In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Attraverso il "Muro del Fuoco" 

Di Roger Gonnet.

Traduzione a cura di Martini.

Il brano che segue, tratto dalle pagine web del francese Roger Gonnet, contiene terminologia tecnica specialistica. Non ho ritenuto opportuno appesantirlo con note a pié pagina, e ne consiglio la lettura esclusivamente a chi abbia dimestichezza con lo "scientologese" e con i procedimenti dispensati da Scientology.

Roger Gonnet è autore in Francia del saggio su Scientology La Secte - Secte Armée Pour la Guerre. Chronique d'une "religion" commerciale à irresponsabilité illimitée. Editiones ALBAN, 1998 (per una presentazione in lingua italiana, vedi qui).

Martini 

 
 
 
 
 
 
Ho scritto quanto segue per rispondere alla domanda postami da un frequentatore del gruppo di discussione alt.religion.scientology
 
 
«Sono curioso di sapere quel che la gente pensava nel trovarsi di fronte ai materiali di OT III - Xemu e tutta quella roba - quando erano ancora dentro la CoS»
 
 
Il suo scopo principale è di illustrare le varie implicazioni a cui si poteva andare incontro sui "livelli superiori" di Scientology. 

Ho già parlato di questo nel mio libro, ma è in francese; pertanto lo riscrivo nei dettagli per il pubblico a cui mi sto indirizzando ora, qui su a.r.s.; e penso di dover cominciare da OT2 per spiegare il mio incontro con OT3. Ritengo che affrontare l'argomento per intero sia più interessante e mostri le correlazioni tra i molti fattori che conducono a sensazioni diverse sui livelli OT, piuttosto che esporlo in breve. 

Dopo essere passato per i materiali estremamente noiosi e poco interessanti di OT2 - non ho fatto dieci volte le quasi ottanta pagine di domande o cosiddetti procedimenti che contiene, perché queste sono richieste da Hubbard solo nella prima versione dei materiali di OT2 - ero alquanto perplesso nei riguardi di ciò che sarebbe venuto dopo - il cosiddetto "Muro del Fuoco". 

Chiaramente su OT II avevo immaginato che la breve osservazione fatta da Elwrong (Hubbard) [nel newsgroup alt.religion.scientology i critici si riferiscono spesso a L. Ron Hubbard - "Elron" nella pronuncia inglese - come a Elwrong - pronuncia "Elron" - gioco di parole sull'aggettivo WRONG - sbagliato - n.d.t.] ("NON PERCORRETE ALCUN INCIDENTE DI BOMBE") potesse avere a che fare con il gradino successivo, ma, sebbene possa vantarmi di essere sempre stato un tipo fantasioso e immaginativo, non potevo sapere di che cosa si trattasse. 

Nonostante questo, OT2 si dimostrò veramente noioso; e avere migliaia di piccole fall, o fall e rari LF o LFBD (movimenti dell'ago sull'e-meter) mi portava a pensare che fossi io, la mia mente, che faceva quelle letture sull'e-meter [e non il thetan, lo "spirito"]. 

Sono sempre stato un caso molto facile che rispondeva bene all'auditing e all'addestramento, a meno di non trovarmi davanti un auditor incapace di riconoscere un "overrun" o di comprendere che cosa fosse una cognition o un "Fenomeno Finale" - o, sui corsi, se non mi trovavo davanti un supervisore o un ufficiale di cramming incapaci di realizzare che avevo risposto esattamente alle domande - non sono un tipo paziente, nonostante sia riuscito a vincere la Medaglia d'Oro nella competizione di Parigi del 1988, la prima volta a cui vi ho preso parte. 

Su OT2, qualsiasi cosa facessi, non avevo vere cariche mentali e ne ricavai "poche cognition", ma lo percorsi accuratamente finché decisi che ero io stesso a causare le letture, perché le stavo aspettando - l'effetto placebo sottolineato nel messaggio di Jens Tingleff di due giorni fa... una sorta di convalida del seguente fatto: quando ci crediamo, riusciamo a fare le cose. 

Ma la cosa più interessante è che verso la fine del mio OT2 mi ero un po' innamorato di una ragazza che faceva OT2 nello stesso momento (una cosa molto platonica... pensate che non ci baciammo mai e restammo "in etica"!). Questo si aggiunse alla mia "completa disconnessione" dal "livello OT2". 

Su OT1 avevo già avuto il sentore che si trattasse di un imbroglio - lavoro di una mezza giornata e metodi infantili. Avevo già dubbi sui veri scopi di LRH a causa delle innumerevoli volte in cui, negli ultimi 5 anni, l'avevo criticato su punti ben precisi della tech che erano palesemente criticabili e la mancanza di risposte esaurienti aveva ulteriormente rinforzato i miei dubbi su Scientology; ma nonostante questo attenuai un po' i miei sentimenti nei confronti della cosa perché avevo amici che sostenevano che i livelli OT di Scientology erano fantastici, e prendevo queste affermazioni come una sorta di conferma che fossi sulla buona strada e dovessi continuare. 

