In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Affidavit di Monica Pignotti 

Di Monica Pignotti, 27 Settembre 1989. 

Traduzione a cura di Martini.

 
Mi chiamo Monica Pignotti. Sono stata coinvolta nella Chiesa di Scientology dal Dicembre 1970 all'Agosto del 1976. Dal Febbraio 1973 (circa) all'Agosto 1976 sono stata membro della Sea Organization, il circolo interno di élite di Scientology. Dal Maggio 1973 all'Ottobre 1975 ho vis-suto a bordo della Flagship Apollo, che era la casa di L.Ron Hubbard, sua moglie Mary Sue e i loro quattro figli. Dopo aver lasciato Flag nell'Ottobre del 1975, quando la nave fu venduta, ho vissuto e lavorato come staff nella base a terra del Fort Harrison Hotel a Clearwater, Florida, fino al Maggio del 1976 quando fui trasferita a Los Angeles, dove sono stata staff fino a che ho lasciato, nell'Agosto del 1976. 

Ho sentito parlare per la prima volta di Scientology nell'autunno del 1970, quando avevo 17 anni ed ero matricola all'Università dell'Utah, corso di diploma in musica. Un altro studente di musica mi parlò di Scientology e mi invitò ad una conferenza gratuita nel Dicembre del 1970. Fino a quel momento ero stata una buona studentessa e non avevo avuto una storia personale di problemi mentali o abuso di droghe. 

Dopo aver partecipato alla conferenza nella Mission di Salt Lake City, acquistai il libro, Dianetics, la Scienza Moderna della Salute Mentale, il best seller del 1950 di Hubbard. Rimasi molto impressionata e affascinata dal libro, e decisi di iscrivermi al primo corso, che era chiamato Corso di Comunicazione. Iniziai questo corso nel Gennaio del 1971, e lo frequentavo due volte alla settimana. Il corso consisteva principalmente in esercizi chiamati "Regime di Addestramento" ("TRs"). Il primo TR era chiamato TR-0, dove mi veniva richiesto di sedere faccia a faccia con un partner (un altro studente), mantenendo contatto di occhi ed "essere proprio lì", che voleva dire sedere lì senza movimenti o pensieri o quant'altro. L'esercizio viene completato quando la persona può farlo per due ore consecutive. 

A quel tempo non ero consapevole che ogni volta che facevo il TR-0 andavo in stato di trance ipnotica. Lo realizzai solo anni dopo, dopo aver lasciato il gruppo, quando lessi dell'ipnosi e sperimentai uno stato di trance con uno psicologo legale che mi ipnotizzò. Lo stato in cui mi trovai era identico allo stato in cui ero quando facevo il TR-0. 

I TRs sono fatti spesso e regolarmente dagli Scientologist di tutti i livelli. In poco tempo anche il solo entrare in classe mi induceva questo stato di trance. Hubbard affermava con veemenza di essere contro l'ipnosi, ciò nonostante questo è quello che ho sperimentato. Trovarmi in questo stato di trance mi rendeva estremamente vulnerabile ai materiali che stavo leggendo, che fondamentalmente dicevano che Scientology è la sola via per la libertà totale, che come cittadini del pianeta terra ci trovavamo in un labirinto e la sola via d'uscita da questa trappola era attraverso Scientology. Il quadro che veniva disegnato della vita fuori Scientology, che veniva definito mondo wog (wog= slang am. e austr.- negro o immigrante - dispregiativo - rif. Cambridge Int. Dictionary of English) era molto triste. 

