In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
«La religione più costosa della terra»

Intervento apparso su alcuni newsgroup italiani l'11 Aprile 1996.

Sono un'ex appartenente alla Chiesa di Scientology. Scrivo da un computer che non è il mio e lo faccio in maniera anonima per evitare ripercussioni di qualsiasi tipo. Spero mi scusiate per questo. 

Mi iscrissi a Scientology alcuni anni fa. Il mio matrimonio stava andando a rotoli e mi sentivo sola e disperata. Tutt'a un tratto un'amica mi fece leggere un libro: Dianetics, di L.Ron Hubbard. 

L'avessi letto in un altro momento avrei probabilmente dato un giudizio diverso. Ma in quel momento il venire a sapere che c'era un'intera organizzazione pronta a darmi compagnia, conforto, e una speranza di benessere era più importante di molte altre cose. 

Cercai la sede più vicina e gli feci visita. Fui ricevuta da un signore gentilissimo. Gli dissi subito che io ero cattolica ma lui rispose di non preoccuparmi perch´ Scientology non è una religione ma un sistema di vita e chiesa era da intendersi solo nel senso di comunità. Non mi sembrava vero avere qualcuno così gentile disposto ad ascoltare tutti i miei problemi e così gli parlai tanto di me. 

Lui mi fece fare un test e poco dopo mi propose come prima cosa di seguire alcuni corsi. Ogni "corso" consisteva nella lettura di un libro di un centinaio di pagine circa e la compilazione di alcuni esercizi. L'organizzazione metteva a disposizione un supervisore per rispondere alle mie domande. Il tutto al prezzo di circa 150.000 lire. Fui spaventata dal prezzo del corso ma stupidamente non mi tirai indietro. Ben presto mi resi conto di non avere fatto un affare. Il libro era elementare e sembrava scritto per bambini. 

Ricordo che addirittura in un punto dava per scontato che io non conoscessi il significato della parola "crepuscolo". 

Quando chiedevo qualsiasi cosa al supervisore lui non faceva che rileggermi quello che avevo letto, con l'aggiunta di "capito, adesso?". 

Tutti i miei "esercizi" mi venivano restituiti subito come "ben fatti". 

Completai il corso in un paio di settimane. Mi fecero firmare un foglio in cui dichiaravo di avere avuto giovamento dal corso, e me lo fecero ripetere a voce mentre tenevo in mano due aggeggi di metallo. Chiesi che cos'era quell'apparecchio. Mi risposero un elettroscopio. Veramente non mi sembrava di stare molto meglio ma mi feci convincere a fare un nuovo corso. Questo fu ancora peggio. 

Addirittura a un certo punto mi chiesero di completare delle schede in cui dovevo annotare tutte le mie azioni che andavano contro l'etica. 

Come tradire mio marito, barare agli esami o commettere crimini di qualsiasi genere. Non solo ma addirittura mi si chiedeva di scrivere luogo, data e ora in cui era avvenuto ognuno di questi fatti altrimenti la "confessione" non sarebbe stata completa. 

Stupidamente feci quello che mi veniva chiesto. A ripensarci era talmente ovvio che quelle informazioni potevano servire solo a tenermi in loro potere, ma io allora ero così distrutta dai miei problemi che non lo capivo. Anzi non lo volevo capire, perch´ loro erano le uniche persone di cui mi fidavo in quel periodo bruttissimo. 

A corso finito vollero che io continuassi con altri corsi e altre cose ma io non volevo. Non mi fidavo più, dopo i dubbi che mi erano venuti facendo l'ultimo corso. Loro insistettero tanto. Anzi tantissimo, fino a farmi star male, ma io non cedetti. Mi feci forza e me ne andai. 

Ero disperata. 

Se ora non do dati su di me è solo perch´ Scientology è in possesso sul mio conto di informazioni molto compromettenti che se divulgate potrebbero causarmi danni gravissimi e distruggere la mia famiglia. 

Comunque posso dire qualcosa al signore che scriveva dicendo che Scientology non sarebbe un'organizzazione a scopo di lucro. Lo è eccome invece. È vero che l'iscrizione è quasi gratuita (non ricordo bene se era proprio gratis o se mi avevano fatto pagare una piccola somma). Però i corsi sono costosissimi e il servizio che si riceve non vale per niente quello che si paga (anche se loro vi diranno il contrario). Se non ci credete telefonate alla più vicina sede di Scientology e chiedete il prezzo dei corsi. Se è veramente una religione allora è la religione più cara della terra. 

E poi non vi danno tregua finché non continuate a seguire corsi una volta iscritti. Dicono che lo fanno per il vostro bene, per vincere la vostra "mente reattiva". Una volta vennero anche a casa mia e non se ne volevano andare anche quando dissi che non ero più interessata. Se ne andarono solo dopo che mio marito minacciò di chiamare i carabinieri. 

Per forza che vincono tutti i processi. Chi di noi si azzarderebbe mai a testimoniare qualcosa contro di loro dopo tutto quello che ci hanno fatto scrivere e firmare? 

So che altri hanno avuto problemi molto peggiori dei miei. Io ho avuto la fortuna di riuscire a smettere subito. Potrei scrivere anche molte altre cose ma non ho il tempo di farlo. 

Mi dispiace di non poter dire altro di me. Però se qualcuno è interessato a sapere qualcosa di più sul vero volto di Scientology posso consigliargli di fare una cosa semplicissima. Fingetevi interessati e andate alla più vicina sede di Scientology a fare domande. 

Ringrazio molto il mio caro amico che mi ha dato la possibilità di scrivere su questo mezzo per me nuovo. 

Un saluto a tutti.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it