In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Ex bambini di Scientology raccontano la loro storia

©Nightline, ABC News, 24 aprile 2008. Di Lisa Fletcher, Ethan Nelson e Maggie Burbank.

Traduzione a cura di Martini, maggio 2008.

 

 
 

È una delle maggiori attrazioni della storia del box office, ma in anni recenti Tom Cruise è diventato più del semplice volto dei suoi film. E diventato anche il volto della sua religione - Scientology.

Un recente video di Cruise - girato per un evento di Scientology e trapelato in Internet - mostrava la scatenata passione della star per la sua religione, e ha sollecitato l'interesse del pubblico per un sistema di credenze da sempre circondato dalle polemiche.

«Credo che potersi definire scientologist sia un privilegio», dice Cruise nel video.

Cruise è un aperto sostenitore e amico intimo del leader mondiale di Scientology, David Miscavige, che ha preso fermamente le redini del potere quando lo scrittore di fantascienza e fondatore L. Ron Hubbard è morto nel 1986.

Miscavige sostiene che Scientology può offrire ai suoi seguaci maggiori abilità in tutte le aree della vita, liberarli dalla negatività e renderli "Clear", ripuliti.

Ma alcuni ex membri della Sea Organization, o Sea Org (la versione Scientology del clero - il gruppo che sostanzialmente dirige la chiesa), tra cui una nipote di Miscavige, ritengono che esista un altro lato della religione e hanno raccontato a Nightline la crescente disillusione per la Chiesa di Scientology, fino al punto di capire che era giunto il momento di andarsene.

Secondo la chiesa, Scientology sta vivendo una crescita tremenda. Sostiene di avere milioni di seguaci in oltre 100 paesi, sebbene i critici dicano che quei numeri sono fortemente gonfiati. Ma, di recente, la chiesa si è ritrovata a fronteggiare attacchi crescenti. In gennaio un gruppo di attivisti Internet conosciuti come Anonymous ha postato in Rete un video minaccioso e da allora ha organizzato numerose proteste anti-Scientology in tutto il paese. E in Internet stanno spuntando come funghi nuovi siti Web critici di Scientology.

Exscientologykids.com è stato creato da tre giovani donne, un tempo membri della chiesa, tra cui Jenna Miscavige Hill, nipote del leader di Scientology David Miscavige. I genitori della Hill vi entrarono quando lei aveva appena due anni. Entrambi erano membri di rango della Sea Org.

«Ci dicevano che [i membri della Sea Org] devono lavorare così duramente perché stanno aiutando il prossimo» ricorda la Hill, oggi 24enne. «La tua famiglia non è la cosa più importante».

Vita al "ranch" e alla "Mecca" di Scientology

Dai 6 ai 12 anni la Hill ha vissuto nella proprietà californiana di Scientology conosciuta come "il ranch" dove, nelle sue parole, anche i bambini di 6 anni devono lavorare duramente. Oltre ai compiti di lettura, scrittura e aritmetica e lo studio di Scientology, c'era anche il lavoro fisico.

«C'erano questi progetti che prevedevano il trasporto di sassi, dovevamo estrarli dal torrente e poi trasportarli su per la collina, impilarli - dovevamo costruire muretti di sasso» racconta. Dice che da bambina strappava erbacce per ore, «indipendentemente da quanto caldo o freddo faceva fuori».

In una risposta ufficiale all'articolo della rivista Radar che comprendeva la storia della Hill, la chiesa ha scritto: «I bambini non sono mai stati costretti a fare lavoro manuale. Affermazioni del contrario vengono categoricamente negate». In merito al ranch, chiuso nel 1999, la chiesa ha detto che la struttura «era del tutto spettacolare».

La Hill ha raccontato che per provare la sua devozione a Scientology le fu chiesto di firmare un contratto da un miliardo di anni, poiché «in Scientology credono di vivere vita dopo vita».

Dopo sei anni al ranch lasciò la California per una visita alla cosiddetta "Mecca" della chiesa a Clearwater, Florida, dove gli anziani le chiesero di restare e diventare un membro a pieno titolo della Sea Org, mentre i genitori restarono in California.

«Volevo tornare a trovarli», racconta. «Stavo per salire sull'aereo e venni trascinata in una stanza, mi urlarono che ero lì per essere un membro della Sea Org».