Diventai sempre più ossessionata da Scientology e cominciai a passare sempre più tempo alla missione e sempre meno tempo a scuola. Nel Marzo del 1971 lasciai la scuola e mi unii a tempo pieno allo staff della missione. Quando i miei genitori, che vivevano nel Michigan, scoprirono che avevo lasciato la scuola furono molto sconvolti e preoccupati per me. Andarono alla biblioteca dell'Università del Michigan e fecero una vasta ricerca su Scientology e tutto quello che trovarono era negativo. Mio padre volò a Salt Lake City per mostrarmi gli articoli e un libro che aveva trovato, scritto da Paulette Cooper chiamato 'Lo scandalo di Scientology'. Quando mi fece vedere gli articoli e il libro li lessi e li liquidai immediatamente come un mucchio di bugie perpetrate dalla stampa 'wog'. Decisi che Paulette Cooper doveva essere una persona soppressiva. Persona Soppressiva ("SP") è il termine usato da Scientology per definire chiunque critichi pubblicamente o attacchi Scientology. Una SP è uno psicotico che non desidera altro che il male dell'umanità. Ci veniva detto che chiunque avesse pensieri critici nei confronti di Scientology nascondeva crimini molto grandi contro il gruppo (Scientology li chiama overts). In questo modo, ogni pensiero critico che potessimo avere contro il gruppo era fermato, visto che ogni volta che avevo un pensiero critico contro Scientology invece di guardare ai fatti mi introvertivo e chiedevo a me stessa che cosa avessi fatto o che cosa fosse sbagliato in me. 

Mi prefissi di diventare un auditor di Scientology. Questo era possibile frequentando una serie di corsi di Scientology il primo dei quali era Il Corso di Dianetics, che costava US $500. Seguivano poi i livelli dell'Accademia, che costavano US$ 1.000 (questi corsi oggi sono molto più costosi). Dal momento che avevo abbandonato il college e non avevo altro lavoro che quello di staff nella missione di Scientology, questi prezzi per me erano molto alti, ma non mi lamentai o obiettai perché credevo che questi corsi fossero una grande tecnologia che avrebbe liberato l'umanità. Ci veniva detto, in affermazioni che Hubbard chiamava "che cosa comprano le vostre quote", che questo denaro non andava a Hubbard personalmente - in quanto lui aveva un salario inferiore a quello medio degli staff delle org. I soldi, ci dicevano, servivano per mantenere le organizzazioni di Scientology in funzione così che Scientology potesse venire divulgata. 

Riesco a ricordare almeno un'occasione in cui 'Registrar' (segretari aministrativi) di organizzazioni di Scientology più elevate vennero alla nostra missione e usarono tecniche di vendita molto pesanti per farci comperare più corsi. Una di queste tattiche era chiamata "l'assegno postulato": alla persona veniva richiesto di compilare un assegno di importo superiore a quello che aveva sul conto in banca. La teoria che stava dietro era che la persona sarebbe stata incentivata a creare il denaro (Scientology chiama il creare qualcosa come 'mocking it up' (mock-up = modello o plastico di una struttura futura - Cambridge Dictionary- n.d.t.). Se una persona ha veramente una forte intenzione di trovare il denaro, lui o lei può farne un 'mock up'. Scrissi un postulato di assegno per US$ 1,000, sebbene nel mio conto in banca ci fossero solo 100 dollari. Il giorno dopo andai alla mia banca per cercare di avere un prestito di 1.000 dollari, ma mi fu rifiutato. Il mio assegno saltò. 

Qualche tempo dopo, mentre camminavo nell'area centrale di Salt Lake City, fui avvicinata da un uomo di mezz'età. Mi disse che ero molto bella e che poteva trovarmi lavoro in qualche film. Era ovviamente un truffatore - ovvio per tutti tranne che per me. Decisi di avere finalmente fatto un mock up del modo per trovare i soldi per i miei corsi. Accettai di incontrarlo il giorno seguente - mi fidai completamente di questo completo sconosciuto. Salii in macchina con lui, che mi portò al suo albergo. Lì iniziai a sentirmi molto a disagio e realizzai che il suo scopo era solo quello di fare del sesso con me. Ero molto spaventata e sebbene non lo volessi mi sottomisi alla sua violenza. Prima di entrare in Scientology non avrei mai preso in considerazione un uomo come questo, ma trovandomi in quello stato di trance in cui ero lo seguii. 