Ulteriore turbamento mi venne dal fatto che all'epoca avevo un piccolo disturbo fisico: un pelo dell'ascella mi cresceva sottopelle e mi aveva causato un ascesso enorme, delle dimensioni di un uovo: una mattina dovetti inciderlo e chiamai un medico in Danimarca [probabilmente Roger stava facendo i livelli OT a Copenhagen - n.d.t.] per avere qualche antibiotico - non riportai il fatto alle linee di Scientology, perché sapevo bene cosa fare in casi come questi per evitare possibili complicazioni con loro (possedevo io stesso sufficienti conoscenze in materia per comprendere che avrei potuto essere frainteso dai tecnici di Scientology e quindi spedito su qualche inutile maneggiamento scieno... e negli anni precedenti, e prima di Scientology... avevo già avuto problemi con "peli all'incontrario";  non esistevano maneggiamenti utili, ma questo si sommò alla decisione di finire OT2). 

[nota di adesso, 17 anni dopo: sono assolutamente consapevole che gli scieno brontoleranno sul fatto che ho lasciato OT2 senza averlo completamente "scaricato", ma se ci pensassero un po' su comprenderebbero che loro stessi  - come qualsiasi altro che abbia percorso quei livelli - non possono "scaricare" completamente quei livelli perché quei livelli non esistono se non negli scritti di Hubbard, e nella testa di chi li sta facendo. Una volta fatti, FINE, non rimane niente. 

Comunque, dopo alcuni "controlli di sicurezza" - quando li feci io, nel 1980, erano molto meno severi di ora - arrivai su OT3 e aprii il "pacco". 

Lessi la prima pagina scritta a mano e mentre lo facevo realizzai all'istante che lo stesso Elwrong era Xenu e che stava in qualche modo "espiando i suoi peccati passati" e ci insegnava il modo per uscirne; ma, come era successo per OT1 e 2, continuai a nutrire dubbi sulla veridicità della faccenda e su di lui, perché se davvero era stato Xenu, allora poteva anche riuscire a reintrappolarci. 

Avendo letto già da molti anni "Storia dell'Uomo" e non avendo mai percorso, nelle quasi 200 ore di auditing dei gradi precedenti (dal Riparazione della Vita sino al Grado 4) alcun incidente descritto nel libro, la storia di Xenu mi sembrava una qualche traccia dello stesso Elwrong adattata per gli altri, e già leggendo "Storia dell'Uomo" avevo pensato si trattasse del racconto della sua  traccia personale. 

Per favore ricordatevi che all'epoca avevo già 200 ore di auditing sulla "Traccia del Tempo"; devo aggiungere che la maggior parte degli "incidenti con carica" avevano avuto luogo nella vita attuale, non in esistenze remote (per "incidenti con carica" mi riferisco a quelli che mi avevano provocato le crisi o i turbamenti maggiori, o episodi di pianto; la maggior parte degli incidenti delle vite precedenti non avevano avuto questo effetto; nonostante tutto, essendo come molti altri molto ingenuo sull'auditing, non avevo problemi a percorrere incidenti delle vite passate o dell'attuale, con "vittorie" e risultati osservabili sull'e-meter). 

Dopo altre realizzazioni, cominciai ad applicare la tech di studio che avevo già messo in pratica sul Corso di Chiarimento, su OT1 e 2 e sull'auditing. Fatto interessante: all'epoca ero uno dei migliori traduttori scieno in francese, e su quei pacchi avevo già corretto montagne di voluminosi errori, stupidaggini e cattiva traduzione (probabilmente feci rapporto sulle linee scieno mentre studiavo il CC, OT1 e 2). 

Pertanto non mi sorpresi affatto quando anche su OT3 constatai tutte quelle interpretazioni sbagliate, quei controsensi ecc. Corressi anche quelli, a volte dovendo riscrivere la traduzione dell'intero HCOB... e questo aggiunse dubbi a dubbi perché mi rendevo conto che alcuni dei francesi che avevano fatto quei livelli prima di me non erano stati in grado di identificare quegli errori, il che voleva dire che avevano percorso OT 1, 2 e 3 con, a volte, grosse malcomprensioni sull'applicazione della tech; sembrava comunque che quella gente fosse riuscita a passarci attraverso senza particolari problemi, anche quando applicavano dei "fuori tech" e sembrava anche che questi non fossero stati notati dai Supervisori del Caso di Classe 12 che avevano C/essato i loro folder e session

Ma ancora una volta decisi di tenere duro e cominciai l'auditing. All'epoca anche la ragazza di cui mi ero un po' innamorato era su OT3, ed era un caso veramente molto speciale. 

perché? Aveva 21 anni, era in Scientology da un anno, era stata audita solamente 10 ore sui gradi inferiori ed era stata la prima in Europa ad essere dichiarata "Clear Naturale" e accettata immediatamente sui livelli OT (aveva i soldi). 

Nonostante questo riuscì benissimo su OT1, 2 e 3 - mentre qualche settimana più tardi quel tipo di gente - "i clear naturali" - non vennero più accettati sui livelli OT, perché le org di Scientology cominciarono a richiedere sempre più prerequisiti. 