I genitori della Hill hanno declinato la nostra richiesta di intervista.

Sea Org e Persone Soppressive

A centinaia di miglia di distanza e all'epoca sconosciuta a Jenna Miscavige Hill, Astra Woodcraft, oggi 29enne, era figlia di scientologist e anche lei da bambina aveva frequentato le scuole Scientology ed aveva appartenuto alla Sea Org. A 15 anni sposò un collega della Sea Org e le sue giornate consistevano di studio - per lo più degli insegnamenti di Hubbard - e lavoro impiegatizio.

«Lavoravo 15 ore al giorno» racconta. «Lavoravamo sette giorni alla settimana. Forse in un anno avevo appena due o tre giorni liberi».

La Woodcraft racconta che nella Sea Org la disobbedienza non era tollerata e descrive la situazione in cui, secondo le sue parole, si ritrovò il giorno in cui rifiutò un ordine di un membro Sea Org di rango superiore. «Mi inchiodò al muro, urlandomi in faccia. Ricordo che pensavo tanto, mi maceravo. Da una parte ero stata cresciuta in Scientology, ero cresciuta in quell'ambiente e non conoscevo nulla di diverso. Ma dall'altra sapevo... sentivo che non era giusto».

Lawrence Woodcraft, il padre, ha raccontato che la famiglia era entrata nella Sea Org per la passione di sua moglie per Scientology. «Ti dipingono un quadro molto roseo» dice. «E in un certo senso ti ingannano. [Mia moglie] se ne andava tranquillamente per un anno o due, periodi in cui non vedeva [le figlie]. Sono sicuro che le mancavano. Ma la sua priorità totale era Scientology, "chiarire" il pianeta. Quando cercavo di parlarle mi diceva "beh, se non porto avanti gli scopi di Scientology le bambine non avranno comunque un futuro". Era questo il tipo di fanatismo che la motivava».

La madre di Astra Woodcraft non ha risposto alle telefonate di Nightline. Lawrence Woodcraft ha raccontato di essersi disilluso su Scientology poco dopo essere entrato nella Sea Org, voleva prendere i figli e lasciare la chiesa. Ma dice che non era un'opzione percorribile. «Sarei stato dichiarato "Persona Soppressiva", e non avrei più potuto parlare con la mia famiglia» racconta.

"Persona Soppressiva" o SP è il gergo della chiesa per definire gli anti-scientologist o, nei suoi stessi termini, chi «cerca di sopprimere qualsiasi attività o gruppo di miglioramento».

«Se te ne vai senza autorizzazione ti dichiarano "persona soppressiva" e fanno in modo che la tua famiglia e tutti i tuoi amici e conoscenti in Scientology disconnettano da te» riferisce Astra Woodcraft.

Nonostante il rischio di essere etichettato SP, Lawrence Woodcraft lasciò la chiesa, e lui e la moglie divorziarono.

«Mi dissero che non potevo più vedere papà perché non era nella Sea Org» racconta Astra.

Anche Jenna Miscavige Hill ha raccontato di restrizioni nei contatti con la famiglia. Dice che un giorno, quando aveva 14 anni, si mise nei pasticci perché invece che studiare chiacchierava. Cercò di telefonare ai suoi genitori, ma le impedirono di farlo e durante l'alterco si prese anche un pugno. «Mi bloccarono fisicamente» racconta, «In pratica, venni immobilizzata da, mi pare, tre persone». Poco dopo, aggiunge, venne affrontata dallo zio David Miscavige il quale le disse: «Ciò che hai fatto è inaccettabile. Non godrai più di un trattamento speciale». «Fu come... se trattamento speciale significa essere immobilizzati e non essere autorizzati a parlare con la tua famiglia, beh, allora sono contenta di essermene liberata».

Scientology e celebrità

Il Celebrity Center International è una chiesa di Scientology situata a Hollywood, California. Viene citato spesso poiché molte celebrità hollywoodiane sono membri della chiesa. Cruise e la moglie Katie Holmes, naturalmente, oltre a John Travolta e la moglie Kelly Preston, e Kristie Alley.