A quel tempo non riuscivo a rendermi conto del perché questo era avvenuto e incolpavo completamente me stessa. Alla fine riuscii a trovare i soldi per i corsi risparmiando piano piano sui 220 dollari al mese che mi mandavano i miei genitori, chiedendo altri soldi ai miei e anche denaro a prestito da amici ugualmente coinvolti in Scientology. 

A qeul tempo era già molto coinvolta in Scientology e molto isolata dal resto del mondo. Cominciai a pensare di unirmi alla Sea Org. Quando andai a visitare per la prima volta la Sea Org di Los Angeles, rimasi sgomenta davanti alle condizioni di vita. Vidi una delle camere dove vivevano gli staff, una stanza nei sotterranei squallida, con otto materassi sfilacciati. Aiutai in cucina per preparare il cibo, la gente toglieva foglie marce e piene di insetti e serviva quello che era rimasto della lattuga agli staff. Anche se rimasi disgustata da quello che vidi, lo giustificai dicendomi che non era possibile che Hubbard fosse al corrente di queste condizioni. 

Volevo ancora unirmi alla Sea Org ma non avevo ancora 21 anni, che era considerata la maggior età a quei tempi, e i miei genitori rifiutarono. Anche se ero molto sconvolta e arrabbiata con loro, non c'era niente che potessi fare. Qualche mese più tardi alla fine li persuasi a lasciarmi andare ma a quel tempo decisi di non farlo perché il reclutatore non era in grado di garantirmi un posto di auditor. Decisi quindi di pagarmi da sola l'addestramento a auditor e unirmi alla Sea Org una volta che avessi ottenuto un più alto livello di addestramento. 

A Ottobre del 1972 ero già diventata auditor di Classe VI, che è considerato un livello piuttosto alto di addestramento, e completato il Corso di Chiarimento, che faceva di me una Scientologist Clear. Nel Gennaio del 1973 feci un livello chiamato OT III. I materiali di OT III dovevano essere tenuti strettamente confidenziali, e mi era stato ripetutamente detto che OT III mi avrebbe spiegato perché ci trovavamo nella trappola in cui eravamo sulla terra. Ci era richiesto di tenere i materiali per i corsi avanzati in una valigia chiusa a chiave tutte le volte che lasciavamo l'aula. Su OT III ci veniva dato un pacchetto di materiale scritto a mano da Hubbard che raccontava la storia di OTIII. 

In breve, questo è quello che ci è stato detto: 75 milioni di anni fa, c'era una confederazione di pianeti (la Terra era uno di questi) chiamata Confederazione Galattica che soffriva di sovrappopolamento. Il leader, Xenu, decise di risolvere il problema spedendo la gente nei vulcani della Terra, mettendo bombe H nei vulcani e facendoli saltare in aria. Gli spiriti risultanti furono raccolti e impacchettati insieme in grappoli di spiriti. Questi spiriti furono impiantati a forza con tutti i tipi di informazioni in forma di disegni di Dio, il Diavolo, e fatti ruotare velocemente per 36 giorni. Chiunque avesse cercato di risolvere tutto ciò da solo, diceva Hubbard, avrebbe finito per rimanere intrappolato in questi 36 giorni, non sarebbe stato più capace di dormire e probabilmente sarebbe morto di polmonite. Hubbard diceva di aver risolto da solo questo implant, che lui chiamava Incidente II, e perciò aveva reso disponibile all'umanità, per la prima volta dopo 75 milioni di anni, una via di uscita alla "trappola". 

La conclusione a cui era arrivato è che noi, sulla terra, siamo adesso posseduti da centinaia di questi grappoli di spiriti che vivono assieme a noi nei nostri corpi. Questi spiriti sono chiamati Body Thetans e sul livello OT III scacciamo con l'auditing questi Body Thetans e scopriamo chi siamo veramente. 

