), oppure «La mia 2d» (il/la partner di vita), o «non fare Q&A» (non perdere tempo inutilmente). Ti ritrovi senza il minimo contributivo per la pensione, vista la paga irrisoria e il contratto da Co.Co.Co; senza un titolo di studio se non lo avevi raggiunto prima del reclutamento, e il minimo che può capitarti è di sentirti solo e sperduto.

Ogni volta che presenterai una domanda di lavoro avrai un grosso buco nel curriculum, dire che per anni hai servito fedelmente la Chiesa di Scientology non serve a nulla, nella migliore delle ipotesi ti chiederanno «Cos'è?», nella peggiore ti indicheranno la porta... altro che stenderti un tappeto rosso ...

Beh, magari pensi «Ora che sono fuori almeno mi sono liberato di Scientology e posso guardare avanti, vivere la mia vita», ma ti sbagli di grosso.

Dopo un po' vieni contattato da un tuo ex amico scientologo (mandata da qualche staff della Sea Org) che magari ti propone un lavoro in qualche ditta di proprietà di uno scientologist, quasi sempre sono imprese di pulizia o agenzie immobiliari. Il motivo non è, come sembrerebbe, quello di darti una mano, ma piuttosto quello di controllarti meglio ed assicurasi che inizi a pagare il tuo freeloader. Infatti le aziende gestite da scientologist sono quasi sempre iscritte a WISE, quindi sotto la cappella della Sea Org che si assicura che paghi il conto in sospeso o versando una rata ogni mese, o - il più delle volte - inducendoti a chiedere un finanziamento in banca. D'altronde ti abbiamo aiutato a trovare un lavoro, no? E mi devi in qualche modo ripagare! E ti ritrovi un'altra volta invischiato dentro Scientology.

Finito di pagare il freeloader te li ritrovi addosso affinché acquisti corsi e auditing, e si parla di diverse migliaia di euro. Durante la mia pluridecennale esperienza in Scientology ho conosciuto centinaia di scientologist e quasi nessuno era libero da debiti.

Poi ci sono le telefonate a casa o al lavoro per chiederti soldi per i nuovi "release" (pubblicazioni, adesso si parla della "Serie dei Fondamenti e dei Congressi di LRH" del costo totale di circa 6.000 euro) che sei obbligato ad acquistare, ma sei ti dimostri reticente ti dicono: «Sei o non sei un buon scientologo? Vuoi o no aiutare Ron a chiarire questo pianeta?», o frasi simili. Oppure vogliono soldi per le diverse campagne della "Via della Felicità", magari da mandare in Palestina «Per fermare la guerra», o "donazioni" per la IAS (Associazioni Internazionale degli Scientologist) e così via. Le occasioni per chiederti soldi sono decine, ultimamente si sono inventati una nuova tessera "Ideal Org Team - Creatori di una nuova Civiltà" il cui costo ammonta a 10.000 euro (diecimila) e che tra i vantaggi ha un «20% di accredito su tutti i tuoi successivi Status delle Org», vale a dire che dopo il primo status di "Membro Fondatore" (quello da 10.000 euro) ve ne saranno altri, di grado più elevato, con "donazioni" da 20.000, 50.000, 100.000 euro.

Sarai contattato per partecipare ai vari event che si tengono durante l'anno (una decina almeno), occasioni nelle quali ti martelleranno per farti "donare", o per acquistare libri, materiali eccetera. Inoltre, la tua cassetta della posta e la tua casella e-mail saranno costantemente riempite con propaganda di ogni genere.

Le telefonate arrivano sia dalla tua org di appartenenza che dalla Sea Org Italiana, da Los Angeles, da Copenhagen, da Flag (in Florida), visto che il tuo numero di telefono è a disposizione di tutto il pianeta Scientology.

C'e' un solo modo per tagliare definitivamente i ponti: essere dichiarato SP (persona soppressiva). Si può essere dichiarati perché si è fatto "blow", oppure dicendo di aver letto i dati OT che circolano liberamente in Internet, o denunciando Scientology, oppure scrivendo qualche lettera "di fuoco" al Management Internazionale informandolo che sei in contatto con dei giornalisti per raccontare la tua storia.

In Scientology non è tutto da buttare, sarebbe scorretto dirlo. Io ne sono uscito ma dallo studio di Scientology qualcosa ho imparato. Dopo l'auditing la mia vita è senz'altro migliore che in passato. Gli staff di Scientology sono, per la quasi totalità, persone dedicate al prossimo che lavorano per pochi spiccioli, sono persone oneste ma dopo un po' assorbono troppa Scientology e non si rendono conto di essere finite in un vortice senza fine da cui usciranno (se lo faranno) in malo modo.

Vale la pena sacrificare le proprie amicizie, separarsi da familiari e parenti, vivere praticamente senza un soldo in tasca, essere totalmente al servizio della Sea Org 24 ore al giorno, 365 giorni dell'anno? È vero che nella vita, per emergere e poter vivere meglio, bisogna lavorare sodo, ma in questo caso il sacrificio dura tutta la vita, senza interruzioni.

È davvero questo il miglior gruppo del pianeta o, come si dice in Scientology, «Noi siamo il gruppo più etico che ci sia su questo pianeta?». Giudicate voi.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it