«Ho fatto una seduta di auditing di Scientology e non mi sono mai più drogata, né ho mai più sentito il bisogno di drogarmi» ha detto l'attrice in un'intervista del 1998 con ABC News.

L'auditing è una pratica comune e fondamentale di Scientology. È una specie di seduta di assistenza in cui vengono chieste delle serie di domande e sensazioni negative, e i pensieri vengono identificati - e possibilmente ripuliti - con l'uso di un cosiddetto e-meter.

«Fondamentalmente tieni in mano due lattine, credo misurino la resistenza elettrica» ha detto Lawrence Woodcraft delle sue sedute di auditing. «Hanno elenchi interi di domande: stai trattenendo qualcosa? Hai un turbamento su qualcosa? In altre parole, vogliono scoprire che cosa sta succedendo nella tua vita».

Racconta Jenna Miscavige Hill: «Una volta alla settimana ricevevamo una verifica al meter, dovevi sederti lì e... osservavano la lancetta. Se la lancetta fa movimenti "sporchi" significa che stai nascondendo qualcosa». Nel 2000, prosegue, i suoi genitori si stavano apprestando a lasciare la chiesa e, circa in quel periodo, le sue sedute di auditing si intensificarono improvvisamente. «Venivo tolta dalle mie normali attività da un alto rappresentante della chiesa, e venivo interrogata all'e-meter».

La Hill ha poi raccontato che a volte, durante le sedute di auditing, veniva trattenuta fisicamente, «al punto che cominciavo a urlare e strepitare».

Ma, secondo un rapporto Scientology del maggio 2006 che la stessa Hill ha fornito a Nightline, la chiesa sostiene che fosse lei quella violenta. Il rapporto afferma che aveva «una lunga storia» di «approcci verbalmente e fisicamente violenti ad altri membri dello staff... lavoro trascurato... danneggiamento di proprietà della chiesa... caos... ammutinamento... inturbolazione [creare confusione dannosa agli altri]».

La Hill non nega gli episodi, sostenendo che le restrizioni della chiesa l'avevano portata al punto di rottura.

"Niente più bambini"?

«Là ero davvero molto infelice» dice Astra Woodward, che si stava disilludendo. «Uscirono con una nuova regola, "Ok, Niente più bambini. Punto" » ricorda. Aggiunge il padre: «aveva 16 o 17 anni e, molto turbata, mi disse che avevano improvvisamente deciso di cambiare le regole e ai membri della Sea Org non era più consentito avere figli».

Secondo la Hill, «Se resti incinta mentre sei nella Sea Org o te ne vai o abortisci».

Astra Woodcraft: «Ricordo di aver pensato "Ehi, aspettate un attimo. Non ho mai acconsentito a questo. Ho 17 anni, non ho mai preso la decisione di non avere bambini" ».

Due anni dopo l'istituzione della policy Astra apprese che lei e il marito aspettavano un bambino. «Un membro Sea Org di altissimo livello un giorno mi vide e mi chiese che cosa stessi facendo. Risposi che me ne andavo ed ero incinta, e lui disse "Oh, è troppo tardi per un aborto?"» racconta la Woodcraft. «Non sapevo davvero che cosa replicare».

In un articolo del San Francisco Chronicle del 2001, i leader della chiesa dissero che non esisteva una politica sull'aborto, lasciando la scelta individuale alla coppia.

Lawrence Woodcraft ricorda il sollievo provato quando alla fine la figlia decise di lasciare Scientology. «Pensò, "aspettate un attimo. Nella vita non c'è solo Scientology". Fu quando scappò. Al diavolo quell'organizzazione corrotta... scusate, il solo pensarci mi turba» aggiunge subito.

Poco dopo essersene andata, Astra Woodcraft divorziò e, racconta, fu "disconnessa" dal resto della famiglia rimasta nella chiesa. Qualche anno dopo uscì anche la sorella minore.

"Non ho una vita"

Jenna Miscavige Hill ha riferito di aver cominciato a rendersi conto che anche lei voleva andarsene soltanto alcuni anni dopo che i suoi genitori lo avevano fatto. «Non avevo una vita» dice del periodo nella Sea Org. «Non riuscivo a godermi le cose. Chi stavo realmente aiutando?». Lei e il marito rifletterono a lungo se andarsene o restare. E nel 2005 presero la decisione. Racconta che le dissero di firmare documenti in cui prometteva di non parlare delle sue esperienze nella chiesa. «È un impegno che non firmai», dice, «Lo stracciai in faccia alla tizia».