Essendo così indottrinata come ero, credetti all'intera storia. Dopo aver fatto OT III, mi convinsi sempre di più che dovevo unirmi alla Sea Org. I membri della Sea Org firmano un contratto per un miliardo di anni. Mi unii alla Sea Org nel Febbraio del 1973. Siccome a questo punto ero un auditor altamente addestrato, mi fu immediatamente affidato un posto come auditor nello staff dell'Organizzazione Avanzata di Los Angeles (AOLA). 

Nel Maggio del 1973, Mary Sue Hubbard in persona mi invitò a raggiungere la Flagship Apollo per l'addestramento di auditor. Questo era considerato un grande onore e fu un premio datomi per aver audito uno dei membri chiave di Mary Sue dello staff di Los Angeles. Era stata molto contenta del mio auditing. 

Partii per Flag nel Maggio del 1973. Mi fu detto che la posizione della nave doveva essere tenuta strettamente confidenziale, e solamente il giorno della mia partenza mi fu rivelata la sua posizione: Oporto, Portogallo. Una volta a bordo della nave il passaporto mi fu ritirato per "essere tenuto al sicuro". 

Mi fu mostrato il posto dove dovevo vivere: era una camerata puzzolente e ingombra di roba con circa 50 cuccette, chiamata il dormitorio femminile. Questo era il posto della nave dove viveva la maggior parte delle donne single. Proprio sopra al dormitorio c'era un'area chiamata la sala di poppa, dove notai delle ragazzine adolescenti che tutto il giorno stiravano vestiti. Una di queste ragazze era Tonya Burden, che più tardi fece causa alla Chiesa di Scientology. Scoprii che queste ragazzine erano in addestramento per diventare messaggere personali di Hubbard. 

Le condizioni sulla nave erano di grande affollamento e severa disciplina , in modo particolare per gli auditor in addestramento (interni) come ero io. Come interni ci si aspettava che fossimo perfetti. Se il tuo auditing non dava i risultati attesi era sempre considerato un tuo errore, e mai considerato come auditing che non aveva funzionato, perché i procedimenti di auditing erano stati creati da Hubbard,e non potevano avere errori. Se e quando gli auditor ottenevano risultati meno che perfetti, questo era visto come intenzione malvagia e gli auditor severamente puniti. 

Uno dei metodi della disciplina era un rituale chiamato le Cerimonia di Kali. Un grande disegno della dea Kali, la dea Hindu della morte e della distruzione, veniva messa sopra a un altare nell'aula, e si teneva un rituale per gli auditor che avevano sbagliato. Nella sala illuminata dalle candele, venivano dati agli auditor e agli interni dei fogli di strofe per un inno alla dea Kali da intonare sulle note di "Rock of Ages". Dopo aver cantato l'inno, gli auditor in punizione dovevano fare salamelecchi alla dea Kali e poi veniva loro dato un coltello e una finta cartella del pre-clear e veniva loro detto di "pugnalare il pre-clear", a questo punto l'auditor doveva pugnalare il folder più volte. Dovetti partecipare a questa cerimonia per due volte, assieme a molti altri. 

Un altro modo di punirci era di passare quattro ore nel 'nido del corvo'. Il nido del corvo è una piccola struttura a forma di secchio che si trova nel punto più alto della nave. Si raggiungeva arrampincandosi su una scala a pioli piccola e stretta. Dovetti andare due volte sul nido del corvo. Una volta ero così turbata e distrutta che pensai di lasciare andare la scala e lanciarmi nel vuoto, sebbene non avessi storie precedenti di tentati suicidi, e non ne abbia mai avuti dopo aver lasciato il gruppo. 

Sono stata testimone della segregazione di un ragazzo di quattordici anni nel cassone delle catene della nave, dove gli fu fatta passare la notte. Il cassone delle catene è uno spazio piccolo e buio dove vengono tenute le catene della nave quando non è all'ancora. Il ragazzo fu messo nel cassone da tre messaggeri adolescenti di L. Ron Hubbard. Ho assistito diverse volte alla segregazione della gente, anche se non l'ho mai sperimentata personalmente. 