Iniziai ad audire i Body Thetan con scarso interesse; a quel punto avevo un po' dimenticato che su OT2 avevo osservato che le letture dell'e-meter uscivano da me stesso e non necessariamente dagli "incidenti". 

Così ebbi le stesse letture e continuai coscienziosamente il mio lavoro di auditing sperando che accadesse qualcosa di veramente potente... ma non successe niente del genere, e continuai a localizzare i somatici, i BT o gli ammassi e ad audirli come tali (a volte andando all'Incidente Uno "4 quadrilioni di anni fa", cherubini, trombe e tutte quelle stronzate) e anche a "universi precedenti". 

Tuttavia continuavo a nutrire dubbi sulla reale validità di questi procedimenti, perché vedevo gente che usciva di senno. Alcune persone che conoscevo persero abilità che prima possedevano, o si sentivano ALTAMENTE TURBATE tutte le volte che dovevano lasciare l'Org per tornare a casa: temevano una presunta restimolazione dei BT e degli ammassi ed era vietato audirli senza l'appropriata Supervisione del Caso. Non so se ne sia mai uscito. 

Veramente impressionante, capite? perché il fatto è che noi immaginavamo che se quelli che pensavamo fossero errori di auditing potevano causare degli effetti collaterali negativi di quella portata, gli effetti positivi potevano essere altrettanto potenti. 

Così feci circa 60 ore di questo auditing... e un giorno decisi che ne avevo avuto abbastanza ed ebbi il Fenomeno Finale di OT3: "Essere soli nel proprio universo", o qualcosa del genere. Lo ero, nei fatti, e lo sono sempre stato (ma questa è un'altra storia!) 

Due giorni più tardi tornai all'Org (con un sorriso amaro perché avevo avuto altri somatici e presunti BT di ritorno) e riportai di non essere scarico sul livello OT3; temevo fortemente che mi avrebbero messo immediatamente su un "Ciclo di Etica" perché pensavo di aver attestato il falso, cosa considerata "reato capitale" in Scientology! 

Ma non mi misero sulle linee di Etica: mi dissero semplicemente di fare subito OTVII (all'epoca la via consigliata era: OT 1, 2, 3 poi OT7, OT3 Espanso quindi OT4, 5, 6, 7). 

Andai quindi su OTVII: una storia infantile sul porre la propria intenzione sull'altra gente, come quando si audiscono i "BT" mettendo la propria intenzione su di essi. Per attestare questo livello furono sufficienti poche ore. 

Così tornai sulla stessa versione di OT3 che avevo appena finito. E via di nuovo ad audire BT. Questo ad Hubbard non l'ho mai perdonato: proprio lui, che predicava che le false attestazioni erano Alti Crimini, in un certo modo ci spingeva a farne ben sapendo - prima che potessimo rendercene conto - che avremmo dovuto ritornare su quella zuppa poco tempo dopo! 

Quindi feci i NOT (ora i NOT sono i livelli OT da 4 a 8) e ancora di nuovo, e poi di nuovo sui BT e quella roba lì 

Come già scritto su a.r.s., uscii dall'illusione dello stato di OT per il verificarsi di alcuni fattori: la mia Org era una delle migliori d'Europa [Roger Gonnet all'epoca era il gestore di un'Org - n.d.t.]; nonostante questo, FOLO Europe mi stava alle costole cercando di fare qualcosa per portare il mio "Potere" sulle sue linee; il listino prezzi stava impazzendo - in quattro anni l'ora di auditing era salita da 66 franchi a 1000; quindi ero sotto forte pressione sia sul lavoro che sull'auditing, dove iniziai ad audire BT e Ammassi che non stavano solo sul mio corpo, ma anche su quello degli altri! 

Consideravo il fatto di toccare gli altri come un tradimento e una cosa proibita: non avevo motivi per interferire su gente inconsapevole delle mie "azioni" (questo dimostra che stavo diventando sempre più matto). 

Mi sentivo come se stessi praticando della magia bianca o nera, e non volevo farlo. 

Poi il ciclo di etica andò avanti e alla fine lasciai tutto, venni privato della mia Org, privato dei miei introiti, lasciato con altissimi debiti personali provenienti da faccende di Scientology, e anche mia moglie e i miei figli [impiegati all'org-n.d.t.] persero il lavoro! 

Nonostante tutto ripresi in mano l'e-meter tre o quattro volte per liberarmi dei BT, dato che ancora credevo fossero veri. Circa due mesi dopo lasciai l'e-meter e mi liberai dei BT con una semplice ispezione e ordinando loro "andate via". Poco tempo dopo, esaminando nell'insieme gli hubbardismi e tutte quelle teorie, riuscii sempre meglio a realizzare che si trattava di un mare di STRONZATE; da allora BT e Ammassi non mi hanno più dato fastidio. 

Da allora ho usato la mia conoscenza per tirar fuori la gente da questa storia, cosa che sto tuttora facendo. 

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it