Adesso che sono fuori da Scientology, la Woodcraft, la Hill ed altri ex membri della Sea Org hanno aperto il loro sito, Exscientologykids.org, come modo per mettersi in contatto con altri ex scientologist. «È un modo per condividere le proprie storie» spiega la Hill. «E forse riprendere i contatti con i vecchi amici».

Con a fianco la figlia di 9 anni, Astra Woodcraft dice che lei e la Hill cercano di passare oltre. «Se lasciassero semplicemente che chi vuole restare resti, e chi se ne vuole andare se ne vada, e a chi non piacciono come vanno le cose lo potesse dire liberamente allora non ci sarebbe storia».

Per quanto riguarda la Hill, «Non mi farò intimidire. Continuerò a vivere la mia vita nel modo in cui voglio viverla. Non lascerò più che mi condizionino», dice.

Ancora una volta i genitori della Hill - fratello e cognata del leader di Scientology - hanno declinato la richiesta di intervista di Nightline. La Hill dice però che adesso che sono tutti fuori da Scientology hanno ottimi rapporti.

Per settimane Nightline ha ripetutamente chiesto alla Chiesa di Scientology una dichiarazione pubblica. Giovedì sera la chiesa ha risposto con una dichiarazione in cui dice che non commenterà ciò che definisce il "congedo" della Hill dal suo incarico nella Sea Org. Prosegue dicendo in parte che «Ogni religione ha i suoi detrattori; non esiste fede che possa soddisfare le esigenze spirituali di tutti, Scientology compresa. Auguriamo tutto il bene alla Sig.ra Hill per la sua ricerca di realizzazione spirituale».



La dichiarazione della Chiesa di Scientology a Nightline
24 aprile 2008 (vedi originale)

Fin dall'inizio la Chiesa di Scientology ha chiarito a Nightline che non avrebbe discusso pubblicamente le circostanze ecclesiastiche che circondano il concedo della sig.ra Hill dallo staff della chiesa, indipendentemente dalla natura delle sue asserzioni.

La chiesa non discuterà questioni che riguardano la Sig.ra Hill, poiché dato il senso generale delle sue affermazioni, ha usato il suo nome per fare di un argomento altrimenti ecclesiastico una questione di famiglia, e un attacco personale a un suo familiare. La chiesa non rinuncerà alla sua dignità per impegnarsi in un dibattito di questo tipo. Inoltre, vista la posizione ecclesiastica del Sig. Miscavige, egli non può commentare questioni familiari, non lo ha mai fatto e non lo farà mai. Sarebbe del tutto inappropriato. In realtà, è sempre inappropriato discutere la famiglia in un forum pubblico.

Ogni religione ha i suoi detrattori; non esiste fede che riesca a soddisfare le esigenze spirituali di tutti, Scientology compresa. Auguriamo tutto il bene alla Sig.ra Hill per la sua ricerca di realizzazione spirituale.

Chiaramente, Nightline aveva preparato la sua trasmissione molto prima di contattare la chiesa. Ciononostante, la chiesa ha fornito a Nightline un gran numero di informazioni relative alle affermazioni fatte nel suo pezzo, in modo che la ABC potesse impegnarsi con la dovuta diligenza giornalistica. Nightline sa bene che la chiesa non può rispondere direttamente alle accuse della Sig.ra Hill senza mettere in discussione il suo carattere, cosa che la chiesa non farà.

La Chiesa di Scientology ha ripetutamente offerto alla ABC accesso illimitato al suo staff e alle sue strutture per un servizio sulla vera storia di Scientology. Sotto la dirigenza del Sig. David Miscavige, la Chiesa di Scientology ha visto un'espansione senza precedenti in tutto il globo, nel numero di affiliati, nelle sue strutture per servire i parrocchiani e le comunità circostanti e, soprattutto, nella portata dei suoi programmi umanitari per fare di questo un mondo migliore. Nightline era più interessata a inseguire una storia che meglio si confà al giornalismo scandalistico.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it