Stavo diventando sempre più furiosa per quello che sperimentavo e di cui ero testimone sulla nave, che, come mi era stato detto prima di partire, era il "posto più sano di mente (equilibrato - n.d.t.) del pianeta". Una volta fummo tutti tirati giù dal letto nel mezzo della notte e ci fu detto che dovevamo scrivere lettere per attirare sulla nave di Flag il pubblico pagante. A quel punto, non ce la feci più e dissi: "Se qualcuno scrivesse la verità su quello che succede veramente qui, nessuno vorrebbe venirci". Per questo fui messa nella condizione etica di Tradimento. La libertà di parola non era un diritto di cui godevamo sulla nave. 

Alla fine del 1973, Hubbard creò il Rehabilitation Project Force, (conosciuto come "RPF") per maneggiare i disturbatori a bordo della nave e tutti quelli che gli davano dispiaceri. Era anche candidato al RPF chiunque fosse considerato un "non produttore" che aveva un basso punteggio sul suo test della personalità OCA. Questo è lo stesso test che viene dato alla gente nuova di Scientology, spesso distribuito sulle strade ai potenziali clienti. Hubbard sosteneva che l'RPF era un atto di benevolenza da parte sua per "riabilitare" i criminali psicotici. Di fatto, per mia opinione ed esperienza, l'RPF era un campo di prigionia. 

Il 10 Gennaio del 1974 fu emesso un ordine di etica per assegnare all'RPF il primo gruppo di persone. Il mio nome era su quella lista, credo perché avevo parlato senza peli sulla lingua una volta di troppo ed ero considerata una disturbatrice. I membri dell'RPF dovevano indossare tute nere o blu navy, non potevano parlare ad altri membri dell'equipaggio a meno che non fossero interpellati, dovevano obbedire a tutti gli ordini senza porre domande, dovevano mangiare dopo gli altri facevano lavori umili, come pulire i bagni. Dovevamo anche audirci l'un l'altro per "rimuovere overt e witholds", che tradotto in inglese significa confessare i nostri crimini. 

Richiesi un comitato di prova (la versione di Scientology di un'udienza) per protestare contro la condanna all'RPF. Il figlio di Hubbard, Quentin, che era diventato mio amico, fu fatto presidente e non ebbe altra scelta se non quella di trovarmi colpevole di tutte le accuse e confermare la mia condanna all'RPF. 

Poche settimane più tardi Quentin tentò il suicidio. Come risultato fu confinato nella sua cabina per circa tre settimane e poi assegnato all'RPF. In RPF io e Quentin diventammo amici intimi. 

Sia Quentin che io completammo l'RPF nel Maggio del 1974. Tornai al mio internato e per un po' riuscii veramente bene come auditor. Mi era stata data da audire una persona con un punteggio molto basso sul test della personalità, e ci fu un grande cambiamento nel punteggio. Di conseguenza ricevetti una nota di merito da Hubbard, che dichiarò che dovevo essere portata come esempio di quello che significa l'auditing di Flag. 

Il mio status comunque cambiò molto rapidamente quando il rapporto con Quentin si fece più stretto. Alla fine di Agosto Quentin se ne andò per una vacanza di tre settimane. Al suo ritorno, in Settembre, mi confidò che aveva tentato un'altra volta il suicidio. A questo punto mi fu ordinato di smettere di vedere Quentin, probabilmente perché sapevo troppo. Mi rifiutai di smettere di vederlo e continuai a frequentarlo. 

Poco dopo il mio atto di disobbedienza cominciai di nuovo ad avere problemi per "errori" di auditing. In un caso, una persona si ammalò di raffreddore una settimana dopo che avevo finito di audirlo, e Hubbard in persona richiese i suoi folder. Fui incolpata di errori massicci di auditing e Hubbard spedì personalmente un ordine di etica cancellando tutti i miei "diplomi" e ordinando un comitato di prova contro di me. La persona assegnata alla presidenza del comitato era una persona conosciuta per il suo disprezzo aperto nei miei confronti. Fui trovata colpevole di tutte le accuse e, una volta ancora, assegnata all'RPF. 

Questa volta l'RPF mi fu particolarmente difficile e sembrava veramente che non ce la facessi ad uscirne. Pulivo i bagni giorno dopo giorno, mese dopo mese, e alla fine ebbi un completo collasso emotivo. Passai giorni completamente fuori controllo, piangendo continuamente. Ad un certo punto fui assegnata a quello che è conosciuto l'RPF dell'RPF, che è dove viene mandata la gente che ha dei problemi sull'RPF. Nell'RPF dell'RPF dovevo passare giornate e serate intere giù nelle sentine della sala macchine, per pulirle dalle incrostazioni e dai liquami fetidi e riverniciarle. Non mi era permesso comunicare con nessuno eccetto l'ufficiale di etica dell'RPF, e dovevo scrivere le mie condizioni di etica, che lui non accettò per diversi giorni. Dovevo "scoprire chi ero realmente", così passai giorni cercando una risposta che lui trovasse soddisfacente. Finalmente ci riuscii e fui rimandata all'RPF, ma a quel punto ero completamente intontita emotivamente e obbedivo a tutti gli ordini impartitimi senza fare domande. 

Nell'Ottobre del 1975 la Flagship Apollo fu venduta e l'RPF momentaneamente abbandonato (L'RPF fu restituito circa un anno dopo). Una volta trasferita a Clearwater, fui assegnata alla Ricapitolazione degli Errori nei Folder, che significa ripassare i folder di auditing della gente e annotare tutti gli errori fatti durante l'auditing. A quel punto, facevo semplicemente il mio lavoro e qualsiasi cosa mi fosse detta. Alla fine, nel Maggio del 1976, fui trasferita a Los Angeles dove fui assegnata all'incarico di Direttore del Processing all'Organizzazione Avanzata di Los Angeles (AOLA). La mia esperienza di RPF era stata dimenticata ed ero ancora una volta in una posizione di alta responsabilità. 

Ero molto infelice a Los Angels e mi mancavano molto gli amici di Clearwater. All'org di Los Angeles mantenevo le distanze da tutti, di conseguenza cominciai a passare moltissimo tempo da sola. Questo mi diede tempo per pensare, e un po' del controllo mentale a cui ero stata sottoposta cominciò a diminuire. Nel Luglio del 1976 mio padre ebbe un attacco di cuore e dovetti volare a Philadelfia per fargli visita all'ospedale. Fui completamente lontana da Scientology per tre settimane. Quando ritornai, nell'Agosto del 1976, la Sea Org e Scientology cominciavano a sembrarmi molto brutte. Ebbi un litigio con il mio diretto superiore e di conseguenza mi rifiutai di lavorare con lei e uscii dal mio incarico di Direttore del Processing. Tornai a fare lo stesso lavoro con i folders che avevo fatto a Clearwater. 

Cominciai a realizzare che non avevo il controllo della libertà della mia vita, in nessun modo, e un giorno riuscii a liberarmi del mio stato di trance. Realizzai che ero infelice e dovevo prendere una decisione. 

Due settimane dopo, il 21 Agosto del 1976, decisi di partire, presi un bus Greyhound e tornai dai miei genitori in Michigan. Ho sperimentato numerosi effetti collaterali a seguito della mia esperienza in Scientology, inclusa la depressione e gli incubi notturni ogni notte per quasi un anno. A quel tempo non ero in contatto con nessuno che sapesse come trattare le vittime dei culti e, di conseguenza, non ricevetti assistenza fino a 12 anni più tardi. Sono attualmente in terapia con Lorna Goldber, Master in Salute Mentale, una psicoterapista che ha 13 anni di esperienza di trattamento di vittime dei culti. 

Ci sono ancora moltissime cose che potrei dire a proposito della mia esperienza di quei dodici anni da quando ho lasciato il culto e a proposito della mia esperienza in Scientology, ma questa dichiarazione è già molto lunga. Se qualcuno ha ulteriori domande, sarò più che felice di rispondere. 

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it